Tuffi, Mondiali 2017: Tocci centra la finale dal metro, è terzo nell'eliminatoria dietro ai cinesi

Giovanni Tocci centra la finale dal trampolino dal metro chiudendo al terzo posto dietro i cinesi. Fuori dall'eliminatoria il vice campione in carica Ilya Kvasha e il francese Matthieu Rosset. Male anche Rinaldi, 19° e fuori dalla finale in programma domenica.

Tuffi, Mondiali 2017: Tocci centra la finale dal metro, è terzo nell'eliminatoria dietro ai cinesi
He Chao - Foto: Fina

Sono le gare di tuffi ad aprire ufficialmente i Mondiali di nuoto 2017 in scena a Budapest e l'Italia suona subito la prima carica della sua spedizione seppur orfana della pluricampionessa Tania Cagnotto. Giovanni Tocci apre infatti con il piede giusto centrando il primo obiettivo del suo campionato iridato, la finale dal metro. L'azzurro di Cosenza, classe '95, chiude terzo l'eliminatoria nella gara di cui è specialista, solo dietro agli imprendibili cinesi.

La finale, in programma domenica 16 luglio alle 15.30, azzererà ogni punteggio ma Tocci ha margine per sognare in grande. L'argento europeo, a Londra 2016, chiude al terzo posto con un punteggio di 410.60 frutto di una gara condotta con costanza e concentrazione: sempre tra il terzo e il quinto posto nelle rotazioni, l'azzurro potrebbe migliorare soprattutto nel doppio e mezzo indietro carpiato che in mattinata gli è valso solo 54 punti. Davanti a lui solo i cinesi Jianfeng Peng (435.15) ed He Chao (431.35), favoriti per la doppietta oro-argento.

La lotta al terzo posto è invece davvero serrata e apertissima con l'azzurro che riesce a tener dietro il tedesco Patrick Hausding, quarto a quota 403.80 punti e il bronzo uscente l'americano Mike Hixon, quinto.

L'eliminatoria riserva sorprese inattese. Due sono le grandi esclusioni, Tocci non ritroverà in finale né Illya Kvasha né Matthieu Rosset. L’ucraino, argento uscente e vincitore di sette ori europei, chiude al 16° posto con 349.20 punti, complice un grave errore nella seconda rotazione. Rosset, invece, dopo un'ottima partenza, crolla nel finale a causa di due gravi errori che dal quarto posto provvisorio lo relegano al 15° a fine gara (358.80). Se Tocci riesce a chiudere una gara quasi perfetta, l'altro azzurro in gara, Tommaso Rinaldi, non riesce ad approfittarne, terminando 19° a quota 340.15.


Share on Facebook