Diamond League, Stoccolma - Rossit e Trost nell'Alto, Grenot sui 400

Mancano le stelle della velocità, ma il meeting si presenta molto interessante. Attese prestazioni di primo piano in diversi concorsi, Rudisha in pista negli 800.

Diamond League, Stoccolma - Rossit e Trost nell'Alto, Grenot sui 400
Foto: Diamond League

Un antipasto nella giornata di ieri - 21.13 di Walsh nel Getto nel Peso - oggi il clou. La Diamond League fa tappa a Stoccolma e il programma si presenta, al via, ricco d'interesse. Nel lungo F, la favorita è la serba Spanovic. Attenzione però al duo americano Reese - Bartoletta, alla Nettey e alla Proctor. Nel Disco, sempre al femminile, il riferimento è la croata Perkovic. Caballero e Perez le alternative. 

Renaud Lavillenie deve controllare nell'Asta Barber, mentre nell'Alto femminile doppia carta azzurra. Ad Alessia Trost, si affianca Desiree Rossit. 1.97 ai tricolori juniores e promesse, misura che sposta l'orizzonte anche a livello mondiale. La specialità vive un periodo di transizione e su queste altezze viaggia anche una medaglia pesante. A contendere il successo alle azzurre, questa sera, Beitia, Spencer e Licwinko. 

Anche i 400 hs attendono il primo sussulto di stagione. Jackson, Tinsley e Clement, tre frecce all'arco americano, da seguire anche il keniano Bett, Van Zyl e Culson. 

Nei 5000 U, consueto campionato etiope, con Edris, Kejelcha e Merga. Attenzione ai 3000 siepi D, con Ruth Jebet all'assalto del primato della Galkina. Nei 1500, Obiri e Seyaum - già sotto i 4 minuti in stagione - a giocarsi la vittoria. Spettacolo sugli 800 U. Rudisha guida un gruppo di alto profilo. Bosse, Aman e il tattico Kszczot, parterre d'elite. 

Libania Grenot - positiva sui 200, in difficoltà sui 400 - deve fornire qualche indicazione sul giro di pista. La giamaicana Williams-Mills conduce la "pattuglia". Kendra Harrison illumina i 100 hs, Taylor prepara un balzo "olimpico" nel triplo. 

Velocità in seconda fila. Nei 100 U, due in grado di correre sotto i 10"00. Il turco Harvey - 9"92 - sfida l'ivoriano Meite - 9"99. Nei 200 D, invece, Facey - Asher Smith. 

Fari, infine, sul Giavellotto maschile. Rohler - 89.30 nel 2016 - si difende dall'assalto di Abdelrahman, Walcott, Vesely, Vadlejch e Yego.

Il programma e gli orari di gara  


Share on Facebook