Atletica, World Iaaf Indoor Tour: a Karlsruhe volano Kendra Harrison e Muir, si conferma la Jozwik

La britannica firma il primato europeo indoor sui 3000, l'americana domina gli ostacoli. Gli 800, al femminile, parlano polacco, super Pozzi nei 60 ostacoli.

Atletica, World Iaaf Indoor Tour: a Karlsruhe volano Kendra Harrison e Muir, si conferma la Jozwik
Atletica, World Iaaf Indoor Tour: a Karlsruhe volano Kendra Harrison e Muir, si conferma la Jozwik - Fonte: IAAF

Squilli d'atletica. A Karlsruhe - tappa del World Iaaf Indoor Tour - riscontri di primissimo livello. Kendra Harrison, la primatista mondiale dei 100hs - si dimostra straordinaria anche su distanza ridotta. In Germania, sui 60hs, vola in 7.76, avvicinando il tempo dello scorso anno e anticipando nettamente la Roleder. Al maschile, invece, è il britannico Andrew Pozzi a dominare la concorrenza. Un progresso continuo, inesorabile. Pozzi sfonda la barriera dei 7.50 e si impone in 7.44, rifilando 15 centesimi ad Ortega. A regolare le maggiori emozioni sono però i 3000, al femminile. Laura Muir sfrutta il treno designato e allunga poi la falcata nei 1000 finali, quando sulle sue code resta solo la Obiri. Una progressione mirabile che conduce al record europeo al coperto e alla quinta prestazione indoor di sempre. 8:26.41, un avvio stupefacente che annuncia grandi cose nei mesi a venire.  

La polacca Jozwik si conferma - in queste prime uscite dell'anno - riferimento certo sugli 800. Seconda vittoria nel giro di pochi giorni. A Karlsruhe, chiude davanti con un impetuoso finale. 2.01:26, seconda è la Buchel, terza e staccata la Arzamasova. Sowinski, invece, si aggiudica la medesima prova al maschile (1:46.80). Nei 1500, festival keniano, quattro nelle prime quattro posizioni. La soluzione sulla linea del traguardo, 2 centesimi dividono Kiplagat e Manangoi, ad esultare è il primo in 3:38.51. 

Interessante anche l'evoluzione dei concorsi. Il bielorusso Seliverstau scollina oltre i 2.30 e conquista l'alto, mentre nel lungo è Mokoena l'unico ad approdare oltre gli 8 metri. 8.05 per il sudafricano. La Ryzih - 4.67 - vince l'asta donne, mentre la Schwanitz si prende una rivincita e nel peso - 18.41 - supera la Marton. 

Il quadro completo dei risultati