Un anno di boxe

Nell'anno in cui il pugilato ha perso la sua icona più grande, tanti personaggi si sono messi in luce per conquistare lo scettro di miglior pugile del mondo. Da Anthony Joshua a Canelo Alvarez, da Manny Pacquiao a Gennady Golovkin, da Andre Ward a Keith Thurman, ripercorriamo quello che è successo sui ring nel corso del 2016.

Un anno di boxe
Muhammad Ali si è spento il 3 giugno - Getty Images

 Il 2016 è stato l'anno di Anthony Joshua, che si candida a essere l'uomo immagine del pugilato per i prossimi dieci anni. E' stato l'anno in cui Manny Pacquiao è tornato a indossare una cintura di campione del mondo e Canelo Alvarez si è confermato il miglior pugile pound for pound in circolazione o, perlomeno, quello capace di garantire gli incassi maggiori. E' stato l'anno del match tra Ward e Kovalev, che sarà presto seguito da un'inevitabile rivincita e magari anche da un terzo episodio. E' stato l'anno dei vari Lomachenko, Crawford e Gonzalez, di Thurman e di Golovkin. E' stato l'anno in cui il campione del mondo dei pesi massimi, Tyson Fury, è crollato senza salire sul ring.  Ma soprattutto, il 2016 - che si è portato via miti dello spettacolo e dello sport - è stato l'anno in cui il pugilato ha perso la sua leggenda più grande. Cassius Clay aka Muhammad Ali si è spento a giugno dopo aver scritto alcuni tra i capitolio più importanti della storia della boxe ed essere stato iconocizzato per le sue battaglie dentro e fuori dal ring.

Mese per mese, ripercorriamo i match più importanti dell'anno.

Gennaio
9 Nella rivincita dopo la sconfitta del precedente ottobre, Giovanni De Carolis batte per ko all'undicesimo round Vincent Feigenbutz e conquista la corona WBA dei super medi.
16 Dopo quasi 4 anni torna a combattere David Haye, che impiega meno di una ripresa per sbarazzarsi di Mark de Mori.
16 Deontay Wilder conserva la corona WBC dei pesi massimi battendo per ko alla nona ripresa Artur Szpilika
23 Danny Garcia supera ai punti (triplice 116-112) Robert Guerrero e mette le mani sul titolo WBC dei pesi welter.
30 Jean Pascal resiste 7 riprese a Sergey Kovalev. Il russo mantiene le cinture WBA, IBF e WBO dei mediomassimi.

Febbraio
27 Carl Frompton mantiene la corona dei gallo IBF e conquista quella della WBA battendo ai punti, con verdetto non unanime, Scott Quigg.
27 Terence Crawford mantiene il titolo WBO dei superleggeri battendo in 5 riprese Henry Lundy.


Marzo

4 Il giapponese Shinsuke Yamanaka conserva il titolo WBC dei pesi gallo superando ai punti Liborio Solis. Entrambi i pugili vanno due volte al tappeto.
5 L'australiano Lucas Browne va al tappeto nel sesto round, ma nel decimo manda ko Ruslan Chagaev e conquista la cintura WBA dei pesi massimi.
5 Tony Thompson, due volte sfidante di Wladimir Klitschko, viene demolito in 6 riprese da King Kong Ortiz, che lo manda 3 volte al tappeto.
5 A Bethlehem, Pennsylvania, Marcello Matano resiste 7 riprese al quotato Julian Williams.
8 Nella rivincita dopo il match del precedente novembre, Eduard Troyanovski batte ancora Cesar Rene Cuenca (3 volte al tappeto, la definitiva nel settimo round) e conserva il titolo IFB e IBO dei super leggeri.
12 Terry "Turbo" Flanagan conserva il titolo WBO dei pesi leggeri superando ai punti, con verdetto unanime, Derry Mathews
26 Kell Brook conserva facilmente la corona IBF dei welter superando in 2 riprese Kevin Bizier.
26 Andre Ward batte ai punti, con verdetto unanime, Sullivan Barrera, giù nella terza ripresa.

Aprile
1 Adrien Broner, titolare della cintura WBA dei super leggeri, fallisce il peso, ma batte per ko alla nona ripresa Ashley Theophane.
4 A quasi 38 anni e a 1 dalla sconfitta contro Mayweather, Manny Pacquiao torna sul ring e nel terzo episodio della saga con Tim Bradley ottiene un successo ai punti conquistando il titolo internazionale WBO dei pesi welter.
9 Lee Selby va al tappeto per la prima volta in carriera, ma batte con verdetto unanime Eric Hunter e conserva il titolo IBF dei pesi piuma.
9 Anthony Joshua conquista il titolo IBF dei pesi massimi mandando ko alla seconda ripresa il detentore Charles Martin.
9 Dopo 5 difese, l'armeno Arthur Abraham cede il titolo WBO dei super medi all'imbattuto messicano Gilberto Ramirez, di 11 anni più giovane, che per i giudici si aggiudica tutte le riprese. PerAbraham era il terzo match negli States, nessuno andato a buon fine (nei precedenti, sconfitta a i punti con Ward e per squalifica con Dirrell).
16 Chris Algieri resiste 5 round contro Errol Spence, finendo 3 volte al tappeto.
22 Leonard Bundu conquista il titolo europeo dei pesi welter battendo per ko alla nona ripresa Jussi Koivula.
23 Il supercampione dei medi (WBA, WBC, IBF, IBO) Gennady Golovkin impiega due riprese per sbarazzarsi dell'imbattuto Dominic Wade.
23 El Chocolarito Roman Gonzalez conserva la cintura WBC dei pesi mosca superando ai punti, con largo verdetto unanime, McWilliams Arroyo.
24 A Pechino, Jason Sosa va giù nel quinto round, ma si riprende e mette ko all'undicesima ripresa l'imbattuto Javier Fortuna, conquistando il titolo WBA dei super piuma.
30 Thomas Williams mette ko in due riprese Edwin Rodriguez e guadagna la possibilità di affrontare Adonis Stevenson per il titolo WBC dei mediomassimi.
30 Dopo il match finito in parità con Badou Jack con in palio la corona WBC dei super medi, Lucian Bute non supera il test dell'antidoping.

Maggio
5 Saul Canelo Alvarez si conferma campione WBC dei pesi medi mettendo ko in sei riprese Amir Khan, che si conferma un "perdente di successo". L'incontro produce oltre 7 milioni di dollari dalla pay per view e oltre 13mila spettatori riempiono la T-Mobile Arena di Las VegasDue settimane più tardi, Alvarez abbandona il titolo che viene assegnato a Gennady Golovkin.


7 Il bulgaro Kubrat Pulev, messo ko alla quinta da Wladimir Klitschko nel 2014, conquista il titolo europeo dei pesi massimi battendo ai punti Derek Chisora.
21 Con verdetto unanime, il cubano Erislandy Lara conserva le cintura WBA e IBO dei superwelter superando Vanes Martirosyan.
21 Jermall Charlo conserva la cintura IBF dei super welter, superando ai punti (verdetto unanime) Austin Trout.
21 David Haye batte in due riprese Arnold Gjergiaj.
28 Michele Di Rocco fallisce l'assalto al titolo WBA dei super leggeri, finendo ko all'ottava ripresa con Ricky Burns.

Giugno

3 Muore Muhammad Ali. Il ricordo di Vavel.

3 Rances Barthelemy, cubano residente negli States, va al tappeto nel secondo round, ma batte ai punti con un verdetto non unanime (117-110, 110-117, 116-111) Mickey Bey, conservando il titolo IBF dei pesi leggeri.
4 L'inglese Liam Smith conferma il titolo mondiale dei superwelter WBO e l'imbattibilità mettendo ko in due riprese Predrag Radosevic
11 Vasyl Lomachenko conserva la corona wBO dei pesi piuma battendo in 5 riprese Roman Martinez.
25 Nell'unico match disputato nel corso dell'anno, Keith Thurman conserva la corona WBA dei welter battendo ai punti (triplice 115-113) Shawn Porter.
26 Andrea Scarpa conquista il titolo silver WBC dei super leggeri battendo per intervento medico John Wayne Hibbert.
26 Anthony Joshua mantiene la corona IBF dei pesi massimi battendo Dominic Brezeale, che gli resiste per 7 riprese.

Luglio
9 A Trenton, New Jersey, Devis Boschiero resiste 12 riprese (un knock down nell'ultima) contro l'emergente Mario Barrios.
16 Guillermo Rigondeaux batte in due riprese James Dickens e conserva il titolo WBA dei super gallo
16 Arthur Abraham conquista il vacante titolo internazionale dei supermedi WBO battendo in 8 riprese il norvegese Tim Robin Lihaug
16 Largo successo ai punti per Terry Flanagan contro Mzkonke Fana.
16 Match Pari tra De Carolis e Tyron Zeuge.
16 Chris Arreola si arrende all'ottavo round a Deontay Wilder, che conserva il titolo WBC dei massimi con la 36esima vittoria prima del limite in 37 match.
23 Terence Crawford batte ai punti con verdetto unanime Viktor Postol (due volte al tappeto nel quinto round), mantiene la corona WBO dei superleggeri e strappa all'imbattuto ucraino quella WBC.
29 Nell'unica uscita dell'anno, il cubano Adonis Stevenson impiega 4 riprese per demolire Thomas Williams, conservando il titolo WBC dei mediomassimi.
30 Vittoria ai punti per Carl Frompton sul quotato e imbattuto Leo Santa Cruz. The Jackal conserva la corona WBA dei pesi gallo, ma il 28 gennaio ci sarà la rivincita.

Agosto
6 Andre Ward riconquista un titolo (International WBO dei mediomassimi) superando con verdetto unanime il colombiano Alexander Brand.
11 In vista del super match con Ward, Sergey Kovalev mantiene le sue cinture dei mediomassimi superando ai punti, con verdetto unanime, Isaac Chilemba, al tappeto nella settima ripresa.
21 A 42 anni Leonard Bundu subisce un terrificante ko da Errol Spence, di 16 anni più giovane. La cronaca di Vavel

Settembre
9 Daniel Jacobs supera in 7 round Sergio Mora (5 volte al tappeto) e conserva la corona WBA dei medi. Il suo soprannome, Miracle Man, gli tornerà utile il 18 marzo 2017, quando ci sarà la riunificazione del titolo con Gennady Golovkin.
10 Suicidio sportivo per Kell Brook. L'inglese sale di 13 libbre per tentare l'assalto alle corone dei medi di Golovkin, venendone demolito in 5 riprese (l'angolo getta la spugna) e rimediando una lesione alla cavità oculare.
10 Nel match più duro della sua carriera, il nicaraguense Roman Gonzalez conserva la cintura WBC dei pesi mosca battendo ai punti (115-113, 116-112, 117-111) Carlosa Cuadras, al primo stop dopo 35 vittorie.
16 Shinsuke Yamanaka mantiene il titolo WBC dei pesi gallo battendo per ko alla settima ripresa Anselmo Moreno, giù per 4 volte. Il campione subisce un knock down nella quarta ripresa.
17 Canelo Alvarez conquista in un duro match il titolo WBO dei superwelter. Liam Smith va al tappeto nel settimo e nell'ottavo round, e definitivamente nel nono a seguito di un gancio sinistro al corpo. L'incontro è organizzato dalla Golden Boy Promotions: 300mila acquisti in pay per view, 51mila spettatori riempiono l'AT&T Stadium di Arlington, Texas.
17 L'ucraino Oleksandr Usik, oro olimpico nel 2012 battendo in finale Clemente Russo, conquista con una vittoria ai punti su Krzysztof Glowacki la cintura WBO dei massimi leggeri.

22 Il campione del mondo dei pesi massimi (IBO, WBO, IBF, WBA) è positivo a un controllo antidoping: cocaina.
22 Dopo la sfortunata avventura olimpica, Carmine Tommasone conquista la cintura intercontinentale WBA dei pesi piuma battendo per ko alla quarta ripresa Jesus Antonio Rios.
29 Jorge Linares difende il titolo WBA dei leggeri battendo ai punti Anthony Crolla

Ottobre

15 Il danese Dennis Ceylan conquista il titolo europeo dei pesi piuma battendo in 12 riprese, con verdetto non unanime, Ryan Walsh. Ceylan subisce un conteggio nella prima  ripresa.

22 Sam Eggington conquista il titolo internazionale WBC dei welter demolendo in 8 riprese Frankie Gavin, contato 3 volte prima dello stop.

Novembre
5 "Pacman" ritorna campiona del mondo. Il filippino conquista il titolo WBO dei pesi welter sconfiggendo ai punti (verdetto unanime) Jessie Vargas, di 11 anni più giovane, contato nella seconda ripresa. In carriera, Vargas era stato sconfitto solo da Bradley.
5 Giovanni De Carolis perde la corona dei pesi super leggeri WBA, finendo ko nell'ultima ripresa contro Tyron Zuege.
12 In vista del match del super match del 4 marzo 2017 con Keith Thurman, Danny Garcia liquida in 7 riprese Samuel Vargas.
12 Luis Ortiz conquista il vacante titolo intercontinentale dei massimi WBA battendo ai punti Malik Scott, che resiste per 12 riprese nonostante 3 knock down.
12 A Montecarlo, Jason Sosa conserva la cintura WBA dei super piuma, battendo ai punti Stephen Smith, giù nella seconda ripresa.
19 Nel match più atteso dell'anno, Andre Ward batte ai punti (triplice 114-113) Sergey Kovalev e conquista le cinture WBA, IBF e WBO dei mediomassimi. Verdetto contestatissimo: Ward, al tappeto nel secondo round, ha vinto solo per i 3 giudici.

 


19 Marco Huck conserva il titolo IBO dei massimi leggeri battendo ai punti Dmytro Kucher.
26 L'imbattuto Nicholas Walters resiste 7 riprese a Vasyl Lomachenko, che conserva il titolo WBO dei piuma.
26 Terza difesa dell'anno del titolo WBO dei leggeri per Terry Flanagan, che spedisce ko all'ottava ripresa Orlando Cruz.
26 Andrea Scarpa perde ai punti contro Ohara Davies la cintura silver WBC dei super leggeri.

Dicembre
3 Emanuele Blandamura conquista il titolo europeo dei pesi medi battendo ai punti, con verdetto a maggioranza, Matteo Signani.
3 Un infortunio ferma alla terza ripresa il nigeriano Samuel Peter, che lascia il vacante titolo intercontinentale WBA dei massimi a Kubrat Pulev.
3 A sorpresa, il namibiano Julius Indongo batte per ko dopo 40 secondi Eduard Troyanovsky, reduce da 22 vittorie per ko in 25 incontri, e gli strappa la corona IBF e IBO dei superleggeri.
10 Anthony Joshua batte in 3 riprese Eric Molina, conservando la cintura IBF dei massimi, e annuncia il match con Wladimir Klitschko per il 29 aprile 2017. La cronaca di Vavel
10 Luis Ortiz mette ko alla settima ripresa David Allen.
10 Jermall Charlo mette ko alla quinta ripresa l'imbattuto Julian Williams e mantiene il titolo IBF dei super welter.
10 Terence Crawford difende le cinture wBC e WBO dei superleggeri battendo in 8 riprese John Molina.
10 In una sfida tra bad boys delusi, Dillian White batte ai punti con verdetto non unanime Dereck Chisora.
10 Abner Mares conquista il titolo WBA dei pesi piuma, battendo ai punti Jesus Andres Cuellar, al tappeto nell'undicesimo round.
10 Il neozelandese Joseph Parker conquista la vacante cintura WBO dei pesi massimi battendo ai punti (115-113, 114-114, 115-113) Andy Ruiz.
10 Emiliano Marsili conquista a 40 anni il titolo intercontinentale WBA dei pesi leggeri battendo ai punti Aristides Perez.
17 Alexander Povetkin, che nel 2013 ha costretto Wladimir Klitschko a 12 riprese, batte per ko alla sesta Johan Duhaupas.
17 Facile difesa della cintura WBO dei massimi leggeri per Usik, che spedisce 3 volte al tappeto (la definitiva nella nona ripresa) Thabiso Mchunu.
17 A 51 anni, il leggendario Bernard Hopkins subisce la prima sconfitta per ko della sua carriera finendo fuori dal ring contro tale Joe Smith, che non era nemmeno nato quando nel 1988 "The Executioner" disputò il suo primo match.


Share on Facebook