UEFA Futsal Cup, Pescara all'esame Final 4: prima tappa Inter SC

Domani avrà inizio la Final Four della UEFA Futsal Cup (equiparabile alla Champions League del calcio), che vedrà Pescara giocarsi un posto in finale contro l'Inter Movistar di Ricardinho.

UEFA Futsal Cup, Pescara all'esame Final 4: prima tappa Inter SC
Sarà l'Inter Movistar il primo esame europeo per Pescaa in queste FInal 4. Fonte foto: abruzzoquotidianosport.it

Domani sarà un momento storico per il Pescara, che per la prima volta nella sua storia prenderà parte alle Final Four della UEFA Futsal Cup, le quali quest'anno si terranno in quel di Guadajalara. 

L'ultimo ostacolo rimasto tra i biancoazzurri e la finalissima sono gli spagnoli dell'Inter Movistar (campioni di Spagna in carica), ritornati sul palcoscenico più importante dopo ben sei anni di assenza. Nella loro bacheca gli spagnoli possono vantare già tre titoli vinti (squadra più titolata) in un totale di cinque finali disputate (record eguagliato dalla Dinamo Mosca con le tre consecutive, tutte perse, disputate tra 2012 e 2014). Tra i confini nazionali a Marzo hanno conquistato la coppa (2-1 ai danni dell'El Pozo Murcia con reti di Ortiz e Ricardinho), mentre nella giornata di Venerdì è arrivato il primo posto nella regular season, che potrebbe lanciare l'equipe spagnola verso il prestigioso triplete. Il capocannoniere della squadra è il portoghese Fernando Cardinal con sei reti, mentre gli altri giocatori da tenere d'occhio sono lo spagnolo Ricardo Ortiz e il portoghese Ricardinho.

Dal canto suo Pescara è una delle due cenerentole di questo ballo europeo (l'altra è rappresentata dai russi dell'Ugra Yugorsk) ed arriva a queste Final Four dopo aver vinto, contro ogni pronostico, tutti e tre i gironi di qualificazione. Esattamente come l'Inter, la selezione pescarese ha vinto la coppa nazionale (decisiva la lotteria dei rigori contro Asti), mentre in campionato ha chiuso la regular season al secondo posto. Nonostante sia una debuttante, l'esperienza non manca tra le fila della squadra italiana: infatti il blocco formato da Ricardo Caputo, Cristian Burruto, Fabricio Calderolli, Leandro Cuzzolino e Rogerio Da Silva è reduce dalla vittoria continentale datata 2010 e firmata con Montesilvano; vittoria in finale ai danni dello Sporting Lisbona con il punteggio di 5-2. Il capocannoniere della squadra è Rogerio Da Silva con 10 reti, mentre gli altri due da tenere d'occhio sono Betao (ex della gara visti i suoi trascorsi in maglia Movistar tra il 2008 e il 2013) e Edoardo Ercolessi (difensore della nazionale).

La gara di Pescara avrà luogo alle ore 21:00, mentre prima alle 18:30 saranno Benfica e Ugra Yugorsk ad aprire le danze di queste Final Four. Nel primo match sono tanti gli spunti, infatti i portoghesi tenteranno di ritornare in finale dopo cinque anni di assenza (ultima apparizione nel 2010, quando vinsero il titolo guidati da Ricardinho), mentre i russi proveranno l'ennesimo upset dopo aver fatto fuori il colosso kazako del Kairat Almaty. Entrambe vincitrici della coppa nazionale e seconde nei rispettivi campionati nazionali, sicuramente daranno vita ad una partita avvincente dove terrà banco la sfida tra i due goleador Alessandro Patias (9 centri) ed Eder Lima (capocannoniere della competizione con 13 gol).