Live Giro d'Italia, 20^ tappa Saint Vincent - Sestriere: vince ancora Aru, Contador staccato ma è Rosa

Live Giro d'Italia, 20^ tappa Saint Vincent - Sestriere: vince ancora Aru, Contador staccato ma è Rosa
Saint Vincent
Sestriere

Si chiude qui la diretta testuale della 20^ tappa del giro d'Italia, quella che ha consacrato Fabio Aru, al secondo successo consecutivo, ed Alberto Contador, che porta la maglia Rosa a Milano, non senza alcune difficoltà sul Colle delle Finestre. Andrea Bugno e la redazione di Vavel Italia vi ringraziano per la cortese attenzione e vi danno appuntamento ai prossimi live! 

Il bacio di Alberto Contador alla maglia rosa. 

L'avevamo visto triste ed incupito nei giorni precedenti quando vestiva la maglia bianca, ma negli ultimi due giorni Fabio Aru ha ritrovato uno splendido sorriso. 

L'attacco di Aru quando mancavano pochi chilometri all'arrivo del Sestriere. 

L'arrivo di Contador sul traguardo di Sestriere. Il sorriso del vincitore. 

Aru: "C'ho creduto tantissimo nella vittoria di oggi, devo ringraziare tutti i tifosi qui, a casa, in tutta Italia. Abbiamo fatto tutti fatica sul Colle delle Finestre, sia io che Alberto. Sono riuscito ad incollarmi da Hesjedal e siamo rientrati su Landa a valle. Mikel ha fatto un lavoro strepitoso, lo ringrazio per queste tre settimane e dico grazie anche alla squadra". 

Questa, invece, la classifica generale quando al termine del Giro manca soltanto la passerella di Milano

Questo l'ordine d'arrivo della tappa odierna

Ancora la bellezza dell'arrivo di Fabio Aru

ALBERTO CONTADOR VINCE IL GIRO D'ITALIA CON 2' DI VANTAGGIO SU FABIO ARU!

L'esultanza di Contador al traguardo

La gioia di Fabio Aru

Uran: "Ho provato fino in fondo a vincere la tappa, ma Fabio è stato bravissimo. Non sono riuscito a tenerlo, ne aveva troppa. Sono contendo delle mie ultime due tappe, ho provato a fare bene, ci sono riuscito anche se non sono riuscito a vincere. 

ARRIVA ANCHE ALBERTO CONTADOR! IL SUO RITARDO E' DI 2'25''! ESULTA CONTADOR! SI SISTEMA LA MAGLIA ED ESULTA!!!! 

Gestisce tranquillamente Contador. Vince il Giro, ma oggi ha tremato! Sul Colle delle Finestre il pistolero ha sofferto, ha perso, ma ha saputo gestire al meglio le sue energie. 

Aru dovrebbe guadagnare 4'27'' considerando i 10'' di abbuono. 

Secondo Hesjedal, terzo Uran, quarto Landa. 

DA TUTTO ARU PRIMA DI TAGLIARE IL TRAGUARDO! FINO ALL'ULTIMO CENTIMETRO! SCATTA PER FARE LA VOLATA DA SOLO! SPETTACOLARE VITTORIA, LA SECONDA DI FABIO ARU!!!! 

ORAMAI IL BIS E' COSA CERTA PER FABIO ARU! SECONDA VITTORIA DI FILA! CHE FENOMENO ARU! SCATTA ANCORA SUI PEDALI! 

ULTIMO CHILOMETRO! STAREMO A VEDERE SE CONTADOR RISPONDERA' 

CROLLA ANCHE RIGOBERTO URAN! FABIO ARU CI PROVA ANCORA! CHE CUORE! FINO IN FONDO! E' TUTTO SOLO IL SARDO! 

MOLLA HESJEDAL! C'E' SOLO URAN DIETRO ARU! 

17.10 - FABIOOOOO ARUUUUUUU!!! STACCA TUTTI E VA VIA!!!!! HESJEDAL E URAN ALLA SUA RUOTA! 

17.08 - 2.5 - PARTONO ANCORA LANDA E ARU! NON TIENE KRUIJSWIJK! URAN C'E' E PEDALA ANCORA BENE

17.06 - 3 Km - Sale ad 1'30'' il vantaggio degli uomini di testa, ma Contador controlla e gestisce. 

17.02 - 5 Km - Ancora Landa a trainare il quintetto di testa. Contador transita ai -5 con 1'25'' 

17.01 - LANDA E ARU PROVANO ANCORA A SCATTARE! ZAKARIN NON TIENE! CI SONO ANCORA HESJEDAL, URAN E KUIJSWIJK! 

1'10'' per Contador quando mancano 6 chilometri all'arrivo. Sembra difficile possa perdere altri 3' da Aru in questo finale di tappa. 

16.58 - 6.5 Km - Torna sul minuto il ritardo di Contador. Il forcing di Landa in testa al sestetto ha riaperto la ferita del corridore spagnolo, quando la parte impegnativa di salita sta per arrivare. 

Questa l'altimetria dell'arrivo al Sestriere. Salita ancora leggera per il momento, ma tra due chilometri inizierà a crescere la pendenza. 

16.55 - Il gruppo Aru riprende Landa e Zakarin. Sono sei in testa, con Contador ad 1'

16.55 - S'è ripreso Contador. Più fluida la pedalata, meno pesante sui pedali. 

16.54 - S'è fermato Landa, in attesa dell'arrivo di Aru ed Hesjedal

16.52 - Guadagnano gli inseguitori sulla coppia di testa. 30'' per Aru nei confronti di Landa, mentre Contador torna a 1'22''

16.51 - 10 Km - Inizia adesso la salita verso il Sestriere. 

Questa la situazione in classifica generale. 

Landa ed Aru adesso sono a 3'45'' da Contador 

16.47 - Contador riprende Kangert in un tratto di falsopiano, ma il compagno di Aru e Landa non darà una mano alla maglia rosa. 

16.46 - 15 Km - Contador transita con 1'37'' da Landa. In mezzo il gruppo Aru, formato da Hesjedal, Uran e Kruijswijk .

Storie tese in corsa. Landa cerca aiuto da Zakarin che non lo degna di uno sguardo. Stessa cosa Aru nei confronti di Rigoberto Uran. Storie comuni nel ciclismo, che però si ripropongono quando in ballo ci sono interessi e fini personali e di squadra. 

16.43 - 15 Km - Landa e Zakarin aumentano leggermente il vantaggio nei confronti del gruppo Aru, ora a 50'', ma Contador mantiene 1'35''. Il momento difficile per lo spagnolo è ora però, quando inizia a salire la strada verso Sestriere. 

16.40 - 20 Km - Al cartello dei -20 al traguardo Aru, Uran, Hesjedal e Kruijswijk hanno 45 secondi da Landa e Zakarin, Contador transita con 1'35''

16.38 - Kruijswijk raggiunge il gruppetto Aru, mentre davanti Landa fa l'andatura, con Zakarin che non aiuta lo spagnolo. 

Pioggia, vento, strada sterrata ed una salita davvero dura oltre ogni limite, ha mietuto una vittima illustre: si tratta di Alberto Contador, che dapprima non ha saputo rispondere all'attacco di Mikel Landa, poi ha visto anche Kruijswijk, Hesjedal, Uran e Aru, andare da soli in vetta. Il pistolero perde 1'30'' da Landa, ma ora è da solo e deve inseguire sia la testa della corsa che il gruppetto Aru. 

I passaggi dei corridori al Gpm! 

16.32 - A fatica Contador transita sul Colle delle Finestre: 1'27'' il suo ritardo! CHE EMOZIONI!

16.30 - Primi inseguitori sono Rigoberto Uran e Ryder Hesjedal con Fabio Aru a 35''

LANDA IN VETTA ALLA CIMA COPPI! PRIMO AL GPM, ZAKARIN A RUOTA! 

16.29 LANDA ANCORA! MENTRE DUE ALI DI FOLLA ACCOMPAGNANO I CORRIDORI VERSO LA VETTA! UNO SPETTACOLO CHE SOLO QUESTO COLLE DELLE FINESTRE SA DARE! 

16.28 Uran ed Hesjedal staccano Aru, ma Contador è ancora dietro. 

16.27 - 28 Km - LANDA E ZAKARIN IN TESTA ALLA CORSA! LO SPAGNOLO STACCA IL RUSSO E VA VIA! SCATTA ANCORA IL BASCO! CONTADOR A 1'25''! 

16.25 - INCREDIBILE SUL COLLE DELLE FINESTRE! CONTADOR NON RIESCE A REAGIRE! FATICA TREMENDA PER IL LEADER DEL GIRO! ARU, HESJEDAL E KRUIJSWIJK HANNO STACCATO LO SPAGNOLO CHE DEVE GESTIRSI IN QUESTI ULTIMI SECONDI! 

16.23 - HESJEDAL!!!! CHE AZIONE DI RYDER HESJEDAL, MA LA NOTIZIA E' LA CRISI DI ALBERTO CONTADOR! IN CRISI CONTADOR! ARU STACCA IL PISTOLERO! SONO IN TRE, DAVANTI ALLO SPAGNOLO! MA CHE FATICA CONTADOR, QUASI PIANTATO! 

Questa l'azione di Mikel Landa

16.21 Il paesaggio è DA BRIVIDI! Il gruppetto di Contador (6 unità) transita sotto il cartello dei 30 chiloemtri all'arrivo. Landa è riuscito a staccare tutti ed adesso è assieme a Zakarin in testa alla corsa.  

16.18 - Landa ha raggiunto Zakarin. Manca poco al ricongiungimento, ma lo spagnolo sembra avere la gamba per staccare il fuggitivo ed andare via da solo quando mancano 2.5 chilometri ancora alla vetta del Colle delle Finestre. 

Questo il gruppo maglia rosa

16.17 - Continua a guadagnare Landa! 30'' di ritardo da Zakarin, 45'' di vantaggio su Contador. 

16.15 - SCATTI A RIPETIZIONE, ADESSO E' KRUIJSWIJK A RIPORTARSI SUL CANADESE, CON CONTADOR SEMPRE SEDUTO SUL SELLINO A RUOTA DELL'OLANDESE! 

16.15 - SE NE VA ANCHE HESJEDAL, CONTADOR NON RISPONDE! 

16.14 - IMPRESSIONANTE MIKEL LANDA! UN ATTACCO SECCO E DECISO! HA GUADAGNATO CIRCA 15-20 SECONDI SUL RESTO DEL GRUPPETTO! 

16.12 - PARTE MIKEL LANDA!!!! CONTADOR A RUOTA, MA LANDA HA FATTO IL VUOTO!!!! CONTADOR NON TIENE LA RUOTA DI LANDA! KRUIJSWIJK A RUOTA DEL PISTOLERO! 

Queste le immagini dello sterrato dall'alto

Ecco la vetta del colle delle Finestre, con i tifosi che aspettano i propri idoli. 

16.08 - 33 Km - Ancora Kruijswijk in testa a rilanciare l'andatura del gruppo maglia rosa. Amador crolla a 2', molla anche Benat Intxausti. 

16.06 - Molto efficace l'azione di Zakarin che fatica ma resiste ancora in testa con 1'25'' sul gruppo Contador. 

16.04 - La strada si fa dura!! Ogni tornante è una preghiera per i corridori. Contador sempre sui pedali anche se il pistolero fa fatica ad imprimere la classica potenza alla sua pedalata. 

16.02 - 35 Km - Fa fatica Zakarin. Perde qualcosa nei confronti del gruppo, che attacca adesso gli ultimi chilometri. Contador SUI PEDALI! 

16.00 Zakarin entra negli ultimi chilometri più duri. Quelli del terreno e dello sterrato. Inizia l'inferno degli ultimi otto chilometri. 

15.58 - CONTADOR! PARTE IL PISTOLERO ED ACCELERA CUCENDO LO STRAPPETTO CON KANGERT E KRUIJSWIJK! PERDE TERRENO ARU! 

15.57 - Si fa vedere Kruijswijk! Allunga leggermente assieme a Kangert, ma l'olandese prova l'azione solitaria. 

15.55 - 37 Km - PRIMI SCATTI IN GRUPPO! KANGERT PRIMA, POI KRUIJSWIJK E CONTADOR A RUOTA! CI SONO LANDA E ARU OLTRE AD INTXAUSTI E HESJEDAL ALLA RUOTA DELLA MAGLIA ROSA! 

15.53 - Dopo Visconti anche Siutsou abbandona la concorrenza. Il forcing dell'Astana miete vittime illustri, mentre Zakarin viaggia indisturbato verso la vetta. 

15.50 - In difficoltà la maglia azzurra di Giovanni Visconti. Bene ieri, ma oggi non regge l'imponenza del Colle delle Finestre e lascia la compagnia del gruppo. Classifica scalatori a rischio per lui. 

15.48 - 39 Km - Stranamente indietro Mikel Landa, che si trova a metà gruppo. Inusuale posizione per lo spagnolo, che non è a ruota di Aru e dei primi compagni di squadra. 

Questo il lavoro di Sanchez, che però adesso lascia il posto a Paolo Tiralongo. 

Sanchez e Tiralongo trainano il gruppo, effettuando la prima selezione. Gruppo che conta, però, ancora una quarantina di unità

15.44 - In testa, nel frattempo, ritmo pazzesco per Zakarin che ha guadagnato circa 30 secondi. 

15.42 - Strada che inizia a stringersi. Il gruppo si assottiglia, con l'Astana che prende la testa del gruppo. Tiralongo inizia a fare il solito ritmo forsennato. 

15.40 - 42 Km - Zakarin va via a Berlato, in crisi, e va via da solo. Al suo inseguimento si tuffa Pirazzi, mentre il gruppo è ancora tranquillo, compatto. 

15.37 - Zakarin stacca Izaguirre e va a riprendere Berlato. Due gli uomini in testa alla corsa, per il momento. 

15.35 - Zakarin e Izaguirre sono i primi inseguitori del fuggitivo. Si trovano ad una ventina di secondi, con Bongiorno che sta recuperando terreno su di loro . 

Questo il pubblico che aspetta trepidante l'arrivo della carovana in vetta al Colle delle Finestre

15.31 - 45 Km - Parte Bongiorno! Va via al resto del gruppo e sale molto bene. Riprende i primi inseguitori e si lancia alla rincorsa di Berlato. 

15.30 - Berlato, uno dei nove corridori in fuga, parte tutto solo e attacca. Si staccano tutti gli altri, con il gruppo che insegue a 35''

15.30 - I favoriti per la tappa di oggi, quando il gruppo entra a Susa. Il favorito numero uno è, ovviamente, Alberto Contador, che oltre ad essere il più forte del Giro in salita, vorrebbe anche vincere una tappa lasciando un ulteriore segno sulla corsa. Mikel Landa è quello che meglio si è comportato assieme al pistolero. L'unico che ci sembra in grado di poter tenere il passo con il numero uno. Dubbi su Aru, che potrebbe confermare la buona gamba di ieri, ma anche crollare come nei giorni scorsi. Attenzione a Kruijswijk e Konig, oltre a Rigoberto Uran visto molto pimpante ieri. 

15.25 - Si attacca il Colle delle Finestre! Tra i fuggitivi già si staccano i primi corridori, in testa al gruppo ci sono Tinkoff e Astana. 40'' di ritardo. 

15.23 - 48 Km - Volata al traguardo volante di Susa. Passa ancora Boem, davanti a Bandiera. Volata lunghissima, quasi 200 metri. 

15.20 - 51 Km - Non c'è alcuna speranza per i nove al comando che con ogni probabilità verranno ripresi non appena la strada inizierà a salire. 1'50'' sul gruppo, nel frattempo. 

15.15 - 55 Km - Man mano che si avvicina l'inizio del Colle cresce l'attesa in gruppo. I primi chilometri sono già pesantissimi con pendenze che vanno dal 12% al 14%. 

Questa la situazione sul Colle delle Finestre, con i tifosi di Aru che già sventolano le bandiere della Sardegna.

15.05 - 60 Km - Ritardo sempre costante con 1'44 dei nove battistrada (Bérard, Bandiera, Boem, Saramotins, Ulissi, Izagirre, Berlato, Busato, Zakarin) sul gruppo maglia rosa di Contador. 

15 - 70 Km - Situazione piuttosto tranquilla quando mancano circa 25 chilometri al passaggio a Susa che significa l'inizio del Colle delle Finestre. Gruppo che è tornato sotto ai battistrada dimezzando lo svantaggio. 

14.45 - 80 Km - Attaccano i nove fuggitivi che guadagnano un minuto sul gruppo maglia rosa, che ha leggermente rallentato l'andatura. Adesso il distacco è di 2'35''

Queste le immagini della partenza della tappa, con Contador e la nuova maglia azzurra, Giovanni Visconti. 

14.30 - 90 Km - Traguardo volante a Venaria Reale: è  Nicola Boem  (Bardiani - CSF) a transitare per primo prendendosi i punti del traguardo volante

14.15 Si scalerà il Colle delle Finestre, con tanti tornanti e soprattutto strada sterrata. Niente asfalto, quasi una corsa campestre. Impossibile alzarsi sui pedali perché la ruota potrebbe slittare. Una salita di una difficoltà immane. Ecco le immagini. Paesaggio fantastico, salita un pò meno. 

Ecco le prime immagini dalla fuga

Inizia a salire il rirmo del gruppo, con gli uomini Tinkoff che fanno ovviamente l'andatura per andare a riprendere i fuggitivi. E' oramai chiaro che Alberto Contador proverà a lasciare la sua firma sul Colle delle Finestre. 

14.00 Inizia la diretta di Vavel con l'aggiornamento live dalla corsa! 

A metà gara, dopo quasi 100 chilometri dal traguardo, nove sono i corridori in fuga, ma il gruppo controlla tranquillamente il distacco, che in questo momento si attesta attorno ai due minuti. 

Questa la composizione del gruppetto di battistrada: Ilnur Zakarin - KAT; Jon Izagirre Insausti - MOV; Diego Ulissi - LAM; Julien Berard - ALM; Marco Bandiera - AND; Nicola Boem  - BAR; Aleksejs Saramotins - IAM; Giacomo Berlato - NIP; Matteo Busato - SOU

Buongiorno e benvenuti amici lettori alla diretta testuale della 20^ e terzultima tappa del Giro d'Italia 2015. Si riparte da Saint Vincent e si arriva al Sestriere, dopo 199 chilometri fatti da una prima metà di gara tranquilla prima di affrontare il temutissimo Colle delle Finestre (anche Cima Coppi quest'anno), che vedrà i corridori sfidarsi prima della passerella sulla salita morbida del Sestriere. Da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia l'augurio di un buon pomeriggio in nostra compagnia. 

Ci siamo lasciati con la vittoria roboante di Fabio Aru ai piedi del Cerivno che con sé si è trascinata via quell'ondata di polemiche che ha coinvolto il corridore sardo nei primi venti giorni di Giro d'Italia. Quello che alla vigilia era stato accreditato come diretto rivale di Alberto Contador ha sofferto tanto tra le sue strette spalle ed è andato spesso in crisi, prima di ribellarsi e ripetere una delle sue azioni sulla salita che l'ha visto diventare grande tra gli under prima e tra i Pro ieri pomeriggio. Uno scatto, due sgasate degne di un talento cristallino che è giusto far crescere in tranquillità senza inutili pressioni. 

Ci ritroviamo ai piedi della Cima Coppi del Giro d'Italia 2015. L'ultimo ballo. Il Giro si concede una giornata di gala, un volo in quota, oltre i 2150 metri del Colle delle Finestre, prima dell'arrivo, sempre oltre quota 2000, al Sestriere. 

La penultima tappa, ultima in termini di corsa per la classifica generale, si preannuncia spettacolare, con l'Astana che proverà a fare l'ultimo e decisivo tentativo per provare a mettere in difficoltà Contador. Dopo i primi 150 km senza ostacoli altimetrici, i corridori affronteranno il temutissimo Colle delle Finestre, Gpm di prima categoria, con 18 km di salita con unpendenza media del 9,2%, e con gli ultimi 7,8 km di ascesa da percorrere su strada sterrata. Il Colle delle Finestre rappresenta anche la Cima Coppi di questa edizione del Giro d'Italia, con lo scollinamento previsto a quota 2129 metri di altitudine. E' la salita più dura del Giro insieme al passo del Mortirolo, ed è inevitabile immaginare che produrrà una selezione naturale, con i migliori della generale a contendersi i piazzamenti definitivi. 

Dopo una quindicina di km di discesa, i corridori affronteranno il gran premio della montagna del Sestriere, di terza categoria, lungo una salita di 9,2 km con una pendenza media del 5,4%. Contador pare intenzionato a mettere il sigillo sulla sua vittoria al Giro con un trionfo nella tappa più attesa, mentre saranno da verificare le condizioni dei suoi avversari, in primis quelle di Fabio Aru, che oggi ha prodotto uno sforzo notevole all'ombra del Cervino.

Quando il plotone approderà a Susa, si troverà al cospetto di un gigante, solcato due volte al Giro. Un simbolo di spettacolo, ma anche di fatica e di impotenza. 18,4 km, per metà in sterrato, con pendenze che toccano il 14%, 11% per quel che riguarda la porzione non asfaltata.

Picchiata veloce fino a Pourrières, poi di nuovo salita lungo le rampe di Pragelato. Si tocca nuovamente una pendenza del 9%, l'arrivo è posto, dopo 199 km di corsa, al Sestriere

Grazie ad una prova d'orgoglio e di grinta, il 24enne sardo Fabio Aru si è aggiudicato per distacco la diciannovesima tappa del Giro d'Italia a Cervinia. Il corridore dell'Astana ha rifilato 28 secondi al canadese Ryder Hesjedal e 1'18" al gruppo maglia rosa, anche se Alberto Contador è comunque apparso in pieno controllo della corsa, facendo maggiormente attenzione soprattutto a marcare il connazionale Mikel Landa, ora terzo in classifica generale, scavalcato proprio dal compagno di squadra e vincitore della tappa odierna. Grandissimo protagonista è stato Giovanni Visconti. Lo scalatore della Movistar, in fuga dalla prima ora, ha provato l'azione solitaria lungo le rampe del Col de Saint Pantaléon entusiasmando la platea per classe e coraggio, ma dopo il tratto in discesa verso Cervinia la benzina è finita, finendo per essere assorbito e lasciato indietro dagli uomini di classifica. 

Un Fabio Aru finalmente libero, sorridente, che ha parlato così subito dopo l'arrivo: "Per me questa è una vittoria speciale. Conoscevo perfettamente gli ultimi 100 km di corsa, già percorsi durante il Giro della Val d'Aosta, una delle mie gare under-23 preferite. Ci sono stati momenti difficili in queste tre settimane, ma la squadra mi è sempre stata vicino. Anche oggi i miei compagni di squadra hanno fatto un lavoro favoloso fino all'ascesa finale, tenendo sotto controllo la gara. Ringrazio ognuno di loro per questa vittoria".

Lo spagnolo Alberto Contador conserva la maglia rosa, ostentando sicurezza e tranquillità: "Ho scelto di tener d'occhio Landa, che era il rivale più vicino in classifica. Purtroppo nella salita finale sono rimasto da solo, senza compagni di squadra, che fanno sempre un lavoro fantastico a inizio gara. Non potevo rispondere a tutti gli scatti di Landa e Aru. La vittoria di tappa? Per me conta indossare la maglia rosa, e il risultato di oggi è perfetto da questo punto di vista. Domani? La tappa del Sestriere è molto bella, con una salita durissima (il Colle delle Finestre, ndr), forse più difficile di quelle che abbiamo affrontato oggi. Dovrò resistere agli attacchi dei miei avversari, ma potrei anche attaccare io, non si sa mai".

Doveroso l'approfondimento per quanto riguarda le classifiche generali. Mentre la maglia Rosa sembra oramai assegnata da tempo, ci si gioca ancora la maglia Azzurra di miglior scalatore del Giro. L'impresa di Giovanni Visconti sulle due vette di Saint Barthélemy e Saint Pantaléon gli è valsa la conquista della maglia davanti a Benat Intxausti ed a Kruijswijk, che adesso insegue terzo. Quella di oggi sarà una tappa decisiva anche per questi tre corridori, che sul Colle delle Finestre si giocheranno la palma di miglior scalatore. 

Share on Facebook