Giro del Delfinato, 4° tappa: bis di Bouhanni

Il velocista della Cofidis conquista il secondo successo di tappa, precedendo Van Genechten e Mezgec.

Giro del Delfinato, 4° tappa: bis di Bouhanni
Giro del Delfinato, 4° tappa: bis di Bouhanni

La maglia verde di Nacer Bouhanni illumina il traguardo di Sisteron. Pugni chiusi in segno di esultanza, braccia alzate in segno di forza. Bouhanni rifila la seconda stoccata ai rivali, prima dell'arrivo, al Delfinato, delle grandi montagne. Anche la volata di Sisteron non ammette repliche. Van Genechten è la sorpresa di giornata, secondo davanti a Mezgec. 

Non paga l'azzardo di Dumoulin, che prova a rompere i piani di Bouhanni lanciando in netto anticipo lo sprint. Nei 100 metri finali, quando infuria la battaglia, l'azione del velocista dell'Ag2r si spegne. 

Non cambia nulla nella generale, con Rohan Dennis al comando e Van Garderen, col medesimo tempo, in seconda posizione. In rampa di lancio Vincenzo Nibali, oggi al primo assaggio di salita, con qualche pedalata nelle prime posizioni lungo le rampe della Cote de Marquise. Il siciliano paga 4 secondi a Dennis, ma la lotta è con chi si trova alle spalle del capitano dell'Astana, Valverde e Froome. 

Tappa lunga la quarta, da Anneyron a Sisteron, tre Gpm disposti lungo il percorso, terreno per attaccanti, ma soprattutto occasione da non perdere per le ruote veloci. Dopo tre chilometri, prende il via la fuga di giornata. Van der Sande e Keizer escono dal gruppo, la BMC non si preoccupa di chiudere. Due corridori non possono spaventare il plotone, e il vantaggio si dilata rapidamente, superando i 7 minuti. 

Il disavanzo diminuisce quando in testa si portano le squadre dei velocisti. Sono Cofidis e MNT-Qhubeka a ricucire il buco, ma la presenza della Cote de Marquise nella parte finale della tappa arricchisce l'uscita odierna di un pizzico di incertezza. Keizer spara, sull'ultima ascesa, le residue cartucce, mentre Gautier, Haga e Wellens lasciano il gruppo. Il belga salta lo stremato Keizer, mentre Nibali mette sotto pressione i rivali. 

Il ritorno di Orica e MNT restituisce linearità alla corsa, quando mancano 3 km al traguardo. Lo sparo di Martin, con Oss a ruota, è vano, come il tentativo di Gallopin, è volata. Dumoulin anticipa, salta e lascia strada a Bouhanni, regale sulle strade del Delfinato.   

Ordine d'arrivo:

Classifica generale:


Share on Facebook