Route du Sud, 3° tappa: la montagna chiama Contador e Quintana

Tre ascese di prima categoria, alla Route du Sud va in scena la tappa regina.

Route du Sud, 3° tappa: la montagna chiama Contador e Quintana
Route de Sud, 3° tappa: la montagna chiama Contador e Quintana

181 km, 3 Gran Premi della Montagna di prima categoria, la Route du Sud si decide nella terza tappa, da Izaourt a Bagnères de Luchon. La Haut Balestas, vetta posta a 1646 metri, è l'ascesa che introduce alla parte più impegnativa del percorso. Dopo una ripida discesa, è infatti in programma la seconda difficoltà. Il gruppo affronta il Col de Val Louron Azet. Lo scollinamento è previsto al km 65.7. 

Da qui all'ultima asperità, un lungo tratto con pendenza favorevole, chilometri importanti per recuperare gamba e energie in vista del colosso conclusivo. Il traguardo è posto al termine di una veloce picchiata - 20 km da divorare tutti d'un fiato -  ma prima bisogna sorvolare il Port de Balès, toccare i 1755 metri. 

Alberto Contador, sempre attento, concentrato, in questo avvio, è atteso al proscenio. Il pubblico di Francia assapora il primo assaggio di Tour, il primo duello tra il Pistolero e Nairo Quintana. Il colombiano, al momento, è un'incognita, dopo le lunghe giornate di allenamento lontano dai riflettori. Nelle due tappe di approccio verso le salite più aspre della Route du Sud, Nairo si è posto alla ruota di Alberto, protetto dai compagni. Non una pedalata in più, uno sforzo controllato, la consueta maschera in volto. 

Il leader attuale, Bryan Coquard, è pronto a cedere il simbolo del primato, dopo il successo nella seconda tappa. Il numero uno è virtualmente appeso sul Port de Balès, chi doma un mito di Francia può indossare i panni del vincitore. 


Share on Facebook