Live Tour de France, ventesima tappa Modane Valfréjus - Alpe d'Huez in diretta

Live Tour de France, ventesima tappa Modane Valfréjus - Alpe d'Huez in diretta
Modane Valfrejus
110 Km
Alpe d'Huez

Con la vittoria di Thibaut Pinot sull'Alpe d'Huez, e quella finale di Chris Froome che si è difeso dagli attacchi di Quintana, Andrea Bugno e la redazione ciclismo di Vavel Italia vi ringraziano per la cortese attenzione e vi danno appuntamento alla passerella di domani sugli Champs Elisee

Emozioni indescrivibili sulle strade del Tour de France. Tanti i temi da sui quali parlare, dalla vittoria di Froome, con annessa sconfitta nell'ultima sfida con Quintana, e le occasioni perse dal numero due, che rimane a bocca asciutta. Terzo Valverde, favorito dalla foratura di Nibali all'ingresso dell'Alpe d'Huez. 

L'arrivo all'Alpe d'Huez in tre foto: Pinot vince, Quintana saluta a testa alta, Froome sfinito, saluta da vincitore. 

QUESTA INVECE LA CLASSIFICA FINALE DEL TOUR DE FRANCE 2015! 

QUESTO L'ORDINE D'ARRIVO SULL'ALPE D'HUEZ! 

ARRIVA A TESTA ALTISSIMA ANCHE VINCENZO NIBALI! 

NON RIESCE NEMMENO AD ESULTARE IL BRITANNICO, CHE VINCE IL SECONDO TOUR DELLA SUA CARRIERA, TENENDO CIRCA 40 SECONDI DA QUINTANA! 

ARRIVA FROOME LANCIANDO LA VOLATA CON VALVERDE! CE LA FA IL BRITANNICO, CHE TIENE LA MAGLIA GIALLA E VINCE L'EDIZIONE 2015 DEL TOUR DE FRANCE! VINCE CHRIS FROOME!!!! 1'30" DA QUINTANA!

ARRIVA HESJEDAL, MA TUTTO E' PRONTO PER L'ARRIVO DI FROOME! 

SPRINTA QUINTANA CHE ARRIVA A 18" DAL TRANSALPINO! SEI I SECONDI DI ABBUONO!

VINCE THIBAAAAUUTTTT PIIIIINOOOOOOOOOOOTTT!!! ALL'ALPE D'HUEZ VINCE UN FRANCESE: E' THIBAUT PINOT! 

ULTIMA CURVA PER PINOT! 

1'30" TRA QUINTANA E FROOME, SCATTA IL BRITANNICO PER EVITARE DI PERDERE ULTERIORMENTE! DOVREBBE AVERCELA FATTA CHRIS FROOME! 

MILLE METRI SEPARANO PINOT DAL SUCCESSO ALL'ALPE D'HUEZ! CHE IMPRESA PER L'IDOLO DI CASA DOPO IL PODIO DELLO SCORSO ANNO! 

SPIANA LEGGERMENTE LA STRADA, LIMITA I DANNI FROOME CHE SEMBRA SEMPRE PIU' VICINO ALLA CONQUISTA DEL TOUR! PINOT HA ANCORA 25" SU QUINTANA PER IL SUCCESSO DI TAPPA! 

SERVIREBBERO ALTRI 50" AL SECONDO CLASSIFICATO! 1'20" DI VANTAGGIO QUANDO MANCANO 2 CHILOMETRI ALLA FINE! UN EPILOGO CLAMOROSO! STUPENDO!

ATTENZIONE A QUESTI ULTIMI DUE CHILOMETRI! CI PROVA NAIRO! VUOLE PROVARCI FINO ALL'ULTIMO METRO DISPONIBILE! 1'20" DI VANTAGGIO! SEMBRA ANCORA TROPPO POCO! 

ANCORA QUINTANA!!!! RAGGIUNGE HESJEDAL E SCATTA ANCORA, LASCIANDOLO SUL POSTO, VUOLE ALMENO LA TAPPA QUINTANA, CON IL CANADESE CHE RESTA COMUNQUE AGGRAPPATO, MA IL PASSO DI QUINTANA E' PAZZESCO! 

SEMBRA POTER RESISTERE FROOME, ALTRI 3000 METRI LO SEPARANO DAL TOUR DE FRANCE, MA CHE FATICA! 

E' UNA LOTTA CONTRO IL TEMPO PER QUINTANA! UN MINUTO E DIECI IL VANTAGGIO! IL BRITANNICO E' ALLA RUOTA DI PORTE, MENTRE QUINTANA E' SOLO VERSO LA STORIA, VERSO UN SUCCESSO CHE SAREBBE STORICO E CLAMOROSO! 

RILANCIA L'ANDATURA IL NUMERO DUE DEL TOUR. L'IMPRESA E' SEMPRE PIU' DIFFICILE MA CI STA PROVANDO IN TUTTI I MODI POSSIBILI! STA DANDO FONDO A TUTTE LE ENERGIE! CHE TAPPA!!!

QUINTANA HA 45" DA PINOT, QUASI UN MINUTO SU FROOME! 

ECCOLO LO SCATTO DECISIVO DI QUINTANA! SI ALZA SUI PEDALI E ATTACCA! TAPPA E MAGLIA: CINQUEMILA METRI PER UN SOGNO, BOCCHEGGIA FROOME!!!

ULTIMI 5000 METRI PER PINOT! QUINTANA MANTIENE ANCORA LO STESSO VANTAGGIO, DOVRA' DARE TUTTO PER TOGLIERE LA MAGLIA GIALLA A FROOME. ALTRI DUE MINUTI DA CONQUISTARE, SEMBRA UN'IMPRESA. 

NIBALI RIPRENDE CONTADOR, CHE PECCATO! CHE SFORTUNA PER LO SQUALO DI MESSINA CHE RESTA A 40" DALLA MAGLIA GIALLA, CON UNA CONDIOZIONE SUPERIORE! 

INCREDIBILE LE ALI DI FOLLA CHE ACCOMPAGNANO I CORRIDORI. BELLISSIMO! EMOZIONI INCREDIBILI! 

PINOOOOOT! BELLISSIMO LO SCATTO DEL FRANCESE! QUINTANA HA 40" SU FROOME! 

QUESTA LA SITUAZIONE ATTUALE! 

QUINTANA HA QUASI 30 SECONDI SU FROOME! 

HESJEDAL ATTACCA PINOT! PROVA AD ANDARSENE DA SOLO! 10 METRI DI VANTAGGIO PER IL CANADESE, NON RESISTE IL FRANCESE! CHE TAPPA, CHE EMOZIONI! 

QUINTAAANAAAA!!! SE NE VA CON ANACONA, SI STACCA VALVERDE! DEVE ANDARE VIA QUINTANA SE VUOLE PROVARE A VINCERE IL TOUR! SALITA LUNGHISSIMA, MA CI PUO' PROVARE!

NIBALI RAGGIUNGE CONTADOR, MA C'E' ANCORA TANTO PER RIPRENDERE FROOME! 

ATTENZIONE! BRUTTISSIME SENSAZIONI DA FROOME A 9 CHILOMETRI DAL TRAGUARDO! CLAMOROSO! QUINTANA PUO' APRIRE IL TOUR!

PINOT RAGGIUNGE GENIEZ, HESJEDAL RESTA AGGRAPPATO, MENTRE QUINTANA E VALVERDE HANNO 20 SECONDI SU FROOME. 

PERDE CONTATTO CONTADOR, MA SOPRATTUTTO FROOME NON TIENE! NON RIESCE A PRENDERE NEMMENO PORTE CHE LO ASPETTA! QUINTANA RIPRENDE VALVERDE, SE NE VANNO I DUE MOVISTAR! CHE SPETTACOLO!

Valverde ha guadagnato 10" su Froome. RIPARTE QUINTANA! ACCELERA ANCORA QUINTANA, LA TERZA VOLTA! IL TEAM SKY NON RISPONDE, FROOME RESTA CON PORTE!

C'E' NIBALI! TORNA NEL GRUPPO DI GESINK, MOLLEMA E RODRIGUEZ, MA LO SQUALO HA ANCORA 25 SECONDI DA FROOME. 

RIPARTE ALEJANDRO VALVERDE! FROOME E QUINTANA RESTANO A RUOTA! NON RISPONDE STAVOLTA IL TEAM SKY! 

10 Km all'arrivo, mentre Geniez si è piantato davanti. Arrivano Pinot ed Hesjedal alle sue spalle. 

Gli scatti di Quintana hanno allontanato lo squalo, ma adesso la situazione si è leggermente calmata, e potrebbe favorire la risalita di un Nibali rimasto solo. 

Riduce il divario Nibali, che adesso è a 30" dalla maglia gialla. 

Davanti è Hesjedal ad andare alla rincorsa di Geniez. 

Ripreso Quintana! Di nuovo tutti assieme, ma Froome non sembra essere brillantissimo. 

Valverde resta con Froome, così come Contador. Tutti alla ruota della maglia gialla. Quintana ha una decina di metri sul gruppo. 

ANCORA QUINTANA, DOPO ESSERE STATO RIPRESO, IL NUMERO DUE DELLA GENERALE CI RIPROVA! FROOME STAVOLTA NON SEMBRA VOLER RISPONDERE!

Porte su Quintana, poi la frullata di Froome. 

Movistar e Sky tengono alta l'andatura del gruppo. PARTE QUINTANAAAA!!! IL PRIMO A SCATTARE E' QUINTANA! FROOME SI MUOVE IN PRIMA PERSONA!!!

Fulsang, Kangert e Scarponi lo trainano in gruppo, vediamo quando raggiungerà i primi tre della Generale. Inizia la salita. Venticinque i secondi di distacco. 

15.55 Fora Nibali che cambia bicicletta immediatamente! Che sfortuna per lo Squalo, proprio all'ingresso della salita. 

15.53 Prime fatiche per Geniez, che affronta il primo tratto all'11%. 

15.50 I tornanti dell'Alpe d'Huez verranno scalati tra la folla che ha assalito le curve della salita decisiva. Ci siamo, Geniez inizia la scalata!

Inizia a farsi interessante il vantaggio del gruppetto Rolland e Pinot, che nel falsopiano ha guadagnato 1'40" sul gruppo Froome. 

Ci siamo! Geniez affronta gli ultimi tre chilometri che precedono l'inizio della salita. Traguardo volante a breve, poi inizierà l'Alpe d'Huez. 

15.40 Stiamo per raggiungere le pendici dell'Alpe d'Huez, si è ricompattato il gruppo maglia gialla, che affronterà gli ultimi otto chilometri prima della battaglia degli ultimi quindici. Cosa aspettarci: Quintana proverà l'ultimo attacco, fin dai primi chilometri. Alla sua ruota, Vincenzo Nibali, che vuole il podio di Alejandro Valverde: 1'20" il divario tra i due, operazione sorpasso più che possibile. 

Questa, nell'attesa dell'Alpe d'Huez, la classifica generale del Tour. 

15.34 Ventisette chilometri all'arrivo, quindi ne mancano circa la metà all'arrivo alle pendici dell'Alpe d'Huez! Geniez sempre con poco più di un minuto su Navardauskas. Quindici chilometri separano Froome dal suo secondo Tour de France. 

15.30 Arrivano anche Serpa e Pierre Rolland nel gruppetto di quattro inseguitori dove c'era Thibaut Pinot. Sono adesso sei i contrattaccanti. 

15.26 Nel frattempo, Froome si è ripreso la maglia a pois. 

15.23 Quattro uomini si sono staccati dal gruppo maglia gialla: Thibaut Pinot, Plaza Molina, Ryder Hesjedal e Anacona. 

15.18 Si sta scendendo lungo le pendici del Glandone, già affrontato al contrario, quando vinse Romain Bardet. 

15.15 Aumenta subito il vantaggio del gruppo, che si è rilassato al termine della salita appena conclusa. Davanti sempre solo Geniez. 

15.12 Ultimi trenta chilometri che ci separano dall'Alpe d'Huez. Tratto in discesa, poi pianura fino alle pendici. A Bourg d'Oisans si scatenerà l'inferno!

15.09 L'epilogo più bello! Froome, Quintana, Valverde e Nibali da soli contro loro stessi, alle prese della discesa che porterà ai piedi dell'Alpe d'Huez. L'ascesa più bella, con i quattro protagonisti assoluti del Tour. 

15.07 Lo scatto di Nibali ha permesso a Froome di raggiungere Quintana e Valverde. Sono tutti e quattro assieme ad attaccare adesso la discesa che porterà verso l'Alpe d'Huez. 

15.05 NIBALIIIIII!!! ANCHE NIBALI ATTACCA FROOME CHE STENTA A TENERE LA RUOTA DELLO SQUALO! CLAMOROSO! EMOZIONI PAZZECHE! 

15.00 CLAMOROSO SULLE STRADE DEL TOUR! QUINTANA E VALVERDE IN COPPIA ATTACCANO FROOME CHE NON RISPONDE! 

NIBALI ALLA RUOTA DI FROOME, CHE RESTA SEMPRE DIETRO PORTE!

NON LO SEGUONO! PARTE DA SOLO NAIRO QUINTANA! FROOME A RUOTA, NON SI MUOVE IL BRITANNICO, CHE LASCIA FARE IL SUO DIRETTO RIVALE PER LA MAGLIA GIALLA!

QUINTANAAAAA! PARTE QUINTANAAAA!!! CLAMOROSO IN GRUPPO! PARTE NAIRO QUINTANA, SECONDO IN CLASSIFICA GENERALE!

14.57 Continua in solitaria l'azione di Geniez, che è a 2000 metri dalla vetta del Col de la Croix de Fer. Valverde, nel frattempo, continua nella sua azione: trenta secondi di vantaggio sul gruppo Froome. 

14.54 Venti i secondi che separano Valverde dal gruppo Maglia Gialla. Nibali segue Froome e non lo spagnolo: tattica giusta o dannosa per il terzo posto? 

14.52 L'UOMO CHE NON T'ASPETTI! ALEJANDRO VALVERDE SCATTA IN GRUPPO! NIBALI NON LO SEGUE! SE NE VA LO SPAGNOLO! 

14.50 Si punta ad isolare Froome, che non è in perfette condizioni. Ci prova Nibali con Scarponi che fa l'andatura, mentre Porte traina Froome. Attenzione che l'azione dell'Astana potrebbe favorire Quintana. 

14.48 Ultimi cinque chilometri del Croix de Fer. Si muove in gruppo l'Astana di Nibali. Attenzione, prime schermaglie! Crea una bella selezione Scarponi! 

14.45 Dopo aver raggiunto i compagni è lo stesso Geniez a provare l'azione solitaria. Scatta il francese e se ne va! Non resistono i tre fuggitivi della prima ora. 

14.40 Il vantaggio del quartetto, con Geniez che ha riagganciato i fuggitivi della prima ora, scende attorno ai quattro minuti, quando siamo prossimi al tratto più duro del Col de la Croix de Fer. 

14.33 Mentre ci prova anche Pauwels, tredicesimo nella generale, ad uscire dal gruppo, vengono ripresi Majka e Anacona. 

14.30 Scende sotto i cinque minuti il vantaggio dei fuggitivi, con Geniez che a fatica sta provando a rientrare sul terzetto. 

14.26 Il trio guadagna una ventina di secondi sul gruppo, mentre il vantaggio del terzetto di testa diminuisce sempre più col passare dei chilometri. 

14.22 Majka, Plaza Molina e Anacona ci riprovano, guadagnando circa 10" sul gruppo Froome. 

14.20 Che sfortuna per Geniez. Uno dei quattro fuggitivi ha forato una ruota e perde circa trenta secondi dai tre che si sono staccati. 

14.17 Il forcing della squadra francese permette al gruppo Maglia Gialla di riprendere il gruppo Barguil. Gruppo compatto. 

E' la Ag2R a trainare il gruppo. La squadra della maglia a pois sta cercando di aumentare l'andatura per lanciare il suo capitano, Bardet, verso la vetta del Col de la Croix de Fer. 

14.15 Questa la composizione del gruppetto di Warren Barguil: Rafal Majka, Warren Barguil, Winner Andrew Anacona Gomez, Ruben Plaza Molina, Andriy Grivko, Bartosz Huzarski. 

14.10 Si staccano sette unità dal gruppo, che si lanciano alla rincorsa dei primi attaccanti. Quasi otto i minuti per loro, mentre il gruppetto rinominato Barguil, è a 7 minuti. 

14.05 Iniziano a muoversi i primi corridori in gruppo. Alcuni uomini di fiducia degli uomini di classifica si iniziano a muovere. Plaza Molina della Movistar e Grivko dell'Astana partono alla rincorsa dei fuggitivi. Sicard della Europecar si stacca con loro. 

14.00 Quando anche il gruppo è ai piedi del Col de la Croix de Fer, andiamo a guardare ciò che potrebbe accadere anche negli ultimi chilometri di questa prima vetta di Hors Categorie. Quintana potrebbe attaccare già a partire da questa salita, in attesa di sferrare l'attacco decisivo sull'Alpe d'Huez. Dopo ieri, tuttavia, sia Nibali, che proverà a sfilare il terzo posto a Valverde, in difficoltà, che Contador, proveranno a vincere la tappa e conquistare il massimo in classifica. Ne vedremo delle belle! 

13.55 Il gruppetto di quattro fuggitivi è adesso alle prese con le prime rampe del Col de la Croix de Fer. Primi chilometri di ascesa. 

13.50 I quattro corridori in testa alla corsa sono Ramunas Navardauskas, Lars Ytting Bak, Alexandre Geniez, Nicolas Edet. Sale costantemente il vantaggio nei confronti del gruppo, che mantiene un'andatura di crociera. 

13.45 Dopo le delusioni transalpine delle prime due settimane, Thibaut Pinot si è riscattato negli ultimi giorni, dimostrandosi finalmente in forma: "Non mi sentivo in grande forma, ma almeno c'ero. Le mie sensazioni variano con la temperatura, come al solito. Più faceva caldo e meno andava bene, poi con il fresco ho ritrovato le sensazioni. Tutto il mio Tour è stato fatto di alti e bassi in base al caldo. Oggi penso di essere arrivato al mio livello e non ci sono arrivato spesso. Per questo sono soddisfatto. Nibali ha fatto un gran bel numero, da tempo non si vedeva qualcosa del genere. Mi sento più fresco rispetto allo scorso anno. L'Alpe d'Huez l'ho fatta una sola volta, al Delfinato. È una bella salita, non vedo l'ora di affrontarla al Tour, con tutta la folla". 

13.40 Dopo la vittoria di ieri di Vincenzo Nibali, il campione olimpico di Londra e numero uno della Astana, Alexandre Vinokourov ha così commentato il successo del messinese: "Avevamo bisogno di questa vittoria, per la squadra e per Vincenzo Dopo un inizio Tour difficile con due ritiri e una settimana difficile, rimanendo in corsa Vincenzo ha dimostrato di essere un campione. Al podio ci abbiamo sempre creduto e ci batteremo fino alla fine. Sarà una tappa dura e proveremo a salire sul podio".

13.35 Entriamo in presa diretta con i primi aggiornamenti dalla corsa. Tappa iniziata da circa venti minuti, con quattro corridori che si sono staccati in vista della prima asperità di giornata. 1'50" il loro vantaggio. 

13.30 Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale live ed del Tour de France 2015. La ventesima tappa, quella che precede i Campi Elisi, è di fatto l'ultima vera tappa della Grande Boucle di quest'anno, che si preannuncia a dir poco emozionante dopo la bagarre di ieri. Froome è sempre in giallo, ma Quintana e Nibali l'hanno reso vulnerabile e meno alieno. Da Andrea Bugno e dalla redazione ciclismo di Vavel Italia, l'augurio di un buon pomeriggio in nostra compagnia. 

Sui tornanti dell'Alpe d'Huez trova il suo epilogo il Tour. Sulla strada, nomi che riportano alla mente imprese d'altri tempi, quasi un invito a rendere onore a un'ascesa che rappresenta storia e tradizione. 13,8 km, una pendenza media dell'8%, il tratto più impegnativo poco dopo l'imbocco della salita.

La ventesima tappa del Tour de France 2015 è la Modane - Alpe d’Huez (110,5 km), frazione breve e concentrata. I corridori affronteranno dopo 56 chilometri il Col de la Croix de Fer (Cat. HC, 29,0 km al 5,2%) dal versante opposto rispetto alla giornata di ieri. 40 chilometri di discesa e pianura separeranno la carovana dalla famigerata Alpe d’Huez (Cat. HC, 13,8 km all’8,1%). 

Il Col de la Croix de Fer. 29 km, una fatica interminabile, il terreno perfetto per scardinare la resistenza del treno in nero. La condizione del Team Sky è in calo, Froome per la prima volta deve spendersi in prima persona e soffre. L'arrendevole Quintana assapora la rivincita, i 30 secondi raccolti a La Toussuire sono piccola consolazione e marginale fiducia per provare l'impresa: serve un'azione di coraggio per riaprire un Tour chiuso sui Pirenei.

La tappa di ieri

E' il penultimo tappone tra le montagne delle Alpi e lo Squalo è tornato al lavoro. Con le gambe dei giorni migliori, quelle dello scorso anno, ha vinto il tappone alpino con arrivo a La Toussuire, in solitaria. L'azione di Nibali nasce sul Col de la Croix de Fer dove Vincenzo scatta dal gruppo dei migliori, poco dopo un problema meccanico subito dalla maglia gialla Chris Froome (per dovere di cronaca va detto che il britannico difficilmente avrebbe seguito l'azzurro). Fantastica l'azione solitaria del messinese, che raggiunge e stacca Pierre Rolland prima di involarsi sull'ultima ascesa di prima categoria e transitare in solitaria all'arrivo, guadagnandosi un quarto posto in classifica generale che sa di rivincita verso chi l'aveva dato già per finito. 

Verso il traguardo di La Toussuire si sbarazza immediatamente di Rolland e tiene poi un ritmo costante su una salita mediamente pedalabile, che presenta però alcuni tratti in doppia cifra di pendenza. Si sveglia anche Alberto Contador, ma la sua mossa di mettere a tirare l'esausto polacco Rafal Majka non produce dividendi: è il colombiano Quintana a raccoglierli, attaccando la maglia gialla, in difficoltà, che non riesce a riportarsi sotto come d'abitudine.

Nibali non si guarda mai indietro e va a trionfare di rabbia e orgoglio in una tappa che gli appassionati di ciclismo - non solo italiani - ricorderanno a lungo. Quintana giunge all'arrivo con 44" di ritardo(notevole la sua progressione) mentre un Froome apparso in difficoltà chiude a 1'14" dal campione italiano. A 2'26" il gruppetto degli sconfitti di giornata, tra cui Valverde, Contador e e Gesink, accompagnati dagli indomiti francesini di queste ultime tappe Pinot e Bardet.

La classifica Generale

Froome conserva la maglia gialla ma vede ridotto il suo vantaggio su Quintana a 2'38". Quanto mai incerta la lotta per il podio, con Valverde terzo a 5'25", Nibali quarto a 6'44" e Contador quinto a 7'56". Completano la top ten, in ritardo abissale dal britannico del team Sky, Robert Gesink, Mathias Frank, Bauke Mollema, Romain Bardet e Pierre Rolland.

Le polemiche di fine tappa

Stanchezza, nervosismo e mancanza di lucidità. Chris Froome arriva sul traguardo di La Toussuire appannato, forse addirittura impaurito per il tempo perso in classifica, certamente nervoso per quanto accaduto. Per la prima volta in questo Tour de France Nairo Quintana lo ha staccato in salita con un'azione potente e finalmente convinta; per la prima volta Chris Froome si è trovato isolato, prima sul Croix de Fer e poi sull'ascesa conclusiva. Le frullate stavolta non bastano e a farne le spese è Vincenzo Nibali, che verrà accusato dal britannico di mancanza di sportività, per aver attaccato quando lui aveva un problema meccanico. 

Un'azione per molti inelegante, ma del tutto legittima, in quanto Nibali non era comunque nel radar della Maglia Gialla, che non avrebbe comunque seguito lo Squalo nella sua cavalcata. Non la pensa allo stesso modo Froome che a fine tappa, vittima forse del nervosismo e della stanchezza, attacca duramente Nibali. A riportarlo è lo stesso Squalo dello Stretto: "Froome mi ha aggredito con parole dure sul pullman dopo la tappa, ma io non sapevo niente di quello che era successo. Cosa mi ha detto? Non le riferisco, sono state troppo dure, troppo ingiuste per essere ripetute". 

Ciclismo