Richmond 2015, il giorno di Malori. Nella crono donne, oro Villumsen

L'azzurro chiede spazio ai giganti della specialità. La neozelandese firma il primo titolo.

Richmond 2015, il giorno di Malori. Nella crono donne, oro Villumsen
Richmond 2015, il giorno di Malori. Nella crono donne, oro Villumsen

Il giorno della crono. 53 km contro il tempo, per conquistare il titolo iridato. A Richmond, i colossi della disciplina si danno battaglia per ricevere il testimone dall'assente Bradley Wiggins. Il baronetto rinuncia alla difesa del titolo per concentrarsi sull'obiettivo olimpico e apre la porta a diversi pretendenti. Senza Cancellara, ai box per problemi fisici, il favorito è Tony Martin, da anni al vertice. Il teutonico guida il gruppo, ma osserva da vicino le insidie presenti in terra d'America. Rohan Dennis - oro nella cronosquadre con la BMC - sogna il colpaccio, con lui Tom Dumoulin, sorpresa dell'ultima Vuelta.

L'Italia si affida a Moreno Moser, ma soprattutto ad Adriano Malori. Il passista della Movistar vanta in stagione successi e prestazioni di alto profilo, può quindi avanzare una credibile candidatura per le posizioni di rilievo. Profumo d'impresa?

Ieri, al femminile, oro per la neozelandese Linda Villumsen - il primo, dopo due argenti e tre bronzi mondiali - davanti all'olandese Van der Breggen e alla teutonica Brennauer. 30 km, 6 secondi a dividere le prime della classe.

Nella prova juniores, al maschile, Germania davanti. Leo Appelt precede il duo statunitense. Argento per Adrien Costa, bronzo per McNulty.