Giro dei Paesi Baschi 2016, 3° tappa: colpo Cummings

Il britannico sorprende il gruppo e conquista, in solitaria, la terza tappa. Felline terzo, quarto è Brambilla.

Giro dei Paesi Baschi 2016, 3° tappa: colpo Cummings
Giro dei Paesi Baschi 2016, 3° tappa: colpo Cummings

Stephen Cummings, 35enne in forza alla Dimension Data, si prende la terza tappa dei Paesi Baschi con un'azione che fonde intelligenza e forza nell'ultimo chilometro di gara. Il gruppo piomba sui battistrada e nel plotone, senza squadre in grado di dettare i tempi della volata, prevale l'incertezza, qui l'esperto finisseur fiuta l'occasione e si lancia in progressione. La reazione tardiva di chi insegue favorisce Cummings, solo sul traguardo. Gerrans brucia Felline per la seconda posizione, quarto Brambilla, quinto Visconti. 

Otto chilometri e prende corpo la fuga di giornata. In cinque abbandonano il gruppo per tentare la sorte: Kadri, Denifl, già in evidenza ieri, Goncalves, Oomen e Teklehaimanot. Il vantaggio supera i cinque minuti, con Goncalves e Denifl che si dividono le prime vette di giornata. A guidare il gruppo l'Orica, mentre nelle fasi iniziali resta al coperto il leader, Mikel Landa. 

Tra i fuggitivi prevale, col passare dei chilometri, un certo nervosismo, calano le energie e con le energie scema la collaborazione. Il Team Sky prende le redini della corsa quando inizia l'ascesa verso l'Alto de Aritxulegi, mentre in testa si forma una coppia. Denifl e Oomen salutano i compagni e alzano l'andatura. Dal gruppo esce Albasini, per un preciso schema dell'Orica. Sulle ruote di Albasini si portano agevolmente Navarro, Cataldo e De Plus. In seguito Rolland e Adam Yates. 

Nell'alternarsi di salite e discese, con l'Alto de Agina ad accogliere la carovana, si forma una schiera di sette corridori, il cui margine non assume però mai proporzioni preoccupanti per chi insegue. L'Alto de la Piedad si erge a baluardo ultimo ed è il terreno perfetto per una sortita. Navarro scatta secco e su pendenze importanti guadagna, poi, dopo lo scollinamento, si butta in discesa. Spinge, ma, timoroso, si volta spesso. Il tratto pianeggiante che conduce al traguardo è fatale allo scalatore della Cofidis. Il gruppo è lì, trascinato da Kreuziger, e la situazione si compatta a mille metri. La velocità decresce, sguardi interrogativi, Cummings parte, è la soluzione vincente. 

Ordine d'arrivo:

Classifica di tappa - Getty images
Classifica di tappa - Getty images

La generale:

Classifica generale - Getty images
Classifica generale - Getty images

Share on Facebook