Giro d'Italia, cronoprologo e prima maglia rosa a Tom Dumoulin

L'olandese beffa di un centesimo lo sloveno Roglic davanti al pubblico di casa. Cancellara, ottavo, debilitato dalla febbre. Nibali fa meglio di Valverde e Landa. Moreno Moser primo degli italiani.

Giro d'Italia, cronoprologo e prima maglia rosa a Tom Dumoulin
Dumoulin in maglia rosa. Fonte: gazzetta.it

Un olandese subito in maglia rosa al Giro d'Italia 2016, che ha preso il via oggi proprio dai Paesi Bassi, con un cronoprologo di 9.8 km, con partenza e arrivo nella cittadina di Alpedoorn. E' infatti Tom Dumoulin del Team Giant-Alpecin a rispettare i pronostici che lo vedevano tra i favoriti per questa breve prova contro il tempo e a indossare la prima maglia rosa dell'edizione numero novantanove della corsa rosa. Dumoulin, divenuto noto al grande pubblico per una Vuelta disputata da protagonista lo scorso anno, ha preceduto per questione di centesimi lo sloveno Primoz Roglic, beffato quando già assaporava la prima grande vittoria della sua carriera. Terzo a sorpresa il costaricense Andrey Amador, quarto in classifica generale nel Giro 2015. 

Undici minuti e tre secondi il tempo del vincitore, a oltre 53 km/h di media, mentre non ha potuto dare il meglio di sè lo svizzero Fabian Cancellara, debilitato da un virus influenzale e giunto comunque ottavo a quattordici secondi dall'olandese. Sfortunato anche un altro elvetico particolarmente atteso in questa prima tappa di Alpedoorn, Stefan Kung del Team BMC, caduto dopo aver sbagliato l'entrata in una curva a gomito mentre era a un secondo di distacco (all'unico intermedio di giornata) da Dumoulin. Settimo un altro dei favoriti, il lussemburghese Bob Jungels (a 13"), male l'australiano Michael Hepburn, pistard partito per ultimo e lontano dai primissimi. Sorprende invece in positivo il velocista tedesco Marcel Kittel, che chiude con un ritardo di soli 11" e domani andrà a caccia della maglia rosa grazie agli abbuoni di tappa. Primo degli italiani Moreno Moser, ottimo sesto, mentre Vincenzo Nibali fa segnare il miglior tempo tra gli uomini di classifica (posto che Dumoulin non lo sia), chiudendo in sedicesima posizione a 19", cinque in meno di Alejandro Valverde e molto meglio di Mikel Landa, che paga 21" allo Squalo dello Stretto. Tra gli outsider, il migliore è il colombiano Esteban Chaves, a 30", seguito dal connazionale Uran a 33". Ilnur Zakarin e Rafal Majka chiudono invece più staccati. Domani è in programma la prima tappa in linea di questa edizione della corsa rosa, con arrivo a Nijmegen, meno di 200 km per velocisti.

Ordine d'arrivo e classifica generale. 1. Dumoulin in 11'03". 2. Roglic s.t. 3. Amador a 6". 4. Ludvigsson a 8". 5. Kittel a 11". 6. Moser a 12". 7. Jungels a 13". 8. Cancellara a 14". 9. Brandle s.t. 10. Dillier a 16". 16. Nibali a 19". 23. Valverde a 24". 67. Landa a 40".


Share on Facebook