Eneco Tour, vittoria finale di Terpstra. Ultima tappa a Boasson Hagen

L'olandese Niki Terpstra si aggiudica la classifica finale dell'Eneco Tour, giungendo terzo nell'ultima tappa, vinta da Edvald Boasson Hagen. Sul podio anche Naesen e Sagan.

Eneco Tour, vittoria finale di Terpstra. Ultima tappa a Boasson Hagen
Eneco Tour, vittoria finale di Terpstra. Ultima tappa a Boasson Hagen

E' l'olandese Niki Terpstra il vincitore dell'edizione 2016 dell'Eneco Tour, breve corsa a tappe che si disputa sulle strade di Belgio e Olanda. Grazie a un'ultima frazione affrontata alla grande, tra muri leggendarie delle Fiandre come il Bosberg e il Grammont, il corridore della Etixx-Quicsktep si piazza secondo sul traguardo di Geraardsbergen e, tra abbuoni e distacchi inflitti ai rivali, conquista la classifica generale finale. Ultima tappa vinta dal norvegese della Dimension Data Edvald Boasson Hagen, che nell'arrivo a tre a metà del muro di Grammont, fa meglio dello stesso Terpstra e del belga Olivier Naesen del Team Iam Cycling. Niente da fare per il campione del mondo Peter Sagan, rimasto attardato e senza squadra. Caduta e ritiro per l'australiano Rohan Dennis, fino a stamane titolare della maglia di leader della generale.

La settima e ultima tappa dell'Eneco Tour 2016, la Bornem - Geraardsbergen, 197.8 km di lunghezza, è la più impegnativa dell'intera corsa, con i famosi muri delle Fiandre a creare una selezione naturale. Sotto una pioggia incessante, la prova si accende a cinquanta chilometri dal traguardo, quando l'olandese Lars Boom prova a fare il forcing sul muro di Grammont. Una caduta metterà però poco dopo k.o. il corridore dell'Astana, così come la maglia bianca Rohan Dennis. All'attacco si portano dunque Niki Terpstra, Olivier Naesen, Bob Jungels, Andrè Greipel, Danny Van Poppel, Jasha Sutterlin ed Edvald Boasson Hagen. Alle loro spalle, a circa un minuto di ritardo, si forma un gruppetto con Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Tom Dumoulin e Zdenek Stybar. Il fuoriclasse slovacco rimane senza compagni di squadra, e ogni suo tentativo di ricongiungimento risulta dunque vano. Davanti si staccano nell'ordine Greipel, Van Poppel e Jungels, sfinito dal lavoro per il capitano Terpstra. Anche il tedesco Sutterlin si arrende sul Denderoordberg, a sei chilometri dalla conclusione. La vittoria va dunque a Boasson Hagen, che di forza vince una sorta di volata sul pavè di Geraardsbergen, precedendo Terpstra e Naesen. Quarto a 43" giunge John Degenkolb, davanti a Van Avermaet e Sagan. Lo slovacco chiude dunque terzo in classifica generale, alle spalle del vincitore Terpstra e dello stesso Naesen. Per l'olandese si tratta di un'altra vittoria di prestigio dopo il trionfo alla Roubaix del 2014.

Ordine d'arrivo. 1. Boasson Hagen in 4h 03' 27". 2. Terpstra a 2". 3. Naesen s.t. 4. Degenkolb a 43". 5. Van Avermaet s.t. 6. Sagan a 47". 7. Kelderman s.t. 8. Van Emden a 49". 9. G. Izaguirre s.t. 10. Gruzdev s.t.

Classifica generale. 1. Terpstra in 22h 43' 26". 2. Naesen a 31". 3. Sagan a 1'00". 4. Van Avermaet a 1'02". 5. Van Emden a 1'03". 6. Kelderman a 1'11". 7. Stybar a 1'15". 8. G. Izaguirre a 1'19". 9. Dumoulin a 1'22". 10. Jungels a 1'31".

Ciclismo