Ciclismo: torna il Giro d'Italia Dilettanti

Nel 2017 tornerà in vita la corsa rosa per gli Under 23, vi parteciperanno 27 squadre, tra cui anche due selezioni italiane.

Ciclismo: torna il Giro d'Italia Dilettanti
Ciclismo: torna il Giro d'Italia Dilettanti

Dopo quattro anni di assenza torna in vita il Giro d'Italia Dilettanti. L'ultima edizione è stato corsa nel 2012 ed è stata il trampolino di lancio di due ottimi ciclisti professionisti: Joe Dombrowski, che lo ha vinto, e Fabio Aru, che terminò secondo. Tra gli altri eccellenti nomi che affollano l'albo d'oro del Giro Bio spiccano quelli di Marco Pantani, Gilberto Simoni e Francesco Moser a dimostrazione che chi vince il Giro Baby difficilmente non sarà un ottimo corridore tra i professionisti.

La nuova edizione, come ufficializzato dal presidente della Federciclo Di Rocco, partirà il 9 Giugno da Imola e durerà fino al 15 dello stesso mese, attraversando Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo, con quest'ultima che ospiterà l'arrivo finale che, come spesso è capitato, sarà in salita. La corsa sarà dedicata interamente agli Under 23 ed il progetto prevede la partecipazione di ben 27 squadre in gare: 17 italiane, divise in 15 club e 2 selezioni nazionali miste, e 10 straniere. "In questo senso si è già spesa la squadra di Axel Merckx, il figlio di Eddy" annuncia il commissario tecnico Davide Cassani che poi ha annunciato a grandi linee anche il percorso della gara. "Partiremo da Imola con una frazione in linea. Per la seconda giornata è coinvolta Castellarano, per la terza c’è Forlì, la città di Ercole Baldini e Arnaldo Pambianco, con un percorso duro su salite come il Casale. Mi piacerebbe chiudere in Abruzzo con un arrivo impegnativo. Da valutare una cronometro, magari in una giornata con due semitappe". Per l'arrivo definitivo in Abruzzo si parla di Passo Lanciano o Blockhaus che sarebbero certamente i giudici finali della quarantesima edizione del Giro Dilettanti.

Per quanto riguarda le maglie, saranno quattro, come nel Giro dei professionisti: classifica generale, montagna, a punti e miglior giovane. Gli sponsor stanno rispondendo in maniera ottimale al ritorno della corsa e un'azienda come Enel ha già investito per sponsorizzare la maglia del leader, come già fa tra i professionisti, mentre per le altre maglie si resta in attesa di altre aziende disponibili ad investire.