Parigi-Nizza, Porte stacca tutti in salita. Henao nuova maglia gialla

L'australiano giunge da solo al traguardo in quota di Col de la Couillole. Secondo Contador, maglia gialla a Henao, cede Alaphilippe. Domani ultima tappa.

Parigi-Nizza, Porte stacca tutti in salita. Henao nuova maglia gialla
Richie Porte si aggiudica la settima tappa della Parigi-Nizza. Fonte: ASO/A.Broadway

E' l'australiano Richie Porte ad aggiudicarsi la tappa regina - la settima - della Parigi-Nizza edizione 2017, trionfando in solitaria nella sul traguardo in quota del Col de la Couillole. Grande azione nel finale di salita del corridore del Team BMC, che stacca tutti i rivali del gruppetto dei migliori, compreso un convincente Alberto Contador (Trek-Segafredo), e si regala un successo parziale che allevia la delusione per essere fuori dai giochi in classifica generale. Cede 2'40" dal vincitore il francese Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors), che perde così la maglia gialla di leader, ora sulle spalle del colombiano Sergio Henao (Team Sky), che precede di trenta secondi l'irlandese Daniel Martin (Quick-Step Floors) e di trentuno lo stesso Contador. Domani ultima tappa, con percorso mosso e arrivo a Nizza. 

Sergio Henao in maglia gialla. Fonte: ASO/A.Broadway

La settima frazione della Parigi-Nizza 2017 conduce il gruppo da Nizza al Col de la Couillole. 177 i chilometri complessivi, su un percorso caratterizzato da quattro gran premi della montagna: la Côte de Gattières (4.5 km di lunghezza al 4.8% di pendenza media, seconda categoria), il Col de Vence (9.7 km al 6.6%, prima categoria), il Col Saint-Martin (7.5 km al 7.2%, prima categoria) e l'ascesa finale verso il Col de la Couillole (15.7 km al 7.1%, prima categoria). Cinque gli attaccanti della prima ora: Jan Polanc (UAE-Team Emirates), Axel Domont (AG2R La Mondiale), Omar Fraile (Dimension Data), Lilian Calmejane (Direct Energie) e Delio Fernandez (Delko-Marseille). A metà corsa si rimescolano le carte, con Calmejane unico a resistere e poi raggiunto da Quentin Pacher (Delko Marseille Provence KTM), Diego Ulissi (Bahrain-Merida) e Cyril Gautier (AG2R La Mondiale). Da dietro il Team Sky non molla, facendo un'andatura selettiva in favore del colombiano Sergio Henao.

I fuggitivi. Fonte: ASO/K.D.Thorstad

Sull'ultima salita perdono così ben presto contatto Simon Yates e la maglia gialla Julian Alaphilippe, mentre i battistrada vengono raccolti uno a uno. A giocarsi la tappa rimangono dunque in sei: Sergio Henao (Sky), Jakob Fuglsang (Astana), Richie Porte (BMC Racing), Ion Izagirre (Bahrain-Merida), Alberto Contador (Trek-Segafredo) e Daniel Martin (Quick-Step Floors). Proprio Contador prova più volte a scrollarsi di dosso i compagni d'avventura, ma non riesce a tenere a bada uno scatenato Porte. L'australiano della BMC stacca tutti nell'ultimo chilometro e mezzo di scalata verso l'arrivo, andando così a conquistare la tappa regina di questa edizione della Parigi-Nizza. Contador si conferma in buona forma e chiude secondo a 21", mentre a 32" giungono Daniel Martin e Sergio Henao. Il colombiano del Team Sky si prende così la maglia gialla di leader, perchè Alaphilippe va a picco (ritardo di 2'40"), così come Simon Yates. Ora il leader della corsa ha un vantaggio di trenta secondi su Martin e di trentuno su Contador, quando manca solo una tappa alla conclusione della corsa. Domani si chiude infatti con la Nizza-Nizza di 115 km: ultima asperità di giornata, il Col d'Èze, 7.7 km di lunghezza al 5.7% di pendenza media.

Ordine d'arrivo. 1. Porte in 5h 01' 35". 2. Contador a 21". 3. Martin a 32". 4. Henao s.t. 5. I. Izaguirre a 55". 6. Fuglsang a 1'07". 7. Latour a 1'11". 8. Zakarin a 1'21". 9. Soler s.t. 10. G. Izaguirre s.t. 14. Alaphilippe a 2'40". 

Classifica generale. 1. Henao in 27h 01' 15". 2. Martin a 30". 3. Contador a 31". 4. G. Izaguirre a 1'00". 5. Alaphilippe a 1'22". 6. Zakarin a 1'34". 7. J. Izaguirre a 1'41". 8. Gallopin a 3'22". 9. Barguil a 4'07". 10. Yates a 4'22".


Share on Facebook