Giro di Romandia, Viviani vince in volata la quarta tappa

L'azzurro del Team Sky si impone allo sprint sul traguardo di Payerne, precedendo il connazionale Sonny Colbrelli. Fabio Felline ancora leader della classifica generale.

Giro di Romandia, Viviani vince in volata la quarta tappa
Elia VIviani precede sfreccia sul traguardo di Payerne. Fonte: Tim de Waele/TDWSport.com

Nel giorno dell'annuncio della sua esclusione dai nove corridori che disputeranno il Giro d'Italia 2017 per il Team Sky, l'azzurro Elia Viviani si aggiudica la quarta tappa del Giro di Romandia, precedendo in volata il connazionale Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida) sul traguardo di Payerne. Prima vittoria su strada dopo oltre un anno su Viviani, che rimonta l'australiano Alexander Edmondson (Orica-Scott) e si impone nettamente in uno sprint che vede giungere terzo il tedesco Michael Michael Schwarzmann della Bora-Hansgrohe. Tutto invariato in classifica generale, con Fabio Felline ancora maglia gialla, mentre domani è in programma la tappa regina della corsa, con traguardo in quota a Leysin.

La volata vincente di Viviani. Fonte: Tim de Waele/TDWSport.com
La volata vincente di Viviani. Fonte: Tim de Waele/TDWSport.com

La quarta tappa del Giro di Romandia edizione 2017 ha come sede di partenza e di arrivo Payerne. 187 i chilometri complessivi, su un percorso caratterizzato da quattro gran premi della montagna e continui saliscendi. Pochi chilometri dopo il via si forma la fuga di giornata, composta da sei corridori: Davide Martinelli (Quick-Step Floors), Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe), Toms Skujins (Cannondale-Drapac), Victor Campenaerts (Lotto-Jumbo), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Hugo Houle (AG2R-La Mondiale) e Nikita Stalnov (Astana). I battistrada non riescono però a guadagnare più di tre minuti e mezzo sul gruppo, tirato dagli uomini della Bahrain-Merida per Sonny Colbrelli. A quaranta chilometri dalla conclusione avviene il ricongiungimento, prima che inizino scatti e controscatti in testa al plotone. Ci provano prima Bob Jungels (Quick-Step Floors) e Simon Clark (Cannondale-Drapac), infine il britannico Alex Dowsett (Movistar), che giunge a guadagnare anche una quarantina di secondi sul gruppo maglia gialla. La sua azione solitaria termina però a meno di cinque chilometri dal traguardo, sotto l'impulso della Bahrain-Merida, ma anche della Quick-Step Floors e della Bora-Hansgrohe. Negli ultimi duemila metri di corsa, il Team Sky prende l'iniziativa: anche Chris Froome partecipa al treno nero che tira la volata ad Elia Viviani. Lo sprint viene però aperto dall'australiano Alexander Edmondson (Orica-Scott), che parte lunghissimo e viene rimontato proprio da Viviani, che si impone davanti a un altro azzurro, Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida). Fabio Felline (Trek-Segafredo) resta in giallo alla vigilia del tappone di montagna di domani.

Ordine d'arrivo. 1. Viviani in 4h 27'42". 2. Colbrelli s.t. 3. Schwarzmann s.t. 4. Edmondson s.t. 5. S. Dumoulin s.t. 6. Reguigui s.t. 7. Richeze s.t. 8. Hofland s.t. 9. Kuznetsov s.t. 10. Lobato s.t. 

Classifica generale. 1. Felline in 12h 40' 24". 2. Schachmann a 8". 3. Herrada s.t. 4. Roglic a 9". 5. I. Izaguirre a 12". 6. Jungels s.t. 7. Gonçalves a 13". 8. R. Fernandez s.t. 9. Albasini a 14". 10. Castroviejo s.t.


Share on Facebook