Giro d'Italia in 10^ tappa Foligno-Montefalco: Dumoulin fa tappa e maglia nella crono

Diretta scritta, live e online, Giro d'Italia 2017. Live Foligno - Montefalco, segui la cronometro in tempo reale.

Giro d'Italia in 10^ tappa Foligno-Montefalco: Dumoulin fa tappa e maglia nella crono
Giro d'Italia in 10^ tappa Foligno-Montefalco: Dumoulin fa tappa e maglia nella crono

Per quanto riguarda la tappa di oggi è tutto. Un grazie a tutti per averci seguito da parte di Enrico Carota che vi ha raccontato la tappa  e dalla redazione di Vavel Italia.

Domani nuova tappa con montagne e adatte alle imboscate. Si partirà infatti da Ponte ad Ema e si arriverà a Bagno di Romagna. Ultima salita Monte Fumaiolo con gli ultimi 5 km abbastanza duri.  Si potrebbe anche muovere qualcuno abbastanza lontano in classifica come Thomas e Yates.

La nuova classifica generale vede Dumoulin in testa alla classifica generale su Quintana  a 2.23, Mollema a 2.38, Pinot 2.40, Nibali 2.47, Jungels 3.56 e via via tutti gli altri.

Nuova vittoria straniera quest'oggi con Dumoulin che si impone su Thomas e Jungels.

Quintana ora all'arrivo termina la prova in 53.30 perdendo 2.53 da Tom Dumoulin nuova maglia rosa. Perde tanto Quintana da Dumoulin ma ora ci sono le montagne dalla sua parte.

Arriva ora Thibaut Pinot che ha disputato una brutta crono e termina con 53.19 perdendo 2.42 da Dumoulin.

Spaziale la prova di Dumoulin che da 47 secondi a Geraint Thomas con 50.47 e molto probabilmente conquista il simbolo del primato.

Giunge sul traguardo anche Bauke Mollema che con 52.54 perde 1.28 da Thomas. Ottima prova quella dell'olandese.

Arrriva anche Vincenzo Nibali che con 52.44 perde 1.18 da Geraint Thomas. Buona prova quella del siciliano.

Arriva al traguardo Domenico Pozzovivo che con 53.44 perde 2.18 da Thomas. Dovrà sicuramente attacare da ora in poi il lucano.

Male Quintana all'intermedio dove perde 2.09 da Dumoulin.

Nono al traguardo Zakarin che perde rispetto a Thomas 1.30. Poteva essere peggiore la prova del russo.

Male intanto la maglia bianca Formolo che prende 3.15 da Thomas al traguardo finale.

Arriva anche Thibaut Pinot all'intermedio dove perde 1.42. Brutta prova quella del francese fino ad ora.

Una moto Tom Dumoulin che ha 36 secondi di vantaggio su Geraint Thomas. Arriva intanto Amador che perde 1.27 dall'atleta del Team Sky

Molto bene Mollema che perde solo 53 secondi all'intermedio. Arriva anche Kruijswijk al traguardo con 1.54

Non ottimo Pozzovivo che perde 1.35 al secondo intermedio. Nibali al secondo intermedio rispetto a Thomas è in ritardo di 1.02.

Arriva intanto Bob Jungels che è secondi a 7 secondi da Thomas. Teejay Van Garderen malissmo invece dato che perde 3.27 dal gallese. 

Migliora intanto Zakarin al secondo intermedio dove perde 1.01 da Thomas.

Male Formolo al secondo intermedio dove perde 2.04 da Geraint Thomas, d'altrone si sapeva che la crono non fosse il suo terreno

Brutte notizie per la Movistar: Quintana perde 48 secondi al primo intermedio, Amador 51. Per il colombiano la maglia rosa è già persa virtualmente.

Al primo intermedio è passato anche Thibaut Pinot al primo intermedio che ha segnato 10.51 come tempo, 29 secondi dietro a Dumoulin. Tra poco è il turno di Quintana.

Miglior tempo per Tom Dumoulin con 18 secondi di vantaggio rispetto a Jungels, una moto l'olandese. Arriva intanto Thomas al traguardo che balza in testa dando 51 secondi a Luis Leon Sanchez con 51.26.

Molto bene Jungels al secondo intermedio dove è secondo a 3 da uno spaziale Geraint Thomas.

Non brillante Vincenzo Nibali che al primo intermedio perde 21 secondi dal lussemburghese. Parte ora Nairo Quintana di rosa vestito.

Anche Pozzovivo all'intermedio dove perde 30 secondi. Parte intanto Thibaut Pinot uno degli outsider di oggi il campione nazionale francese.

Parte intanto ora il favorito di oggi Tom Dumoulin terzo in classifica.

Male Zakarin al primo intemedio dove perde 19 secondi rispetto a Bob Jungels.

Yates in calo al secondo intermedio dove perde 1.07 da Geraint Thomas che ha dato 21 secondi a Vasil Kiryenka. Grande prova del Gallese quella svolta fino ad ora.

Parte ora Vincenzo Nibali che cercherà di recuperare il tempo perso sul Blockhaus. Amador intanto 1 secondo di ritardo da Bob Jungels al primo intermedio.

Non molto positivo il primo intermedio di Kruijswijk che perde già 20 secondi mentre in pedana di partenza c'è Domenico Pozzovivo.

Arriva al traguardo anche Mikel Landa che si è testato e ha ricevuto discrete sensazioni dal suo corpo. Parte invece ora Ilnur Zakarin con Vincenzo Nibali pronto a partire tra pochi minuti

Abbiamo un nuovo leader al nuovo intermedio ed è Bob Jungels. Il lussemburghese anticipa di 2 secondi Geraint Thomas e Vasil Kiryenka.

Non molto bene per le sue possibilità Teejay Van Garderen che è solo quinto ad 11 secondi dal gallese al primo intermedio.

Parte ora Steven Kruiswjik mentre Dario Cataldo perde 15 secondi all'intermedio da Geraint Thomas al primo intermedio: non una buona prova fino ad ora per l'abruzzese.

Parte intanto anche Bob Jungels: l'ex maglia rosa è uno dei favoriti di oggi e potrebbe guadagnare tanto su Quintana.

Miglior tempo per Geraint Thomas al primo intermedio con 10.42 con lo stesso tempo di Kiryenka. Terzo a dieci secondi Yates. I 2 sono caduti alla base del Blockhaus ma hanno voglia di rientrare in classifica generale.

Parte ora un altro corridore estremamente deluso dal Blockhaus: Teejay Van Garderen. Lo statunitense è stato respinto dalla montagna abruzzese ma oggi potrebbe fare un grandissimo passo in avanti.

Intanto abbiamo un nuove leader in classifica generale con Luis Leon Sanchez che con 52.17 anticipa il bielorusso di 20 secondi.

Occhio al corridore appena partito: Geraint Thomas che potrebbe recuperare parte del tempo sul Blockhaus.

Buon tempo al primo intermedio anche per Kostantin Siutsou quinto a 14 secondi da Kiryenka

Luis Leon Sanchez ha dimostrato in questi giorni di avere una grande gamba e il secondo intermedio ce lo conferma con solo 20secondi di ritardo da Vasil Kiryenka.

Intanto parte ora Tobias Ludvigsson uno dei principali favoriti per la tappa di oggi.

Dura però poco il terzo posto dell'australiano con Jos Van Emden che con 52.52 è sul podio a 15 secondi da Kiryenka.

Cambia il podio virtuale con Michael Hepburn che si inserisce in terza piatta con 23 secondi scalzando Barta dalla terza piazza.

Cambia nuovamnte la classifica con Kiryenka che va in testa con 52.37 dando 13 secondi a Tratnik che aveva anticipato Barta. Sfortunatissimo il bielorusso che però cade all'ultima curva e perde molti secondi.

Arriva al traguardo anche Manuel Quinziato che perde 1.34 rispetto a Jan Barta. Non la miglior giornata per il corridore trentino campione italiano a crono.

Passa al secondo intermedio il Bielorusso che con 34.21 rifila 31 secondi a Jan Barta al traguardio intermedio di Bastardo. 

Al primo intermedio passa intanto Jos Van Emden che perde solo 10 secondi da Vasil Kyrienka. L'olandese potrebbe anche salire sul podio finale. continuando con questo ritmo.

Intanto passa al primo rilevamento Vasil Kyrienka che anticipa Jan Barta di 11 secondi.

Cambia il leader in classifica con Jan Barta che con 53.13 scavalca il polacco in testa alla classifica.

Arriva intanto il primo corridore al traguardo ed è Bialoblocki che piazza 53.51 come tempo alle media di 44,345 km/h. Quinziato intanto non sembra in forma oggi dato che perde 38 secondi al primo intermedio.

Partito anche il campione Italiano Manuel Quinziato che cercherà probabilmente di onorare la prova.

Arrivano i primi tempi dal secondo intermedio con Bialoblocki che con 35.40 anticipa di 2 minuti Pelucchi. Arriva però anche Jan Barta che regola tutti con 34.52

Sono già partiti 35 corridori e ancora non si sa nulla sul secondo rilevamento dove non è ancora arrivato nessun corridore.

Iniziano i primi rilevamenti cronometrici con Barta che a Bevagna passa in 10.53 mentre Pelucchi solo in 12.31.

Comincia intanto la cronometro con Pelucchi primo a partire seguito poi da Fonzi. Il velocista della Bora Hansgrohe ha dichiarato prima della tappa che ci sarà molto vento e questo potrebbe essere un elemento importante in ottica classifica generale.

I big partiranno intorno alle 16 con Nibali alle 16.12, Dumoulin alle 16.18 e Quintana alle 16.24. Ricordiamo che i primi 15 della classifica generale partiranno ad intervalli di 3 minuti tutti gli altri uno al minuto.

Benvenuti a tutti da Enrico Carota che vi racconterà per Vavel Italia la tappa numero 10 del Giro D'Italia. Mancano pochi minuti alla partenza del primo corridore che sarà Matteo Pelucchi alle 12.45.

Segui la diretta scritta, live ed online della tappa numero 10 del Giro d'Italia da Foligno a Montefalco su Vavel Italia.

La tappa è una crono individuale di 39.8 km che rimescolerà completamente la classifica generale. 

La crono non è completamente piatta ma interrotta da salite molto dolci in cui non si supera mai il 4%. Crono quindi da specialisti puri che sfavorirà gli scalatori. Dopo una prima parte povera di curve, dal rilevamento cronometrico di Bevagna la strada presenta pochi rettilinei: saper guidare la bici deve essere quindi un requisito essenziale per chi vuole aspirare alla vittoria di tappa.

La tappa di domenica ha già dato un bello scossone alla classifica generale con l'affermazione di Quintana davanti alla coppia franco-olandese Pinot - Dumoulin e al secondo atleta orange Mollema, che ha preceduto Nibali, solo quinto ad 1 minuto dal colombiano.

La classifica generale rispecchia in toto la tappa del Blockhaus con l'escarabajo in testa a tutti. Fuori dai primi 10 Geraint Thomas e Adam Yates rispettivamente a 5.13 e 4.49 a causa della brutta caduta ai piedi del Blockhaus causata da una moto.

Tutti i principali bookmaker ed esperti di ciclismo danno Tom Dumoulin nettamente favorito per la vittoria e per la conquista della maglia rosa a causa della poca dimestichezza del colombiano nelle prove contro il tempo.

Per la vittoria di tappa sono ottime le candidature di Bob Jungels e dell'ex campione del mondo Vasil Kyrienka. Interessante da seguire sarà anche la prova di Vincenzo Nibali che proverà a recuperare parte del tempo perduto lungo il Blockhaus in cui non è apparso al massimo della condizione.

Ciclismo