Tour de France, fuga vincente di Boasson Hagen a Salon-de-Provence

Il corridore norvegese stacca i compagni di fuga a pochi chilometri dalla conclusione, facendo sua la diciannovesima tappa della Grand Boucle 2017. Quarto Daniele Bennati.

Tour de France, fuga vincente di Boasson Hagen a Salon-de-Provence
Edvald Boasson Hagen. Fonte: LeTour.fr/Twitter

Il norvegese Edvald Boasson Hagen si aggiudica la diciannovesima tappa del Tour de France 2017, vincendo in solitaria sul traguardo di Salon-de-Provence, al termine di una lunga fuga durata tutto il giorno. Decisivo l'allungo del corridore della Dimension Data a tre chilometri dall'arrivo, per staccare i compagni d'avventura e chiudere al primo posto, davanti al tedesco Nikias Arndt (Team Sunweb) e al belga Jens Keukeleire (Orica-Scott), che nella volata dei battuti regola l'azzurro Daniele Bennati (Movistar). Tappa di trasferimento per il gruppo della maglia gialla Chris Froome (Team Sky), alla vigilia della cronometro di domani a Marsiglia, che delineerà definitivamente le posizioni della classifica generale.

Chris Froome in maglia gialla. Fonte: ASO/Alex BROADWAY
Chris Froome in maglia gialla. Fonte: ASO/Alex BROADWAY

La diciannovesima tappa del Tour de France 2017 conduce il gruppo da  Embrun a Salon-de-Provence, per 222.5 chilometri complessivi. Percorso mosso nella prima parte, con due gran premi della montagna di terza categoria da affrontare in apertura: Col Lebraut, (4.7 km di lunghezza al 6% di pendenza media) e Côte de Bréziers (2.3 km al 5.8%), mentre a quarantacinque chilometri dalla conclusione ecco un altro ostacolo, il Col du Pointu (5.8 km al 4.1%, terza categoria), prima di un finale pianeggiante. La fuga di giornata è composta da ben venti corridori: Jan Bakelants (AG2R La Mondiale), Daniele Bennati (Movistar), Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Ben Swift (UAE Team Emirates), Rudy Molard (FDJ), Michael Albasini e Jens Keukeleire (Orica), Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Gianluca Brambilla (Quick-Step Floors), Robert Kiserlovski (Katusha-Alpecin), Thomas De Gendt e Tony Gallopin (Lotto-Soudal), Nikias Arndt (Team Sunweb), Julien Simon (Cofidis), Lilian Calmejane, Sylvain Chavanel e Romain Sicard (Direct Energie), Elie Gesbert, Romain Hardy e Pierre-Luc Périchon (Fortuneo-Oscaro). I battistrada accumulano un vantaggio di sette minuti dopo i primi cento chilometri di corsa, con il gruppo che insegue a velocità controllata.

Il gruppo dei fuggitivi. Fonte: © ASO/Alex BROADWAY

Gap che si dilata con il trascorrere dei chilometri, perchè le squadre dei velocisti rimasti alla Grand Boucle non sono interessate a tirare per un arrivo in volata. Ne approfittano dunque i fuggitivi, che procedono d'accordo fino ai meno venti, quando ad avvantaggiarsi davanti sono in nove: Bakelants, Bennati, Albasini, Keukeleire, Boasson Hagen, De Gendt, Arndt, Chavanel e Gesbert. Nel finale si susseguono scatti e controscatti, con il Team Orica-Scott a fare gioco di squadra con Albasini e Keukeleire. L'allungo giusto è del norvegese Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), che accelera a tre chilometri dal traguardo, leva di ruota il tedesco del Team Sunweb Nikias Arndt e vince in solitaria a Salon-de-Provence. Terzo il belga Jens Keukeleire (Orica-Scott), a diciassette secondi, mentre il gruppo maglia gialla giunge all'arrivo con dieci minuti di ritardo.

Ordine d'arrivo. 1. Boasson Hagen in 5h 06' 09". 2. Arndt a 5". 3. Keukeleire a 17". 4. Bennati s.t. 5. De Gendt s.t. 6. Chavanel s.t. 7. Gesbert s.t. 8. Bakelants s.t. 9. Albasini a 19". 10. Perichon a 1'32".

Classifica generale. 1. Froome in 83h 26' 55". 2. Bardet a 23". 3. Uran a 29". 4. Landa a 1'36". 5. Aru a 1'55". 6. D. Martin a 2'56". 7. S. Yates a 4'46". 8. Meintjes a 6'52". 9. Barguil a 8'22". 10. Contador a 8'34".

Ciclismo