Ciclismo, Aru: è rottura con l'Astana

Lo scalatore sardo non ha firmato il rinnovo contrattuale e la squadra kazaka lo punisce non portandolo alla Vuelta.

Ciclismo, Aru: è rottura con l'Astana
Ciclismo, Aru: è rottura con l'Astana

Scoppia il caso Aru nel Team Astana. Il Cavaliere dei Quattro Mori è reduce da un ottimo Tour de France con la maglia del team kazako, ma il rapporto tra lui e la dirigenza della squadra è arrivato ai minimi storici ed il perché è presto detto. Il sardo, infatti, non ha ancora firmato il rinnovo contrattuale e molti ormai pensano che correrà con il Team UAE Emirates, motivo per cui la dirigenza kazaka sta seriamente pensando di escludere il campione italiano dalla Vuelta a Espana.

La notizia è stata riportata dal portale Velonews, le cui fonti hanno confermato questa clamorosa esclusione. Il sardo, che ha vinto la Vuelta nel 2015 battendo Tom Dumoulin, era voglioso di correre in Spagna per riparare alla brutta terza settimana del Tour, ma in questa situazione risulta essere impotente, schiavo delle decisioni prese da Vinokourov. La vendetta Astana arriva quindi per il futuro cambio di maglia di Aru, che dopo sei anni segue le orme di Vincenzo Nibali e lascia la squadra del Kazakistan per approdare in un team della penisola araba. 

Con l'esclusione del campione italiano, sempre se verrà confermata nei prossimi giorni dalla diffusione della startlist ufficiale, l'Astana punterà decisa su Miguel Angel Lopez. Lo scalatore colombiano, classe 1994, è uno dei prospetti tenuti maggiormente in considerazione per quanto riguarda i grandi giri e la Vuelta 2017 sarebbe il suo primo vero banco di prova. Lo scorso anno il giovane colombiano ha vinto il Tour de Suisse e la Milano-Torino, ma quest'anno non ha brillato nelle due corse a cui partecipato. Nella corsa a tappe svizzera si è dovuto ritirare alla quinta tappa, mentre al Tour of Austria è stato battuto dall'enfant du pays, Stefan Denifl, nonostante abbia ottenuto il successo parziale sul temibile Kitzbuheler Horn. Oggi il colombiano correrà la Clasica a San Sebastiàn, poi punterà dritto alla maglia roja. 

Ciclismo