BinckBank Tour, Wellens vince la sesta tappa. Dumoulin maglia verde

Il belga si impone a Houffalize, ma è Tom Dumoulin, giunto secondo con lo stesso tempo, a prendersi la leadership della generale. Sagan attardato causa foratura.

BinckBank Tour, Wellens vince la sesta tappa. Dumoulin maglia verde
Tim Wellens vince la sesta tappa del BinckBank Tour. Fonte: Tim de Waele/TDWSport.com

Il belga Tim Wellens conquista la sesta e penultima tappa del BinckBank Tour edizione 2017, trionfando sul traguardo di Houffalize, davanti all'olandese Tom Dumoulin (Team Sunweb), in una volata a due senza storia. Successo importante per il corridore della Lotto-Soudal, ora secondo in classifica generale, a quattro secondi di ritardo dal vincitore del Giro d'Italia del Centenario, nuova maglia verde. Sfortunato invece il campione del mondo Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), vittima di una foratura quando era in testa alla corsa, giunto al traguardo con un distacco di oltre un minuto e mezzo. Terzo un altro belga, Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), davanti ai connazionali Greg Van Avermaet (BMC) e Tiesj Benoot (Lotto-Soudal). Domani ultimo atto della breve corsa a tappe che si svolge in Belgio e Olanda, con arrivo posto a Geraardsbergen, in cima al Muur (o muro di Grammont). 

La sesta tappa del BinckBank Tour edizione 2017 conduce il gruppo da Riemst a Houffalize, per 203.7 km complessivi. Altra giornata piovosa, caratterizzata da una lunga fuga, composta da sette uomini: Tony Martin (Katusha–Alpecin), Tao Geoghegan Hart (Team Sky), Dylan Van Baarle (Cannondale–Drapac), Rory Sutherland (Movistar), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) e Pieter Weening (Roompot–Nederlandse Loterij). I battistrada guadagnano anche oltre tre minuti su un gruppo tirato soprattutto dagli uomini della Lotto-Soudal. La corsa si decide però dopo il ricongiungimento, quando mancano poco meno di trenta chilometri alla conclusione. Sullo strappo della Cote di Bois des Moines, ecco portarsi all'attacco Tim Wellens (Lotto-Soudal) e Peter Sagan (Bora-Hansgrohe). Belga e slovacco sembrano poter fare il vuoto, ma una foratura penalizza la maglia iridata, costretta a perdere secondi preziosi nel cambio meccanico, e a inseguire dal secondo gruppetto formatosi nel finale. Senza collaborazione, Sagan perde inesorabilmente da Wellens, nel frattempo raggiunto dall'olandese Tom Dumoulin (Team Sunweb). Da dietro provano a rientrare i vari Greg Van Avermaet (BMC), Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), Tiesj Benoot (Lotto-Soudal), Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e Michael Valgren (Astana). Wellens e Dumoulin resistono però fino alla fine, ed è il belga ad alzare le braccia al cielo sul traguardo, con l'olandese che non abbozza neanche lo sprint, soddisfatto della conquista della maglia verde di leader della generale, ottenuta grazie al gioco degli abbuoni. Stuyven regola Van Avermaet nel gruppo dei battuti, mentre Sagan giunge in sensibile ritardo, uscendo dalla top ten in vista dell'ultima frazione di domani.

Ordine d'arrivo. 1. Wellens in 5h 04'36". 2. Dumoulin s.t. 3. Stuyven a 17". 4. Van Avermaet s.t. 5. Benoot s.t. 6. Valgren a 20". 7. Naesen s.t. 8. Politt a 1'42". 9. Vanmarcke s.t. 10. Smith s.t.

Classifica generale. 1. Dumoulin in 20h 27' 49". 2. Wellens a 4". 3. Van Avermaet a 46". 4. Stuyven a 52". 5. Valgren a 1'02". 6. Naesen a 1'09". 7. Vanmarcke a 1'22". 8. Bakelants a 2'28". 9. Andersen a 2'40". 10. Smith a 3'15".


Share on Facebook