Sochi 2014, trionfo Kowalczyk nella 10 km tecnica classica, rivivi la diretta

12.10 - Per oggi con lo Sci di Fondo è tutto. L'appuntamento, da Sochi, è a domani con la sfida al maschile. Johnathan Scaffardi e Vavel Italia vi ringraziano per aver seguito la gara in nostra compagnia. 

12.05 - Queste le prime cinque all'arrivo:

1) Kowalczyk  28:17.8

2) Kalla + 18.4

3) Johaug + 28.3

4) Saarinen + 30.3

5) Bjoergen + 33.4

12.00 - Diamo un'occhiata alle posizioni delle azzurre al traguardo. Marina Piller trentunesima, Elisa Brocard trentanovesima. 

11.55 - La resurrezione di Justina Kowalczyk!! La polacca dimentica infortunio e contro-prestazioni e si riprende il trono dello Sci di Fondo!! Le condizioni meteo e una neve difficile respingono le voglie di una Bjoergen crollata poco dopo metà gara. Norvegia salvata dal bronzo di Johaug, con Weng e Jacobsen lontane dalle posizioni di rilievo. Si conferma in forma strepitosa Charlotte Kalla, argento, capace di recuperare addirittura su Kowalczyk nel tratto finale. Maledice la sorte una grande Saarinen, splendida interprete della 10 km, ma beffata per 2 secondi. 

Johaug bronzo!! Ma che fatica!! 2 secondi soltanto davanti a Saarinen!!

Eccola Marit Bjoergen!! Dietro non solo a Kalla, ma anche a Saarinen!! Quarta, ma in arrivo c'è Johaug!

Attenzione crolla la Bjoergen!! Staccatissima ai 600 metri!

La regina della tecnica classica!! Justina Kowalczyk!! In affanno negli ultimi metri, ma oro!! 18.4 il margine!! 28:17.8!!

Tocca a Kalla!! Ripresa addirittura Tchekaleva! Davanti la svedese, che vede il podio! 12 secondi sulla Saarinen!! Altra medaglia Svezia all'orizzonte!

Saarinen vola sul finale!! Bocca aperta, in spinta! 28:48.1!! Tempo importante! 18.2 sulla Boehler.

A 600 metri dal traguardo Saarinen davanti alla Boehler nettamente.

Bella gara della Boehler. In testa all'arrivo.29:04.3.

11.45 - Meno di 2 km all'arrivo. Oro Kowalczyk, lotta a quattro per il podio. Bjoergen, Kalla, Saarinen, Johaug. La più in palla appare l'esperta finlandese.

Johaug quinta, dietro a Saarinen!! Che spettacolo la finlandese nel tratto centrale!

Non c'è gara! Bjoergen non rinviene su Kowalczyk! Il distacco sale a 19.9. Oro Polonia. Lotta per l'argento.

20:34.6! Una furia Kowalczyk!! 22.1 di vantaggio!

Kalla davanti, ma perde da Saarinen. Ha solo 3.5 secondi da gestire negli ultimi 2 km.

Tempo di passaggio agli otto chilometri. Mentre al traguardo Zhukova stampa il miglior tempo 29:15.5, Saarinen davanti al terzo passaggio. 21:00.2.

Saarinen riaggancia Kylloenen. Treno finlandese.

11.38 - Si spacca la gara dopo 5 km. Straordinaria Kowalczyk! Rifila distacchi importanti a tutte. A meno di clamorosi cali l'oro vola verso la Polonia. Bjoergen, Kalla e Johaug in lotta per le medaglie. 

Johaug quarta a 17.2. Jacobsen a più di 50 secondi.

Si stacca anche la Bjoergen. Oltre 9 secondi da recuperare a Kowalczyk!

Perde la Weng. 33 secondi appaiono gap incolmabile.

Kowalczyk 12.4 sulla svedese!! Continua la marcia della polacca!

Cambia marcia Charlotte Kalla! Rifila 10 secondi a Saarinen!! 13:16.5!

Saarinen davanti a Kylloenen! Quasi 11 secondi di margine ai 5 km.

A breve le favorite al secondo rilevamento. Metà gara, 5 km.

Zhukova prima anche agli otto chilometri. 21:29.0 per la russa. 

Piller al quinto chilometro con 49 secondi dalla Zhukova.

11.29 - Terminati quindi i passaggi delle favorite ai 2,2 km. Kowalczyk in testa, con un vantaggio risicato su Bjoergen. Johaug in rampa di lancio. Bene Kylloenen, in gara Kalla. Ritardo già importante per Saarinen, Weng e soprattutto Tchekaleva. 

Johaug terza a 4.2 di distacco!

Già duello Bjoergen - Kowalczyk! Seconda, a due secondi, la norvegese!

Kowalczyk!!! 5:20.0!! Al comando!

Paga 11 secondi Heidi Weng. 

Nyskanen a dieci secondi. 

5:30.3, Kalla in terza posizione.

Ancora male la Russia. Tchekaleva ha già accumulato 14 secondi. 

Kylloenen davanti ai 2,2. Saarinen 6 secondi dietro. 5:24.8 il riferimento principale ora.

Johaug, ultima del gruppo principale. Finora senza medaglie la bionda norvegese.

Due vittorie per la polacca in stagione nella 10 km in tecnica classica.

Kowalczyk e tra un minuto Bjorgen, si fa sul serio!

Charlotte Kalla, una delle favorite! 

Smutna appena dietro alla Fessel. Terza Zhukova.

Saarinen, attenzione a lei!

11.15 - Si avvicina il momento delle favorite. Il primo gruppo pronto a prendere il via. Sarà un susseguirsi importante di passaggi e tempi. In un fazzoletto il podio olimpico. Da Saarinen, col 37, a Johaug, col 46. Lenta Piller intanto, davanti la Fessel. 

Brocard nono tempo, a 11 secondi dalla vetta per ora.

Anna Haag, seconda nello Skiathlon a Vancouver, si lancia nel tracciato!

Anche Marina Piller in gara per la sua 10 km.

L'esperta Shevchenko in pista. 38 anni e tante battaglie sulle spalle. Non è più quella di un tempo. 

Resiste per ora il miglior tempo della Li. Ha poco più di 3 secondi sulla Mayerhofer, ma le big devono ancora prendere il via.

Momento Italia. Parte Elisa Brocard! Intanto primi passaggi ai 2,2. 5:38.5 per la Li.

Si rilassa Bjoergen. Acqua e ultime indicazioni prima di avvicinarsi al cancelletto. Partirà col 45.

Incredibile a Sochi! Clima primaverile e atlete con maniche corte! 

Ai 2,2 km il primo importante rilevamento. 

11.00 - Parte la 10 km tecnica classica femminile!

10.55 - Mancano ormai solo cinque minuti al via. Come sempre potete interagire con noi attraverso l'apposito spazio commenti che trovate all'interno della pagina. Sci di Fondo ai nastri di partenza quindi. Sci ai piedi per le prime che si lanceranno nel tracciato. Con l'uno la cinese Li. 

10.50 - Diamo un'occhiata ai pettorali di partenza delle atlete in gara. Intervallo di 30 secondi tra una partenza e l'altra in questa 10 km in tecnica classica. Con il 37 Saarinen inaugura l'avvio delle big. Dopo di lei Tchekaleva e ravvicinate Kalla, Kowalczyk e Bjoergen. Azzurre in pista presto. Brocard col 16, Piller col 22. 

10.40 - Una splendida istantanea al termine della volata che ha deciso la 7,5 + 7,5. La fatica sul volto delle atlete accasciate al suolo.

10.30 - Salt Lake City fu una straordinaria Olimpiade anche in tecnica classica per lo Sci di Fondo azzurro. Stefania Belmondo giunse terza nella 10 km in alternato, mentre nella 30 si impose Gabriella Paruzzi, davanti alla stessa Belmondo. A Torino invece poca gloria. Nella 10 km in tecnica classica affermazione dell'estone Smigun, davanti a Marit Bjoergen. 

10.20 - Justina Kowalczyk avrà ritrovato le energie per competere per le medaglie?

10.10 - Finora sono otto le medaglie conquistate all'Olimpiade, nello Sci di Fondo, da Marit Bjoergen. 4 ori (Sprint, Inseguimento e Staffetta a Vancouver, Skiathlon qui a Sochi), 3 argenti (Staffetta a Salt Lake City, 10 km a Torino, 30 km a Vancouver), 1 bronzo (10 km a Vancouver). 

10.00 - Un'immagine tratta dalla prima gara qui a Sochi, lo Skiathlon, col trionfo di Marit Bjoergen. Oggi presumibilmente le protagoniste saranno le stesse.

9.50 - Buongiorno e benvenuti alla diretta scritta live e della 10 km a tecnica classica femminile di Sci di Fondo qui a Sochi (11.00). Gara importante, ma soprattutto dall'esito incerto. La terza in campo femminile dopo Skiathlon e Sprint a tecnica libera. Una favorita su tutte, Marit Bjoergen, ma tante atlete capaci di fasi valere in un passo, quello alternato, da sempre poco apprezzato in casa Italia. Sono arrivate notizie contrastanti finora sullo stato delle atlete più forti, resta quindi difficile disegnare un quadro delle papabili per il podio.

Giusto partire come detto da Marit Bjoergen. Giunta qui per dominare l'Olimpiade di Sochi, conquistare il record di medaglie nello Sci di Fondo e issarsi a regina degli Sport Invernali, ha dato spettacolo nello Skiathlon, ma ha visto la porta dell'oro chiudersi nella semifinale della Sprint. Un atteggiamento quello della norvegese che non ha pienamente convinto. Troppo coperta, nel finale non ha trovato il varco giusto.

Nell'ultima 10 km in tecnica classica di Coppa del Mondo, Marit Bjoergen ha lanciato però un segnale importante. In quella che non è mai stata la sua tecnica prediletta, è riuscita, da campionessa, a colmare le lacune di inizio carriera e nella tappa pre Sochi ha rifilato distacchi pesanti a tutte. In primis alla connazionale Johaug, vincitrice del Tour de Ski, poi a Charlotte Kalla, la seconda dello Skiathlon, e infine a Heidi Weng e Justina Kowalczyk.

Proprio la polacca ha da sempre costruito i suoi successi in classico. Non è al meglio della condizione per una frattura al piede rimediata in allenamento a Cortina. Ha scelto di non partecipare alla Sprint per puntare tutto sulla 10 km in tecnica classica, unica gara che appare qui a Sochi alla sua portata, visto che la 30 km si disputerà in tecnica libera. Difficile, vista la prova nello Skiathlon, possa impensierire Bjoergen e le altre norvegesi.

Kalla, Johaug, Weng e la stessa Saarinen rappresentano carte a sorpresa. Tutte hanno scelto di risparmiare energie. Tutte proveranno ad attaccare Bjoergen. La più in palla è apparsa la svedese, ma Johaug è in cerca di rivincite e soprattutto di medaglie. Saarinen, esperta finlandese, ha sorpreso all'esordio, alzando bandiera bianca solo nel corso dell'ascesa conclusiva, quando è arrivato l'attacco decisivo. Lei, pluridecorata dello Sci di Fondo, potrebbe essere la novità nel parti alte.

Poca Italia nella 10 km in tecnica classica di Sci di Fondo qui in diretta. Proveranno a tenere alto il tricolore Marina Piller e Elisa Brocard. Anche nei periodi di grandi successi la nostra nazionale non ha mai brillato nel passo alternato, mal digerito anche da campionesse come Belmondo. Nella stessa gara disputata a Sochi dello Skiathlon, Marina Piller ha chiuso splendidamente recuperando con il passo di pattinaggio quanto perso in classico. La speranza è che una delle nostre riesca a chiudere nelle prime venti posizioni.

A Vancouver la 10 km in tecnica classica non si disputò. Allora fu in tecnica libera, con poi la 30 km in classico. Qui tecniche invertite. Nella 10 km quattro anni fa si impose Charlotte Kalla, davanti all'estone Smigun, ora invischiata in un caso di doping, riguardante l'Olimpiade di Torino 2006, e a Marit Bjoergen.

La classifica di specialità in Coppa del Mondo è dominata da Therese Johaug, davanti a Marit Bjoergen. Molte finlandesi nelle prime posizioni, con Niskanen e Lahteenmaeki. La Russia, padrona di casa, punto tutto su Tchekaleva, mentre attenzione a Astrid Jacobsen, rientrata nella Sprint. La 10 km in tecnica classica calza a pennello alla scandinava, che corre qui con una motivazione in più. Raccogliere una medaglia da dedicare al fratello recentemente scomparso.

Giornata quella odierna molto importante per l'Italia. Oltre allo Sci di Fondo, in pista Arianna Fontana nei 500 metri dello Short Track in cerca di una medaglia, l'Individuale maschile di Biathlon con Hofer, De Lorenzi e i fratelli Windisch. L'ultimo saluto di Armin Zoeggeler nel nuovo appuntamento con la gara a squadre dello Slittino. Da ammirare anche lo zar Plushenko nel Pattinaggio.