Tina Maze regina del gigante a Sochi, rivivi la diretta

Diretta scritta live e online dello sci alpino (06.30) // Sci Alpino, slalom gigante, Sochi 2014 // Segui la diretta in tempo reale su VAVEL // Terminate le discipline veloci, è tempo di quelle tecniche per lo sci alpino. Apre le danze lo slalom gigante femminile. Lotta apertissima per le medaglie, con un nutrito gruppo di pretendenti al trono che a Vancouver è stato di Viktoria Rebensburg. Quattro le azzurre in gara: Nadia Fanchini, Federica Brignone, Denise Karbon e Francesca Marsaglia.

Tina Maze regina del gigante a Sochi, rivivi la diretta
Tina Maze regina del gigante a Sochi, rivivi la diretta

La nostra diretta di questo emozionantissimo slalom gigante femminile di Sochi 2014 finisce qui! Ringraziandovi per la cortese attenzione, Alessandro Gennari vi da appuntamento alle prossime dirette scritte delle Olimpiadi qui su Vavel Italia! 

Ricapitoliamo l'ordine d'arrivo: vince una straordinaria Tina Maze, che batte per soli 7 centesimi un'altrettanto magnifica Anna Fenninger. Bronzo per Viktoria Rebensburg, che sfodera la zampata della campionessa e si prende il secondo podio olimpico di fila in gigante dopo la gloriosa giornata di Vancouver. Due medaglie d'oro per la slovena, che riscatta una stagione sin qui opaca con un'Olimpiade da urlo! E non è finita, c'è ancora lo slalom! Saà dura per lei, ma una Maze carica a pallettoni è sempre un pericolo!

Una beffa davvero colossale per la ragazza di Montecampione, campionessa straordinaria ma troppe volte con la jella in spalla come uno zainetto. E anche oggiè andata così, un legno che lascia davvero l'amaro in bocca. Ma un applauso grande grande alla nostra NADIA FANCHINI!

Undici dannatissimi centesimi separano Nadia Fanchini dalla medaglia di bronzo! In lacrime la bresciana, consolata da Denise Karbon nel gabbiotto d'arrivo. 

TINA! TINA! E' lei la campionessa Olimpica di slalom gigante! Per soli sette centesimi! E ora è show della slovena, che quando è presa bene diventa incotenibile!

Ora è tutto nelle mani di Tina Maze...

SESTA JESSICA LINDELL VIKARBY!

Parte Jessica Lindell - Vikarby, con la Fenninger che è matematicaemtne sul podio! Seconda medaglia per lei a Sochi 2014.

Terzo tempo per lei, a solo 31 centesimi da Anna Fenninger! Al momento è sul podio, ma mancano ancora due atlete alla fine! Che tensione amici! 

MA ATTENZIONE, TOCCA A NADIA FANCHINI! 20 centesimi di vantaggio per lei sulla Fenninger!

ANNA FENNINGER!! Passa i ntesta la fortissima austriaca! Che gara!

Seconda Mikaela, che rimedia 23 centesimi dalla Rebensburg. Intanto parte Anna Fenninger!

Partita Mikaela Shiffrin, 45 centesimi di vantaggio sulla tedesca per lei.

PAZZESCA RISPOSTA DI VIKTORIA REBENSBURG! La Campionessa olimpica di Vancouver tira fuori gli artigli e passa a condurre! Si accende la gara!

MARIA PIETILAE - HOLMNER IN TESTA! 66 cetesimi di vantaggio per lei all'arrivo. Seconda Anemone Marmottan, terza Lara Gut

Caduta per Denise Karbon! Errore purtroppo per la ragazza di Castelrotto, ma comunque Denise non sembrava in grado di impensierire il tempo della Marmottan

Parte Denis Karbon! 20 centesimi di vatanggio sulla francese per lei.

PASSA AL COMANDO ANEMONE MARMOTTAN! 16 centesimi di vatanggio per lei al traguardo.

Perde un secondo tondo Elisabeth Goergl! Continua la scalata di Lara Gut, che gonogola al tragaurdo. Ora Anemone Marmottan, quindi Denise Karbon

Partita Elisabeth Goergl! Si entra nelle prime dieci! 

Dietro anche la Gisin. Finalmente un bellisismo sorriso sul volto di Lara Gut!

Continua a scalare posizioni Laretta, dietro anche la Poutiainen. Quarta la finnica. Ora tocca a Dominique Gisin, quindi si entra nelle prime dieci.

1"17 il ritardo della Kirchgasser. Secondo tempo per lei. Mentre continuano a cambiare le condimeteo. Una roulette sta gara! 

Niente da fare per Kajsa Kling, che prende più di un secondo. In pista ora Michaela Kirchgasser.

Finisce dietrissimo la Hansdotter, 1"21 il suo distacco. Parte la Kling, che può contare solo su 7 centesimi di vantaggio. Poco per contrastare la super Gut di questa seconda manche

SPETTACOLARE MANCHE DI LARA GUT! Partita con soli 17 centesimi di vantaggio sulla Barthet, ha incrmentato fino ad arrivare al traguardo con 1"124 di vantaggio! Grandissima!

Paritta Lara Gut! Last call per lei!

Ancora quattro centesimi a rivelarsi decisivi! Ma stavolta sono a favore della francese, che chiude in testa.

E' dietro! Per soli quattro centesimi ma è dietro Nina Loeseth! Ora Anne Sophie-Barthet. 92 centesimi i lvantaggio della francese su Francesca.

Continua a scalare posizioni la Marsaglia, mentre parte Nina Loeseth, che ha 85 centesimi di vantaggio su Francesca ma perde tutto al primo intermedio

In pista Erin Mielzynski, mentre una nebbia comincia a calare su Rosa Khutor. Ora la gara può davvero diventare un terno al lotto

Terzo tempo per la francese, in pista ora la tedesca Barbara Wirth, che già al primo intermedio è indietro di molto rispetto a Francesca. Altra posizone gudagnata dalla romana! 

Dietro anche l'altra norvegese, parte Adeline Baud che ha solo 14 centesimi di vantaggio sulla Marsaglia

Errore per la norvegese, gara finita per lei. Parte Mona Loeseth.

Parte Ragnhild Mowinckel, 13 i centesimi di vantaggio su Francesca

E' dietro la Zettel! Secondo posto per lei a 41 centesimi da Francesca Marsaglia.

Parte Kathrin Zettel, che può contare solo su 3 centesimi di vantaggio sulla nostra Marsaglia

Grande manche di Francesca! Grande! 1"32 di vantaggio alla fine sulla Sejersted, e leaders corner per lei!

PARTITA FRANCESCA MARSAGLIA! 

24 centesimi il distacco della Vhlova dalla Sejersted. Secondo posto per lei.

Perde quasi un secondo la svizzera, ancora davanti la Sejersted. Seconda Fabienne Suter, a 61 centesimi. Parte Petra Vhlova, poi toccherà a Francesca Marsaglia.

Arriva la serba Ignjatovic, ma è lontana dalla norvegese. Non è questa la discesa che può darci una prova sulla gara dalla Sejersted. Partita Fabienne Suter, che conta su un vantaggio di 42 centesimi sulla norvegese

2'41"45 il tempo totale della Norvegese.

10.14: Ritorna al cancelletto Lotte Sejersted! Si parte con la seconda manche di questo gigante Olimpico da Sochi 2014.

10.08: Intanto continua a imperversare la neve su Sochi, e gli organizzatori hanno deciso di postporre la partenza. Scelta giusta, troppo alta la posta in gioco per disputare una manche in condizioni non ottimali. Ma soprattutto potrebbe esserci qualche problema per la sicurezza delle atlete.

10.04: Ancora tutto fermo a Sochi. Intanto arrivano notizie sull'infortunio patito da Federica Brignone nella caduta della prima manche: per lei trauma distorsivo-contusivo al ginocchio destro. Le condizioni della Brignone verrano poi controllate più approfonditamente più tardi.

10.00: Quasi pronta a scattare la prima atleta, la norvegese Lotte Sejersted. Anche se al momento la fitta nevicata che scende su Rosa Khutor ha consigliato agli organizzatori di prendersi qualche minuto di riflessione. 

09.57: Il tracciato di questa seconda manche è stato disegnato da Livio Magoni, che ha più o meno seguito il disegno della prima manche. La neve sembra tenere bene, nella pausa è stato sparso molto sale, vedremo se la pista regge al passaggio delle atelte.

09.56: Pioggia e nebbia su Rosa Khutor in questo momento. Prepariamoci a vivere una manche emozionante!

09.50: Mancano solo dieci minuti alla partenza di questa seconda manche del gigante femminile qui a Sochi 2014!

08.20: Per il momento è tutto, a risentirci per la seconda manche di questo slalom gigante femminile di Sochi 2014. L'appuntamento è per le 10! In palio, le medaglie!!

Sarà Lotte Sejersted ad aprire le danze nella seconda manche. Francesca Marsaglia, ventiseisima dopo la prima manche, può contare su un buon pettorale di partenza e provara a sfuttare le condizoni della pista per provare una rimonta. Denise Karbon ottava, Nadia Fanchini terza.

L'appuntamento con la seconda manche è fissato per le ore 10 italiane, anche se c'è da valutare la variabile meteo. La pioggia mista a enve e il passaggio di novanta atlete hanno messo a dura prova il manto nevoso della pista. Nella seconda manche può davvero succedere di tutto!

Con l'arrivo al traguardo della peruviana Ornella Ottl-Reyes si chiude la prima manche di questo slalom gigante femminile. 

Dalla Thailandia, ecco Vanessa Vanakorn di professione violinista! La splendida asiatica però ha una gran passione per lo sci ed eccola qui alle Olimpiadi di Sochi 2014. Ultimo tempo per lei al momento. 

Felicissima al traguardo l'albanese Suela Mehilli,malgrado i 15 secondi presi da Tina Maze.Mentre è in pista l'Italian del Togo: Alessia Dipol!

Dalle Isole Vergini Jasmine Campbell! Anche i Caraibi alle Olimpiadi invernali! E non male la ragazza, che chiude 59esima a quasi 15 secondi dalla Maze.

Con il 71 in pista la cinese Xia, che sta scendendo con ogni cautela con il solo obiettivo di portare a termine la discesa olimpica. Missione compiuta per lei!

Continuano le discese di atelte di secondo piano, ora i numeri salgono mentre scende in maniera inversamente proprozionale il livello delle atlete. Per queste ragazze, già essere in gara oggi è un grande successo e le seguiamo con il massimo rispetto!

Intanto da Sochi arrivano notizie confortanti su Federica Brignone. Ci eravamo spaventati a vederla seduta nella neve tenendosi il ginocchio e sentire le sue grida, ma per fortuna nessun problema per lei. 

Greta Small, australiana, segna la boa di metà gara! Ancora 45 atlete devono scendere! Intanto la cerca Dubhovska prova la nuova specialità del monosci, dopo aver perso quello destro in ingresso di muro, ma il suo esperimento finisce subito con una caduta.

Le atlete ora scendono a ritmo serrato, vedremo cosa accadrà quando saranno in pista le atlete di livello meno alto. Intanto però attenzione alla posizione di Francesca Marsaglia, al momento ventiseisima.

Ormai le atlete più forti hanno terminato le loro discese e quindi è tempo di fare un riepilogo di quanto accaduto sin qui in questa prima manche: comanda Tina Maze, brava a sfruttare il pettorale numero 1, davanti a Jessica Lindell Vikarby (+52 centesimi) e alla nostra Nadia Fanchini (+65 centesimi). Anna Fenninger (+85 centesimi) e Mikaela Shiffrin (+91 centesimi) completano la top five. Nelle prime dieci anche Denise Karbon, ottava a 1"61. Fuori purtroppo Federica Brignone, caduta dopo poche porte.

Scivolata per Marion Betrand, mentre la francese stava veleggiando su ottimi tempi. Peccato per la francese, che si dispera a bordo pista...

Quattordicesima a 2"49 la giovane svedese Kajsa Kling. Parte la norvegese Ragnhild Mowinckel.

Diciottesima a 3"75 la Marsaglia, che però potrebbe beneficiare di una posizione "tattica" in vista della seconda manche.

Ultima azzurra in gara: parte Francesca Marsaglia!

Riprende la gara con Michaela Kirchgasser, dopo una breve sospensione per sistemare la porta divelta dall'inforcata di Mirie Pier Prefontaine

Decimo tempo a 1"96 per Elisabeth Goergl, medaglia di bronzo a Vancouver dietro a Rebensburg e Maze.

Finisce fuori gara intanto Julia Mancuso: una sola vittoria per lei in carriera in gigante, ma dove contava veramente tanto, ovvero a Torino 2006!

Intanto torniamo alal caduta di Federica Brignone: la caduta dalla dinamica non sembrava brutta, la milanese è poi rimasta a terra toccandosi il ginocchio prima d irimettersi in piedi. Sperismo nulla di grave per lei, ma grande rabbia perchè Fede poteva essere un'ottima carta al mazzo azzurro.

In pista Denise Karbon.Ottava a 1"61 da Tina Maze.

In pista Dominque Gisin, mentre Maria Riesch ha alla fine optato per non partitre.

Purtroppo caduta per Federica Brignone, che sembra anche dolorante al ginocchio. Qualche urla di dolore han fatto anche tornare indietro con la memoria al dramma di Deborah Compagnoni ad Albertville 1992...

Che grande manche di Nadia!! Terza a 65 centesimi da Tina Maze! Brava la bresciana, ora tocca a Federica Brignone

PARTE NADIA FANCHINI! 

1"57 il distacco accumulato da Maria Pietilae Holmner

1"36 il ritardo accumulato da Viktoria Rebensburg. Comanda sempre Tina Maze, i distacchi sono decisamente alti, complice anche una pista che sembra già rovinata. E se va avanti così, nella seconda prova può succedere di tutto. Intanto fuori Marie Michele Gagnon

91 i centesimi rimediati da Mikaela Shiffrin, che pure era passata in testa al primo intermedio. Ma le condizioni di neve sono davvero davvero ardue. 

Terzo tempo per Anna Fenninger, che prende da 85 centesimi. Che farà ora Mikaela Shiffrin?

Arriva al traguardo Lara Gut che prende 2"66 dalla Maze. La pista sembra già essere notevolmente rovinata e le atlete stanno facendo fatica a scendere sotto la pioggia.

Partita Lara Gut!

Malissimo Kathrin Zettel, che arriva al tragaurdo con 3"72 di ritardo.

Arriva al traguardo la svedese, che rimedia 52 centesimi dalla Maze. Pronta ora Katrhin Zettel. Attenzione all'austriaca, che però arriva in notevole ritardo al primo intermedio

Piove su Sochi, vedremo se la pista tiene. Intanto 1'17"88 il tempo fatto segnare da Tina Maze. Ora la discesa di Jessica Lindell Vikarby ci darà la prova della bontà o omeno della prova di Tina.

PARTITA TINA MAZE!

06.26: sarà Tina Maze a scendere con il numero 1, Lara Gut scenderà con il 4, 5 Anna Fenninger, 6 Mikaela Shiffrin. Maria Riesch è stata in dubbio fino all'ultimo, ma dovrebbe esserci: l'influenza l'ha messa quasi ko ma la tedesca dovrebbe essere della partita. Vedremo al momento del suo start, con il 13, se scenderà o meno.

06.25: Federica Brignone - che oggi partirà con l'11 appena dopo Nadia Fanchini -è la carta migliore nel mazzo azzurro. Per la milanese un quarto posto come best stagionale, nel gigante di St. Moritz. Denise Karbon e Francesca Marsaglia le altre azzurre in gara.

06.18: Le svedesi Maria Pietilae Holmner e soprattutto Jessica Lindell Vikarby sono da tenere sott'occhio. la squadra svedes ha fatto vedere grandi cose quest'anno in gigante, dove si è messa in luce anche la giovane Kajsa Kling.

06.16: Mikaela Shiffrin ha la faccia furbetta di chi oggi vuole fare lo scherzo alle grandi della disciplina. La gara per cui è chiamata a medaglia d'oro è lo slalom speciale di venerdì, ma Mikaela in questa stagione è già salita sul podio in gigante in un padio di occasioni, arrivando seconda nella gara di casa di Beaver Creek e terza a Lienz.

06.10: C'è una curiosa statistica legata alla splendida Anna Fenninger: per ben due volte in carriera si è imposta in slalom gigante sulla pista di Lienz e in entrmabe le occasioniil giorno 28 dicembre. Luogo e data della gara di oggi sono diversi, ma l'austriaca, che ha vinto già l'oro in Super G sabato scorso, rimane una cliente molto pericolosa.

06.00: Lara Gut è sin qui una delle deluse di questa Olimpiade, dove ha conquistato il bronzo nella discesa libera. Il suo broncio a fine gara dopo il terzo posto si è poi tramutato in un bel sorriso al momento di ricevere la medaglia, con la stessa svizzera che ha poi chiesto scusa via Facebook per il suo atteggiamento all'arrivo. Per lei anche un quarto posto nel Super G e un'uscita in Super Combinata quando la medaglia pareva davvero a un passo, con tanto di lacrime al traguardo.

05.54: CInque sono stati gli slalom giganti sin qui disputati in Coppa del Mondo e, incredibilmente, ci sono state cinque vincitrici diverse! Ha aperto Lara Gut a Solden, quindi la svedese Jessica Lindell Vikarby ha trionfato a Beaver Creek. L'onore della vittoria è poi toccato a Tessa Worley (St. Moritz), Tina Wierather (val d'Isere) e infine ad Anna Fenninger, che si è imposta a Lienz. Una Coppa del Mondo femminile all'insegna dell'equilibrio, come mai si era visto in questi ultimi anni, soprattutto l'anno scorso quando cifu il monologo di Tina Maze.

05.30: Buongiorno e benvenuti a questa diretta scritta dello slalom gigante femminile di Sochi 2014! Un saluto da parte di Alessandro Gennari, che vi augura come sempre una Buona Olimpiade assieme a noi!

Si apre con lo slalom gigante femminile la parentesi dedicata alle prove tecniche qui all'olimpiade di Sochi 2014. Le ragazze affrontano quindi al loro quarta fatica olimpica dopo la super-Combinata, la discesa libera e il Super G. Maria Riesch, la coppia Tina Maze-Dominique Gisin e Anna Fenninger si sono sin qui laureate regine della velocità. Quattro sovrane per tre dicscipline: mai in un'Olimpaide si era verificato un ex aequo nelle gare di alpino femminile.

Sono novanta (si, avete letto bene 90!) le altete iscritte alla competizione. Come ogni gara Olimpica che si rispetti, molto sono le presenze "esotiche" nella start list: dal Marocco al Togo, da San Amrino all'Albania, sono tante le ragazze che hanno vinto la loro medaglia d'oro semplicemente presentandosi al via di questo gigante a Cinque Cerchi. Molte le storie interessanti che si possono raccontare, come quella ad esempio di Alessia Dipol, bellunese che corre per la bandiera del Togo, di fatto regalando visibilità olimpica invernale a un paese le cui tradizioni nello sport della neve non sono sono goico forza degne di nota.

Sono quattro le azzurre che prenderanno il via: Nadia Fanchini parte con il numero 10, con l'11 segue subito Federica Brignone. La terza italiana al via sarà Denise Karbon, che partirà con il pettorale numero 15, mentre con il 23 partirà Francesca Marsaglia. La carta migliore è indubbiamente Federica Brignone che, finalmente guarita dal problema al piede che l'ha frenata la scorsa stagione, è stata protagonista di ottime prestazioni, tutte all'insegna del suo motto "Attaccare duro".

Diretta scritta slaom gigante femminile Sochi 2014

Tante le assenze pesanti in questa gara. A partire da quella della campionessa del Mondo in carica, ovvero la francese Tessa Worley, la cui è stagione è finita proprio sulle nevi di casa della Val d'Isere: una caduta durante lo slalom speciale e il ginocchio che fra crack, spegnendo il sogno Olimpico di una  Worley che sarebbe stata di certo nel novero delle favorite. Assenza forzata anche per la regina della sfortuna in questi Giochi, ovvero Tina Weirather. La ragazza del Lichtenstein, portabandiera del suo paese nella cerimonia inaugurale e indicata da molti addetti ai lavori come una delle certe protagoniste di Sochi 2014, ha purtroppo dovuto alzare bandiera bianca a seguito della caduta rimediata in prova di discesa proprio qui alle Olimpiadi. Troppo dolorante il ginocchio, e per Tina i giochi sono finiti ancora prima di iniziare. 

La gara rimane comunque di altissimo livello tecnico: Tina Maze, Maria Pietilae -Holmner, Maria Riesch, Lara Gut, Anna Fenninger, Miakela Shiffrin. E poi, perchè no, Julia Mancuso e la campionessa di Vancouver Viktoria Rebensburg. Tanti sono i nomi da mettere sotto la lente di ingrandimento oggi. Dubbi invece sulla partecipazione di Maria Riesch: la tedesca, oro in Super Combinata e argento in Super G, è infatti alle prese con un brutto raffreddore. Ad ogni modo, è presente nella starting list, 13 il suo numero di pettorale.


Share on Facebook