Rio 2016, gli USA vincono di misura con la Francia

Grazie a questa vittoria gli americani chiudono il girone a punteggio pieno e quindi si qualificano come primi per gli ottavi di finale. I francesi invece si devono accontentare della 2a posizione. MVP Thompson con 30 punti.

Rio 2016, gli USA vincono di misura con la Francia
Klay Thompson al ferro, Twitter @FIBA
USA
100 97
Francia
USA: Butler 2 (1/1) Durant 17 (5/5;1/1;4/5) Jordan 7 (3/5;1/2 TL) Lowry (0/1) Barnes DeRozan 9 (2/3;0/2;5/7) Irving 10 (3/4;0/2;4/4) Thompson 30 (2/3;7/13;5/7) Cousins 9 (4/5;1/2 TL) George 6 (3/5;0/1) Green (0/1 3P) Anthony 10 (2/4;2/7)
Francia: Heurtel 18 (7/10;1/4;1/1) Batum 14 (3/3;1/3;5/5) Diot 8 (1/2;2/6) Lauvergne 12 (6/9;0/1;0/3) Kahudi 2 (1/2) Parker Pietrus De Colo 18 (7/9;1/4;1/1) Diaw 5 (2/4;0/1;1/1) Gelabale 8 (4/8) Gobert 6 (3/5) Tillie 6 (2/2;2/2 TL)
SCORE: 30-24; 55-46; 81-69. Tiro da 2p: USA (25/36) Francia (36/54). Tiro da 3p: USA (10/27) Francia (5/19). Tiri liberi: USA (20/27) Francia (10/13). Rimbalzi: USA 29 Francia 35

Gli USA vincono lo scontro diretto con la Francia e si qualificano agli ottavi di finale del torneo olimpico da primi del proprio girone ed a punteggio pieno. Infatti il roster di coach Krzyzewski ha inanellato ben cinque vittorie nelle sfide fin qui disputate soffrendo parzialmente contro le squadre più attrezzate come lo è stata la Francia. Infatti i transalpini sono stati bravi nell'imbrigliare il più possibile la manovra offensiva americana, portandoli a cercare maggiormente giocate individuali che si sono poi trasformate in eccessive forzature, soprattutto nel primo tempo. Questo sistema ha però pagato in parte perchè la maggior tecnica e fisicità degli americani è uscita alla distanza. La Francia ha provato allora a rendersi più efficace in attacco penetrando costantemente nel pitturato, lasciato praticamente libero dalla difesa degli USA. Il roster a stelle e strisce deve ringraziare un ritrovato Klay Thompson che torna ad essere un cecchino da oltre i 6.75 metri, infatti la guardia californiana mette insieme 30 punti, accompagnato dal futuro compagno di squadra, Durant, con 17, Irving ed Anthony con 10. Dall'altra parte sugli scudi ci sono Heurtel e De Colo con 18 punti, Batum con 14 e Lauvergne con 12. Gli USA si candidano ovviamente come favorita per la vittoria finale, ma la Francia con questa prestazione ha voluto dimostrare di potersela giocare con chiunque fino alla fine del torneo.

La partita inizia con Irving che assiste alla perfezione Cousins per la schiacciata che vale il primo canestro della sfida. Thompson ai liberi allunga, ma De Colo pareggia immediatamente con un'azione da tre punti. Durant riporta avanti gli americani, ma Heurtel e sempre De Colo ribaltano la situazione in un minuto. La guardia francese si fa successivamente stoppare da Cousins, ma a raccogliere il rimbalzo è Heurtel che firma il +4 (5-9). Durant si mette in proprio e porta gli Usa in vantaggio realizzando prima una tripla e poi un layup. Batum piazza i piedi dietro la linea da tre punti e va a segno per il canestro che vale la parità, che però dura poco perchè dall'altra parte Cousins conserva il +2 americano con un tiro piazzato. Thompson con una tripla delle sue allunga ulteriormente, ma Lauvergne trascina i suoi in avanti con il layup che vale il 19-20 per i francesi. L'ala forte dei francesi risponde anche al tentativo di sorpasso avversario, realizzato da DeRozan con i liberi, con un appoggio a tabellone. La guardia dei Toronto Raptors va a segno col piazzato, dopodichè usufruisce di un fallo antisportivo fischiato a Gelabale, per allungare con i liberi. Nel finale di frazione è sempre il n.9 americano a dimostrarsi ineccepibile dalla lunetta, poi Diot realizza con il layup ed infine Jordan si fa stoppare da Gelabale, che così fissa il risultato al termine dei primi 10 minuti sul 30-24 per gli USA.

George e Butler allungano subito da dentro l'area, poi la Francia si sveglia dopo 2 minuti con la stoppata di Kahudi su Lowry ed il "jump shot" di Lauvergne. Thompson con la tripla porta il vantaggio americano sulla doppia cifra (42-32), ma dall'altra parte gli risponde immediatamente De Colo con un ulteriore canestro da oltre l'arco. Gobert con la schiacciata riporta la Francia a contatto (47-42), dopodichè la panchina francese si lamenta per un fallo su Lauvergne non fischiato e gli arbitri decidono di assegnare un tecnico alla panchina transalpina, dalla lunetta Durant non sbaglia. Jordan schiaccia il +11 (55-44), ma Tillie chiude il quarto facendo 2/2 dalla lunetta. All'intervallo la Francia è sotto di 9 punti, un divario causato dalla maggior intensità messa in campo dagli americani in questa frazione.

In uscita dagli spogliatoi il primo a segnare è Batum con un tap-in, dall'altra parte però Anthony va a segno con un piazzato. Durant schiaccia il +9 (59-50) su assist di Irving, seguito da Thompson con la tripla. Ancora la guardia dei Golden State Warriors continua a non sbagliare da oltre i 6.75 metri, poi Lowry assiste Jordan per la schiacciata che vale il 75-62 per gli USA. Diot ferma la pioggia di triple messe a segno da Thompson con un canestro da oltre l'arco, ma gli americani continuano a martellare il canestro avversario con l'alley oop che vede protagonisti, Green in veste di assist-man e Jordan in quella di finalizzatore. Gelabale accorcia le distanze col piazzato, ma è il centro dei Los Angeles Clippers ( Jordan ) a chiudere il quarto dalla lunetta fissando il punteggio sull'81-69 per USA.

Gelabale e Tillie iniziano l'ultima frazione portando la Francia sotto la doppia cifra di svantaggio, ma Irving con un 2/2 ai liberi difende il vantaggio costruito dalla sua squadra. A metà quarto Lauvergne schiaccia il -4 (85-81), ma dall'altra parte gli rispondono Irving e Durant che si rendono protagonisti di una nuova alley oop, con il play di Cleveland ad alzare ed il neoacquisto dei Warriors a schiacciare. Anthony fa prove di allungo con la tripla, alla quale risponde Heurtel con un canestro dal perimetro. La stella dei New York Knicks piazza ancora i piedi oltre la linea dei tre punti e segna il +10 (98-88). Cousins con la schiacciata firma il centesimo punto della partita per gli americani, poi nel finale chiudono la sfida Batum con il layup e Diot con la tripla. La partita termina con la vittoria degli USA per 100-97.