Rio 2016, ginnastica artistica: assegnate le prime medaglie delle specialità

Nella finale di specialità arriva il doppio oro per Max Whitlock, che vola in testa nel corpo libero e nel cavallo con maniglie. Tra le donne spiccano Simone Biles e Aliya Mustafina. Errori per Uchimura e Douglas, dati per favoriti ognuno nelle proprie specialità.

Rio 2016, ginnastica artistica: assegnate le prime medaglie delle specialità
foto: Rio 2016 Olympics Official Website

Volge al termine l’Olimpiade di Rio della ginnastica artistica ed oggi abbiamo assistito alle prime finali di specialità. Quattro le medaglie da assegnare: corpo libero maschile, volteggio femminile, cavallo con maniglie e parallele asimmetriche. Max Whitlock è medaglia d’oro in entrambe le specialità, mentre, per quel che riguarda le donne, Simone Biles si conferma leader al volteggio e Aliya Mustafina si impone alle parallele asimmetriche. Clamorosi gli errori dei ginnasti più favoriti, come Kohei Uchimura fuori dalla pedana al corpo libero e Gabrielle Douglas che è a secco di medaglie.

CORPO LIBERO MASCHILE – È Max Whitlock a conquistare la medaglia d’oro. Il ginnasta britannico, già bronzo nell’individuale, si è laureato campione olimpico grazie all’ottimo punteggio ottenuto a seguito dell’esercizio al corpo libero, ben 15.633. Battuti così i due atleti di casa, Diego Hypolito e Arthur Mariano, secondo e terzo rispettivamente. I due brasiliani nulla hanno potuto contro lo strapotere di Whitlock, che conquista così la seconda medaglia a Rio. Fuori dal podio sono rimasti i due giapponesi, favoriti già dall’inizio di queste Olimpiadi: Kenzo Shirai ha commesso un errore che non gli ha permesso di andare oltre la quarta posizione e precede il connazionale Kohei Uchimura, solo quinto dopo essere uscito dalla pedana durante l’esecuzione dell’esercizio.

foto: Rio 2016 Olympics
foto: Rio 2016 Olympics

VOLTEGGIO FEMMINILE – È poi il turno delle donne, che partono dal volteggio. Ad imporsi è ancora una volta Simone Biles, che monopolizza il primo gradino del podio, dal concorso a squadre all’All-around. La statunitense conquista così la medaglia d’oro con il punteggio di 15.966. Sul podio con lei troviamo Maria Paseka, argento, e la svizzera Giulia Steingruber, bronzo. Durante la finale del volteggio abbiamo assistito ad una grande prova di Honk Un Jong: la ginnasta nordcoreana ha provato il triplo avvitamento, cadendo però e non riuscendo ad ottenere il punteggio sperato. Risultato storico per l’India, che grazie a Dipa Karmakar chiude la finale in quarta posizione, anche davanti a Yan Wang.

foto: Rio 2016 Olympics
foto: Rio 2016 Olympics

CAVALLO CON MANIGLIE – È la finale di Max Whitlock, che si porta a casa l’oro anche in questa specialità. Al cavallo con maniglie è doppietta britannica, con l’argento di Louis Smith. I due, separati da pochi decimi, precedono lo statunitense Alexander Naddour, bronzo. Medaglia di legno per il francese Cyril Tommasone, mentre è ultimo Oleg Verniaiev, che non riesce a trovare lo spunto.

foto: Rio 2016 Olympics
foto: Rio 2016 Olympics

PARALLELE ASIMMETRICHE – Non ce n’è per nessuno alle parallele asimmetriche, perché Aliya Mustafina va a prendersi la medaglia d’oro. La russa si impone con il punteggio di 15.900 grazie ad un esercizio di gran classe, che la conferma Campionessa in questa specialità. Nulla ha potuto Madison Kocian: la Campionessa del mondo si è dovuta accontentare della medaglia d’argento, facendo così sfumare il sogno americano di poter vincere in tutti gli ambiti. Il bronzo va alla tedesca Sophie Scheder. Sbagliano clamorosamente Gabrielle Douglas e Daria Spiridonova, penultima e ultima rispettivamente. La statunitense non riesce a difendere i titoli di Londra 2012, restando a secco di medaglie.  

foto: Rio 2016 Olympics
foto: Rio 2016 Olympics