Rio 2016, basket maschile: la Croazia piega la Lituania e finisce prima nel girone B (81-90)

Simon, Saric e Bogdanovic mandano al tappeto la Lituania, che chiude terza nel girone B (affronterà l'Australia ai quarti). Per gli uomini di Petrovic ora c'è la Serbia.

Rio 2016, basket maschile: la Croazia piega la Lituania e finisce prima nel girone B (81-90)
Rio 2016, basket maschile: la Croazia piega la Lituania e finisce prima nel girone B (81-90)

L'ultima partita della fase a gironi del torneo di pallacanestro maschile delle Olimpiadi di Rio de Janeiro si è disputata nella notte italiana alla Carioca Arena 1, impianto in cui la Croazia di Petrovic ha battuto la Lituania di Kazlauskas con il punteggio di 90-81. Decisivo per i balcanici un parziale micidiale nel terzo quarto, dopo un primo tempo equilibrato. Con questo successo la Croazia si porta al primo posto nel gruppo, appaiata propria a Lituania, Spagna e Argentina, ma davanti per la classifica avulsa, e affronterà nei quarti di finale la Serbia di Milos Teodosic. Finisce invece terza la Lituania, che dopo una buona partenza ha subito due sconfitte consecutive: Kalnietis e compagni sono ora attesi dall'Australia. 

L'avvio di partita è tutto di Krunoslav Simon. Il giocatore dell'Olimpia Milano mette a segno tre canestri consecutivi, ma è la Lituania a muovere meglio il pallone dall'altra parte e a rispondere con Reinaldas Seibutis. Cercatissimo dai compagni Jonas Valanciunas, che però appare pesante e fuori forma, in estrema difficoltà contro i lunghi avversari. Il solito Maciulis e uno scatenato Jankunas mandano avanti la Lituania fino al 21-11 con due canestri dello spento Valanciunas. Sono dunque le seconde linee di Petrovic, da Darko Planinic a Luka Babic a ricucire lo strappo per la Croazia, che intanto vede salire di colpi Dario Saric. Il nuovo giocatore dei Philadelphia 76ers abusa di Mindaugas Kuzminskas e, con la collaborazione di Bojan Bogdanovic, confeziona pareggio e sorpasso sul 24-25. La Lituania sbanda vistosamente soprattutto in difesa, ed è tenuta a galla dal solito Mantas Kalnietis, in grado di segnare con continuità anche dall'arco. Comincia così una sparatoria da tre punti, cui prendono parte anche Paulius Jankunas e Mario Hezonja, che mostra tutto il suo talento in un paio di giocate che valgono il 41-47 alla fine del primo tempo. 

Alla ripresa delle operazioni ecco ancora Saric allungare per i croati, mentre Maciulis e Valanciunas provare a tenere a contatto una Lituania meno convinta rispetto alle prime uscite dell'Olimpiade. Lo strappo decisivo per i balcanici porta però la firma di Bogdanovic, Simon e Miro Bilan, che mettono la Croazia a distanza di sicurezza sul finire del terzo quarto (51-66). Valanciunas litiga con il ferro, Kalnietis non può fare tutto da solo, e due triple consecutive di Bogdanovic, seguite da quattro punti in due di Saric e Planinic, valgono il 55-75 con cui si va all'ultima pausa. Ancora Kruno Simon respinge gli assalti di Maciulis e Kalnietis, ma la Lituania non ha intenzione di arrendersi e abbozza una difficile rimonta con un caldissimo Jankunas e un inarrestabile Kalnietis (69-79). Planinic e Simon ricacciano indietro i balcanici, con l'incontro che sembra ormai in ghiaccio. Ci pensano però Kalnietis e Kuzminskas a riportare sotto la Lituania, sei lunghezze di distanza a un minuto dalla fine (79-85). Prima un tiro libero di Saric, poi una tripla di Bogdanovic chiudono però i conti per la Croazia, che si classifica dunque al primo posto nel girone B, regalandosi per i quarti di finale un derby contro la Serbia. Per la Lituania c'è ora il difficile ostacolo Australia.

Lituania (3-2). Punti: Kalnietis 26, Jankunas 18, Valanciunas 13. Rimbalzi: Valanciunas 6. Assist: Kalnietis 11.

Croazia (3-2). Punti: Bogdanovic 22, Simon 19, Saric 18, Planinic 10. Rimbalzi: Simon 10. Assist: Simon 6.

Giochi Olimpici