Diretta Rio 2016 in Finali Canoa Sprint - Ripamonti e Dressino sesti nel K2 1000m

Diretta Rio 2016 in Finali Canoa Sprint - Ripamonti e Dressino sesti nel K2 1000m
Diretta Rio 2016 in Finali Canoa Sprint - Ripamonti e Dressino sesti nel K2 1000m

Con lo splendido oro della ungherese Kozak si chiude la terzultima giornata di gare al Lagoa Stadium. Per questo pomeriggio è tutto amici lettori di Vavel. Da Andrea Bugno e dalla redazione Rio 2016 di Vavel Italia l'augurio di un piacevole pomeriggio con i nostri articoli. 

Questi i tempi della finale. 

Invece no! Il fotofinish tradisce la bielorussa, che crolla negli ultimi metri. Secondo posto per la Danese Jorgensen, terza l'australiana Carrington. 

Se ne va la Kozak, che punta il bis olimpico! Va a prendersi la vittoria l'Ungheria! Mantiene la seconda piazza la Bielorussia, Terzo posto per la Danimarca sull'Australia. 

Si staccano davanti la Bielorussia, risale l'ungherese che vira ai 250 in testa di poco. Terzo posto per l'azera, seguono Germania e Australia. 

Partite! Grande partenza in cinque della Bielorussia. Segue l'Ungheria. 

E' il momento della finale A, ultima di giornata. Occhio alla Weber in acqua quattro. Cina, Nuova Zelanda con la Carrington, Danimarca, Bielorussia, Ungheria con la Kozak - campionessa olimpica in carica - Azerbaigian e chiude in otto la Serbia.  

Arrivo - Crolla la polacca, passa la Russia in prima posizione. Risale il Portogallo, ma la spunta la Slovenia in rimonta per la seconda piazza. 

E' la Polonia però che passa davanti a tutte al primo passaggio ai 250 metri. Seconda la Russia, terza la Slovacchia. Seguono Portogallo e Svezia. 

Partite! Ottimo spunto della svedese in acqua sette. 

Si parte con la Finale B del K1 femminile. 500 metri da percorrere. Ci siamo! 

15.00 Appena terminato l'inno ucraino per l'oro di Iurii Cheban, che si scatena sul podio. 

14.55 Tempo di premiazione, stavolta per l'Ucraina nella canoa 200 metri singola. Tra un quarto d'ora le ultime due finali odierne con i 500 metri K1 donne. 

14.50 Questi i tempi della finale A del K2 200, con Craviotto e Toro oro davanti a Gran Bretagna, Lituania e Germania, stavolta di legno. 

Invece per l'argento l'ha spuntata la Gran Bretagna. Colpo di coda dei britannici alle spalle degli iberici, Lituania terza sul gradino più basso del podio. 

Arrivo - Imperiosa l'azione della Spagna, che si impone sulla Lituania. Al fotofinish per le posizioni di rincalzo. Dovrebbe averla spuntata la Germania per il bronzo! 

Partito il K2 200! Lituania e Spagna davanti a tutte! 

Ricchetti e Frenna all'arrivo: "Sapevamo che questa non era la nostra gara, la sfruttiamo come riscaldamento. Aspettiamo di vedere il K4 domani per giudicare. Era un tentativo questo del K2, non abbiamo avuto tempo per provare. Durante l'allenamento del K4 1000 invece abbiamo avuto buone sensazioni, aspettiamo domani". 

Si passa alla finale A, che si preannuncia equilibrata ed entusiasmante! Serbia, Francia, Gran Bretagna, Lituania, Spagna, Ungheria, Germania e Canada a caccia del podio. 

Arrivo - Vola il Brasile, rimonta la Korea che riesce a superare i padroni di casa sul filo del rasoio, Italia quinta alle spalle dell'Australia e anche dei kazaki. Buon test in vista del K4. 

Partiti! Ottimo spunto per i brasiliani, subito davanti a tutti. 

Ultimata la premiazione dei tedeschi, si passa a breve alla finale B del Kayak doppio 200 metri, dove ci sono anche gli italiani Ricchetti e Crenna assieme a Korea, Brasile, Kazakhistan e Australia. 

Cerimonia del K2 1000 metri che premia l'oro dei tedeschi Rendschmidt e Gross! Inno tedesco. 

Breve pausa in acqua, si procede alla premiazione dei 1000 metri del K2. Si tornerà a gareggiare tra circa un quarto d'ora con la finale B del K2 200 metri. 

Grossa delusione per il padrone di casa brasiliano, che perde terreno nelle fasi iniziali con una partenza a rilento. Soltanto terzo il beniamino di casa. 

Ancora oro in acqua otto per Cheban! Brucia tutti nella parte bassa bissando l'oro di Londra. Nuovo record olimpico. Secondo l'azero Demyanenko.  

Testa a testa Ucraina-Azerbaigian, segue il brasiliano che è rimasto attardato! 

Partiti! Una volata lunga 200 metri, circa quaranta secondi per i protagonisti in acqua. Attenzione anche allo spagnolo e all'ucraino, partiti benissimo. 

Si procede con la finale A, dove il beniamino di casa Queiroz Dos Santos cerca l'oro. Occhio a Simart e Nadiradze. 

Dressino a fine gara: "Ci han colto di sorpresa i primi duecento metri, dove ci aspettavamo di essere leggermente più avanti. Nel finale abbiamo recuperato una posizione, chiudendo sesti che per noi è un grande risultato. Siamo soddisfatti per la nostra prova". Ripamonti: "Abbiamo fatto una buona gara, abbiamo gestito bene le forze e la distanza della gara. Antonio forse non ci perdonerà il risultato (ride ndr)". 

Arrivo - La spunta la Repubblica Ceca con Fuksa al fotofinish sull'Ungheria, mentre Tacchini termina settimo. 

Partenza - Scatta bene l'azzurro, che paga pochi metri dai primi della batteria! 

Tocca adesso alla canoa singola 200 metri, con la finale B nella quale è impegnato l'azzurro Carlo Tacchini! 

Buona gara per l'Italia, che conquista una posizione ai danni della Slovacchia. Questi i tempi delle prime barche. 

Arrivo - Oro per la Germania! In solitaria i tedeschi si aggiudicano l'oro. Argento per la Serbia, che nel finale ha insidiato anche i primi della classe! Portogallo e Australia si giocano il bronzo, la spuntano questi ultimi! 

Passaggio ai 750 - Prova a risalire l'Italia, mentre davanti a tutti la Germania intensifica l'azione e aumenta a dismisura il vantaggio! Portogallo poi Serbia e Australia. 

Passaggio ai 500 - Sempre Gross e Rendschidt davanti a tutti! Portogallo ed Australia inseguono. Italia sempre settima. 

Passaggio ai 750 - Germania con 3 decimi sul Portogallo. Italia settima! 

Partenza - Ottima partenza per Australia, Portogallo e Germania. 

Il record olimpico preesistente ci riporta alle Olimpiadi di Atlanta, nel 96, quando Rossi e Scarpa firmarono uno storico Oro. 

E' il momento adesso della finale A! In acqua l'Italia! Questo l'ordine di partenza! Italia in acqua sette! 

Arrivo - Cuba strappa il successo, in scioltezza, con 3:18, resistendo alla rimonta francese nel finale. Dietro Kazakhistan e Repubblica Ceca. 

Passaggio ai 250 dall'arrivo - Cuba mantiene sempre la testa, con un secondo netto sulla Francia. Terza oramai la barca kazaka. 

Passaggio ai 500 - Cuba ancora avanti di mezzo secondo rispetto alla Francia che prova a salire in acqua 3. 

Passaggio ai 750 - 37 centesimi il vantaggoi di Cuba sul Kazakhistan. Francia a 65 centesimi. Cechi nelle retrovie. 

Partiti! Nei primi metri lo sprint migliore è quello dei cubani. A seguire kazaki e francesi. Già staccata la Repubblica Ceca. 

Quattro imbarcazioni al via della finale B: Francia, Repubblica Ceca, Kazakhistan, Cuba. 

13.55 Ci siamo! Inizierà a breve la finale del K2 1000m! 

13.45 Il sole mattutino di Rio bacia le acque del Lagoa Stadium. Pochi minuti all'inizio delle regate! Un quarto d'ora e si parte! 

13.30 Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, del terzultimo giorno di gare - e di finali - della Canoa Sprint al Lagoa Stadium di Rio. Quest'oggi si assegnano altre dodici medaglie, con quattro finali - K2 1000 metri, K2 200 metri, Canoa singola sui 200 metriK1 500 metri (donne) - che vedranno protagonisti nello sprint per l'oro nella prima gara anche gli azzurri Ripamonti e Dressino. Da Andrea Bugno e dalla redazione Rio di Vavel l'augurio di un piacevole pomeriggio in nostra compagnia. 

Si parte proprio dalle finali (ore 14 e 14.08) - per la gloria ed un posizionamento la prima e per l'oro la seconda - del Kayak doppio (K2) sulla distanza di mille metri che vedrà in acqua l'unica coppia azzurra che ambisce ad ottenere una medaglia olimpica. Ripamonti e Dressino proveranno a sfidare la coppia serba (Tomicevic e Zoric), quella tedesca (Rendschmidt e Gross), quella australiana (Wallace e Tame) e, infine, anche quella lituana (Nekriosius e Olijnik). Azzurri che si sono qualificati con il tempo di 3:17.942.  

Semifinali 1000 metri K2. 1. Australia (Wallace/Tame) 3:16.635. 2. Italia (Ripamonti/Dressino) 3:17.942. 3. Portogallo (Silva/Ribeiro) 3:18.256. 4. Ungheria (Hufnaghel/Ceiner) 3:18.474. 5. Lituania (Nekriosius/Olijnik) 3:18.526. 6. Slovacchia (Vlcek/Tarr) 3:19.372.

Si passerà successivamente alle finali della Canoa singola sulla distanza dei 200 metri, con il brasiliano Queiroz Dos Santos che va a caccia della medaglia d'oro contro il georgiano Nadiradze ed il francese Simart che sembrano i rivali più quotati che possono mettere i bastoni tra le ruote al padrone di casa. Nella finalina che andrà in scena alle 14.16 l'azzurro Carlo Tacchini. 

La terza ondata di finali riguarderà successivamente il K2 sulla distanza sprint dei 200 metri. Anche in questo caso la coppia azzurra non è riuscita a strappare il pass per la finale per l'oro, con Ricchetti e Crenna che si giocheranno un posizionamento migliore contro le coppie brasiliane, coreane e kazache. La coppia lituana composta da Lankas e Ramanauskas è la favorita all'oro, dopo essersi qualificata con il miglior tempo. A caccia di una medagia la Spagna con Craviotto e Toro, la Gran Bretagna con Heath e Schofield, e l'Ungheria con Totka e Molnar. 

Il quadro odierno si chiuderà attorno alle 15 con la finale femminile - l'unica di oggi - del kayak singolo sui 500 metri. Assente l'Italia da tutte e due le finali, con Germania (Weber), Bielorussia (Litvinchuk), Danimarca e Ungheria a giocarsi i tre posti per l'oro.  

Share on Facebook