Diretta Rio 2016, Basket Live: semifinali, Australia-Serbia (61-87)

Diretta Rio 2016, Basket Live: semifinali, Australia-Serbia (61-87)
Australia
61 87
Serbia

01.54 - Anche per noi di VAVEL Italia oggi è davvero tutto: ci salutiamo con i festeggiamenti serbi e con la delusione australiana. L'appuntamento è sempre qui su VAVEL per tutto il meglio del calcio e dello sport internazionale e per tutti gli aggiornamenti sulle gare olimpiche. Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per avermi seguito. Alla prossima, ciao!

01.50 - Ci si aspettava una semifinale equilibrata, invece i serbi hanno travolto gli avversari dal primo all'ultimo minuto. Boomers che sono sembrati spompati e poco reattivi, privi di quella voglia di lottare che aveva incantato tutto il mondo cestistico. Prova da maestro di pallacanestro per Milos Teodosic, che ha dispensato perle a destra e a manca trascinando i suoi compagni all'obiettivo. 22 con cinque assist per il play del CSKA Mosca, letteralmente incontenibile con la palla in mano. Deludente la prestazione di Mills e Bogut, mai in grado di dare l'accelerata necessaria per recuperare, complice anche l'asfissiante difesa serba. Tanti errori, troppi, per gli aussie, che devono salutare il sogno della prima finale olimpica nella loro storia: si giocheranno il bronzo contro la Spagna di Pau Gasol, in un'altra sfida stellare almeno sulla carta.

0.00.00 - Sorridono, si abbracciano i serbi, arriva anche la schiacciata di Bogdanovic! FINISCE QUI, 87-61 UNA PARTITA MAI IN DISCUSSIONE! VA IN FINALE LA SERBIA DI SASHA DJORDJEVIC, CHE SFIDERA' TEAM USA PER LA MEDAGLIA D'ORO!

0.51.90 - Si aspetta solo la sirena finale all'Arena Carioca 1, 82-56 il pesantissimo parziale.

2.01 - Si diverte in post Nikola Jokic, la partita oramai ha ben poco da dire. 56-81.

2.45 - MERAVIGLIOSA ESECUZIONE DI SQUADRA SERBA, Con Raduljica a colpire da tre dall'arco dopo tre passaggi fulminei.

3.20 - Palla persa banale in impostazione da Markovic, arriva la tripla di Motum dall'angolo per il -22.

4.02 - Sotto l'altro canestro bravo Baynes a garantire due extra possessi e, dopo altrettanti errori, a chiudere in prima persona col tap in. 76-51

4.18 - Esagerata la circolazione di palla, scadono i 24 per la Serbia.

4.42 - Si abbraccia la panchina serba, Markovic ha appena infilato una tripla su passaggio fantascientifico di Milos Teodosic. One man show stasera.

5.28 - Errore di Bogdanovic, riparte Ingles che prende il fallo tattico di Markovic. Sulla rimessa rapidissimo Mills, che può concludere senza avversari vicino.

6.08 - +30 con i due liberi di Raduljica, sempre importantissimo col lavoro sporco sotto canestro e per lucrare punti importanti dal secondo possesso.

6.34 - Basta! Basta! Altra giocata meravigliosa di teodosic che schiaccia a terra il passaggio tra Bogut e Mills per la schiacciata di Raduljica. Non c'è mai stata partita, e molto è merito di Milos Teodosic.

7.08 - TEODOSIC! LI STA PORTANDO TUTTI A SCUOLA. Altri due di leggerezza per il play serbo.

7.38 - Continua a sbagliare a ripetizione da tre l'Australia: altro mattone di Ingles.

7.54 - Raduljica dal post cerca il cioccolatino per Markovic, ma spara direttamente fuori.

8.15 - Tanta carica, tanto entusiasmo sulla panchina dei balcanici che si sentono già una medaglia in tasca. Rimarrebbero da vedere il colore ed il peso.

8.19 - Pessima rimessa serba, ci pensa Joe Ingles che recupera e corre in campo aperto ad appoggiare i due punti a vetro. 68-41 e timeout Djordjevic.

8.33 - Tanto caos di Andersen sotto canestro, alla fine dopo due stoppate cerca il suggerimento per Bogut, ma anche lui non trova le misure del tap-in.

9.25 - Tecnico alla panchina serba, ma Bogut non riesce a mettere nemmeno uno dei due tiri liberi bonus.

9.44 - Si muove tantissimo Markovic che alla fine trova il corridoio per Jokic: bella la finta per far saltare Bogut, ma arriva la randellata del numero 6 australiano. 2/2 ai liberi per Nikola Jokic, 68-38 il punteggio.

10.00 INIZIA IL QUARTO ED ULTIMO PERIODO!

0.00 - Finisce qui, segna ancora Markovic di sinistra, la Serbia dilaga letteralmente a valanga sull'Australia: 66-38 alla fine del terzo quarto, sarà garbage time per gli ultimi dieci minuti. Balcanici che stanno dominando sotto ogni punto di vista. Fisico, mentalità, tattica, tecnica, spettacolo: qualche breve sprazzo dell'Australia che ha incantato tutti nei giorni scorsi, ma è troppo poco. La squadra di Djordjevic è solidissima per tenuta del campo ed organizzazione.

1.08 - Non tirano i serbi, ma giocano col cronometro e trovano sempre la conclusione migliore: qui Jokic in punta legge benissimo il taglio di Markovic per i due punti appoggiati alla tabella. Dall'altra parte lo stesso Jokic non si fa ingannare dalle finte e stoppa Dellavedova per lanciare in contropiede Macvan, a segno.

2.00 - 58-36 il punteggio ora, ma l'Australia sembra non avere le armi psicofisiche più che tattiche per arginare gli avversari.

2.00 - Forza Broekhoff, ma alla fine ha ragione lui: nell'angolo gli frana addosso ingenuamente Bogdan Bogdanovic, saranno tre tiri liberi.

2.18 - Ai liberi Milos Teodosic: 1/2 che lo fa approdare a quota 20 punti personali, Djordjevic gli lascia un po' di riposo. Spazio a Markovic.

2.43 - Non finisce mai Teodosic! Non finisce mai! Da una parte Mills ancora riesce a trovare il ferro con facilità, ma dall'altra Teodosic sta incantando tutti azione dopo azione: qui porta a spasso la difesa, cambia direzione e col passo incrociato appoggia al tabellone il +24!

3.18 - JOVIC! Taglio perfetto, il solito Teodosic si inventa il passaggio ed il 24 deve solo chiudere con la destra.

3.38 - Lento nel cambio di direzione Ingles, se ne accorge Jovic che prende posizione e sfondamento.

3.43 - MILOS TEODOSIC! TEODOSIC SENZA COSCIENZA DA OTTO METRI! IL RE DEL PARQUET DI RIO! A rispondere uno sprzzo del miglior Patty Mills: penetrazione rapidissima e rovesciata a canestro su cui nessuno può intervenire. 51-29.

4.02 - Motum! Efficace a rimbalzo offensivo dopo l'ennesimo errore dei Boomers.

4.27 - 2/2, 48-25, si allunga il divario.

4.38 - Azione lunghissima della Serbia che fa stancare la difesa: si spazientisce Bogut che a due secondi dallo scadere dei 24 allarga il braccio su Markovic, che andrà in lunetta per i due liberi.

5.00 - Quanto viaggia la palla dei serbi... Teodosic e Bogdanovic dialogano in endecasillabi, alla fine il numero 4 sceglie la soluzione del post basso per Raduljica. Due movimenti sul perno, turnaround appoggiato al vetro e altri due punti per i ragazzi di Djordjevic.

5.36 - Col motorino Markovic! Scappa a tutti, arriva ad appoggiare al vetro di destro e si torna sul +20!

5.55 - Entra solo il secondo, è 42-24. Australia ancora lontanissima, allarga le rotazioni a dieci uomini Andrej Lemanis.

5.56 - Male anche Dellavedova da tre, la palla viene sputata dal secondo ferro, ci mette una pezza Baynes a rimbalzo offensivo guadagnando due liberi da Jokic.

6.24 - Pressa a tutto campo l'Australia, e la tattica ha effetto: palla dentro per Raduljica che perde il controllo dei piedi ed incappa nell'infrazione di passi. Palla Boomers.

6.40 - Ricezione nell'angolo, finta alla Ray Allen, palleggio, arresto e tiro. Il maestro Milos Teodosic, padrone assoluto del match. 42-31.

6.54 - Ingles non ha soluzioni per il passaggio, allora prova  trova lo stepback elegantissimo dalla media.

7.33 - Altro errore di mills dal'arco, è 1/6 stasera per lui. Dall'altra parte tutta la furbizia di Dellavedova a pizzicare il blocco di Raduljica evidenziando il contatto: fischio arbitrale, fallo in attacco.

8.05 - RISPONDE STEFAN MARKOVIC! La difesa lo ignora e lui punisce con la tripla con spazio! Suggerimento al bacio di Teodosic, ma Markovic era davvero troppo libero. 40-19.

8.28 - Dellavedova! Partenza fulminea e corridoio fino al ferro. -18.

8.42 - Meraviglia di Kalinic in lettura! Teodosic ingabbiato, Kalinic penetra, si fa crollare la difesa addosso e ricicla senza guardare per Macvan: palleggio, arresto, tiro, la palla non entra ma c'è fallo. 2/2 ai liberi, 37-17.

9.06 - Fallo in attacco di Baynes, blocco irregolare, ma sembrava evidente il fallo di Kalinic, che ha trascinato giù il gigante ex-Spurs. Svista arbitrale qui.

9.23 - Buon inizio di Dellavedova che tuffandosi in penetrazione conquista due liberi. 1/2, ma a rimbalzo è sfortunatissimo col rimpallo Raduljica, si rimane in attacco per la rimessa.

10.00 TERMINA LA PAUSA, SI RIPARTE. VENTI MINUTI E SAPREMO L'AVVERSARIA DI TEAM USA IN FINALE.

0.00 FINISCE QUI IL SECONDO PERIODO TRAVOLGENTE DELLA SERBIA SULL'AUSTRALIA! SQUADRE NEGLI SPOGLIATOI SUL 35-14, INCREDIBILE A RIO.

0.25 - Azione prolungata, ci prova Jokic, nessuno tocca, nessuno taglia fuori e allora la palla diventa un'invito per Bogdan Bogdanovic che la inchioda lì. Scavallati i venti punti di vantaggio per la Serbia.

1.07 - Markovic a cercare Kalinic che però aveva già tagliato: palla persa.

1.24 - Non entra più niente all'Australia, Serbia padrona del gioco.

2.15 - Forza e sbaglia Bogdanovic, poi Markovic gli offre l'assist giusto per l'alley-oop ed allora schiaccia per il 30-14.

3.01 - Si vendica subito Miro Raduljica: palla rubata in avvicinamento a Baynes, scorrazzata e fallo subito. Saranno due liberi.

3.30 - Ottima difesa serba, Baynes gira col gancio ma trova solo ferro. Dall'altra parte arriva il fischio contro Raduljica: tre secondi offensivi.

4.40 - Patty Mills! Taglio centrale, suggerimento al miele di Baynes e 26-14. 

4.54 - Kalinic si muove rapidamente ed i Boomers non gli stanno dietro: fallo e due tiri liberi per il 10.

5.09 - Rimbalzo lungo, è scaltro Ingles a prendere il campo per andare a schiacciare! 24-12 a metà secondo quarto!

5.30 - Bogut non riesce a tagliare fuori Raduljica: altro rimbalzo offensivo e fallo del centro dei Warriors.

5.46 - Macvan al tiro, la Serbia sciupa due tap-in, ma Mills restituisce il favore con l'infrazione di passi che vale l'otttava palla persa della partita australiana.

6.19 - No, no, no, no. Che confusione. Perde un pallone tremendo Joe Ingles che non si capisce con Baynes. Sono tornati nel baratro i Boomers.

6.37 - Teodosic aveva la nomea di uno che sbaglia le partite importanti. Se il buongiorno si vede dal mattino...

6.37 - TE-O-DO-SIC! DOMINA TEODOSIC! Esce dai blocchi, riceve, spara col suo solito mid-range e prende anche il contatto da Matt Dellavedova! And one, la Serbia vola avanti 24-10 ed arriva il timeout.

7.03 - Altro piccolo blackout australiano: Dellavedova sciupa due tiri, Broekhoff perde una palla puerile sullo scarico nell'angolo. Ne approfitta Macvan che infila il tiro in allontanamento dal post basso. 21-10.

7.57 - MILOS TEODOSIC! Poesia il pick 'n' roll con Raduljica, il cambio è un secondo in ritardo e lui non ci pensa due volte: SBANG da tre! Che giocatore!

8.16 - Reazione Aussie! Difesa intensissima, Bogut stoppa Jokic e i canguri vanno in contropiede con la schiacciata di Ingles! 16-10.

9.23 - Finalmente Boomers! Bomba da casa sua di Broekhoff, 16-8!

10.00 SI RICOMINCIA! SECONDO QUARTO ON AIR!

0.00 - Costruiscono (finalmente) bene i Boomers, ma lo scarico di Dellavedova è sciupato da Andersen nell'angolo: Kalinic cerca il tiro della disperazione, ma il primo quarto finisce 16-5 per i serbi. Grandissime, enormi difficoltà offensive per gli oceanici.

0.53 - Nikola Jokic! Che perno, che appoggio con la destra! Daall'altra parte buio pesto aussie: altra palla persa. 16-5.

1.23 - Quanta aggressività la difesa serba! Mills costretto a tirare sullo scadere un forzato, a rimbalzo è Simonovic a lucrare il fallo per far ripartire i suoi.

1.51 - Punteggio fermo, qui prima Andersen sbaglia il turnaround dal post, poi la Serbia perde una palla molto banale sull'esterno.

2.15 - Ripete il copione Bogut, post basso e gancio mancino che non arriva nemmeno al ferro.

2.32 - Bogdanovic fa tutto bene, penetra, ma l'aiuto di Lisch è perfetto per tempismo e posizione: sfondamento, canestro non valido. Si rimane 14-5.

2.52 - Si allargano le rotazioni, tanta panchina in campo ora.

3.45 - Primo piazzato di Andersen, in altezza lunetta, solo ferro. Ma sul rimbalzo è ingenuo Macvan che prende il fischio contro, si rimane in attacco.

4.19 - BAYNES! Pick'n'roll con Dellavedova, raddoppio, gran movimento di Bogut e palla dell'ex-Cavs che è solo da schiacciare dentro. 12-5.

5.05 - Teodosic ancora da tre, sbaglia, Jokic gli regala l'extra-possesso ma il play sbaglia di nuovo dal mid-range.

5.31 - Ancora Mills nell'angolo su suggerimento di Ingles, ancora canestro, ma c'era fallo in attacco su blocco cieco di Andersen, appena entrato.

5.41 - Fallo di Raduljica, Djordjevic per conservarlo manda dentro Jokic.

6.02 - Primo post basso di Bogut, ma il semigancio mancino esce sputato dal ferro. Dall'altra parte è sempre lui a segnare: sesto punto di un ispiratissimo Teodosic, facilitato dai blocchi di Raduljica.

6.39 - Teodosic sale in cattedra! Palleggio-arresto-tiro dalla media, poi difesa intensa e palla rubata a Dellavedova in tuffo! Male però Macvan, troppo lento a concretizzare il fast break: rientra e stoppa Baynes.

7.21 - Eccoli i Boomers! Azione manovrata, Ingles si inventa il passaggio nell'angolo per Mills che piazza la bomba da tre! 8-3.

8.00 - Male, male, malissimo l'Australia che ha già perso due palle in due minuti senza mai segnare. Qui le mani sono quelle di Kalinic che orchestra il contropiede: due passaggi veloci e schiacciata centrale di Miroslav Raduljica! Timeout obbligato per Lemanis.

8.23 - Bravissimo Teodosic a spaziarsi e prendersi il jumper dalla lunetta. Lo imita Raduljica dopo lo scarico di Kalinic, è subito 6-0!

9.00 - Kalinic! Raduljica ruba, Kalinic va con la schiacciata in contropiede.

9.30 - Subito Ingles da tre, sbagliato, sbaglia anche in avvicinamento Raduljica dopo il pick n roll con Teodosic.

10.00 SI PARTE, ALZATA LA PALLA A DUE! POSSESSO AUSSIE!

Confermato il quintetto base australiano: Mills-Dellavedova-Ingles-Baynes-Bogut in campo dall'inizio. Dall'altra parte Teodosic-Markovic-Kalinic-Raduljica-Macvan.

23:57 - Ultimi tiri per completare il riscaldamento, ultime indicazioni di Sasha Djordjevic da una parte e di Andrej Lemanis dall'altra.

23:56 - Stati Uniti che grazie ad un buon inizio hanno indirizzato dalla loro parte il match contro la Spagna, vincendo per 82-76 e guadagnandosi la sedicesima finale in diciotto apparizioni. Chi vince stasera va contro il Dream Team per l'oro!

23:54 - Eccoci collegati! Carioca Arena 1, inni nazionali che risuonano fortissimi in tutto il palazzetto, vuoto in molte parti dopo la partita degli Stati Uniti.

Buonasera a tutti! Benvenuti ad una nuova diretta scritta da Rio 2016, solo su VAVEL Italia! Torniamo al basket, tempo di semifinali! Io sono Stefano Fontana e vi accommpagnerò nella seconda partita del giorno: a mezzanotte in punto, nella Carioca Arena 1 si alzerà la palla a due di Australia-Serbia, senza dubbio le (mezze) sorprese più piacevoli della rassegna. La vincente stacca il biglietto per andarsi a giocare l'oro olimpico contro la vincente di USA-Spagna.

Il cammino a Rio

Grandissima esperienza in Brasile fino ad oggi per l'Australia: i Boomers, sostanzialmente entrati dalla porta di servizio nella competizione, fin dal primo momento (87-66 contro la Francia all'esordio) hanno dimostrato una tenacia ed un'organizzazione tecnico-tattica fuori dal comune. In particolare, sugli scudi sono sembrati i tre NBA Mills, Dellavedova e Bogut, capaci di intendersi alla perfezione nelle giocate offensive così come nei cambi difensivi, rendendo spesso la vita infernale agli avversari.

Nella seconda partita del girone A, proprio contro la Serbia, una stupefacente prestazione della coppia Mills-Dellavedova (26 punti il primo, 23 con 13 assist per il secondo) ha permesso alla squadra di coach Lemanis di trionfare 95-80 pur utilizzando solo nove dodicesimi del roster. Boomers capaci anche di impensierire seriamente Team USA, quasi in doppia cifra di svantaggio prima di rimontare e vincere 98-88. La qualificazione, comunque, è arrivata col secondo posto ottenuto con le due passeggiate su Cina (93-68) e Venezuela (81-56).

Ai quarti, comunque, gli oceanici sono stati capaci di sorprendere ancora: accoppiati alla temibile Lituania, gli uomini in maglia giallo-verde hanno totalmente ingabbiato la difesa di Kazlauskas, caricando di falli Maciulis e girando il dito nella piaga della giornata no di Valanciunas. I ventiquattro del solito magistrale Patty Mills hanno contribuito ad inchiodare il tabellone sul 90-64, che suona tanto come una lezione di pallacanestro transoceanica.

Per quanto riguarda la Serbia, invece, qualificazione più tirata e sudata: buona la prima a valanga sul modesto Venezuela, con Bogdanovic e Radujica mattatori nell'86-62 finale, meno le due successive, con gli scivoloni contro Australia (95-80) e Francia, capace di strappare quasi sulla sirena (76-75) una partita condotta dagli uomini di Djordjevic per quasi tutti i 40 minuti, col solito Miro Raduljica da 16 punti con 7/9 al tiro.

Ad un passo dal baratro, però, i serbi hanno saputo rialzarsi: prima con la coppia Teodosic-Jokic, capace di aprire delle vere e proprie crepe nella retroguardia degli Stati Uniti, arrivando ad un passo dal miracolo (94-91 per coach K il finale), poi battendo nettamente la Cina (94-60) con un terzo quarto da 35 punti per allontanare gli spettri dell'eliminazione ai gironi.

Ai quarti, invece, la sfida è stata a dir poco suggestiva: nell'ennesimo capitolo di una faida che dura da decenni e che coinvolge ogni sport (e purtroppo non solo quelli), Macvan e compagni si sono trovati davanti la Croazia. Partita tiratissima, tesa e nervosa, con i ragazzi terribili di Petrovic capaci di rialzarsi dal -14 per giocarsi il finale punto a punto, ma ancora una volta l'immensa personalità di Milos Teodosic è riuscita a mettere al tappeto il tentativo di rimonta proprio mentre si stava per realizzare. Risultato? Serbia in semifinale ed in lizza per una medaglia.

Foto: Reuters
Foto: Reuters

La storia olimpica

Grande esperienza olimpica per la rappresentativa australiana che, complice anche la scarsa concorrenza a livello continentale, ha una serie aperta di dodici qualificazioni consecutive dal 1972 ad oggi. Mai a medaglia, i Boomers hanno sfiorato il traguardo per ben tre volte: 1988, 1996 e 2000 le tre "finaline" perse dai campioni d'Oceania. Nella peggiore delle ipotesi, a Rio arriverà il quarto tassello, ma c'è la licenza di sognare.

La Serbia come la conosciamo noi è alla prima partecipazione assoluta, ma non fatevi ingannare: la questione è puramente geo-politica: dal 1960 al 2004, eccezion fatta per il 1992, l'allora nazionale iugoslava non ha mancato neanche un appuntamento con la rassegna a cinque cerchi, strappando un oro (1980), un bronzo (1984) e ben quattro argenti (1968, 1976, 1988, 1996), per poi assumere la denominazione di "nazionale di Serbia e Montenegro" negli ultimi anni, prima della separazione delle due repubbliche.

Il roster

L'Australia può vantare tre giocatori fulcro in NBA: Andrew Bogut, fresco di due finali consecutive - di cui una vinta -, Patrick Mills, prezioso uomo di rotazione degli Spurs di Popovich, e Matthew Dellavedova, scudiero di LeBron James per due anni ai Cavaliers ed ora accasato ai Milwaukee Bucks. Insieme a loro, ossatura dello starting five, un cast di ottimi mestieranti: i navigati Ingles e Baynes, anche loro con esperienza NBA, ma anche il capitano David Andersen, trentasei anni ed una valanga inverosimile di titoli conquistati in Europa.

Per i serbi, molto, se non tutto, passa dalle mani miracolate di Milos Teodosic, capace di vedere e creare basket come pochissimi altri a livello mondiale. Con lui, le due macchine da punti Bogdanovic e Raduljica. Sugli esterni il pericolo arriva anche dalla coppia Kalinic-Macvan, mentre nel pitturato l'arma segreta è Nikola Jokic, da due stagioni ariete dei Denver Nuggets in NBA.