Nuoto, Doha 2014: Italia di bronzo nella 4x50 stile, Hosszu e Manadou show

Il quartetto azzurro sale sul terzo gradino del podio alle spalle di Russia e USA, la magiara stampa un nuovo primato, mentre il transalpino domina il dorso.

Una sola medaglia, di bronzo, in attesa della giornata conclusiva, in attesa, soprattutto, di Federica Pellegrini. L'Italia coglie il bronzo nella staffetta veloce a stile, con un quartetto esaltato dalla prorompente forza di Marco Orsi e dall'esperienza di Filippo Magnini. Davanti la Russia di Morozov e gli Stati Uniti, poi noi, con Dotto in apertura e Belotti a chiudere. Poco sotto le medaglie si ferma invece un'altra staffetta. La 4x50 stile mista, con Dotto, Orsi, Di Pietro e Ferraioli, si inchina al Brasile nella lotta per la terza piazza. Entusiasmante la rimonta di Erika in quarta, ma i centesimi premiano i verdeoro. L'oro è della Russia. 

Giornata di record, tempo di primati. Non poteva mancare Katinka Hosszu. La superiorità della magiara nei misti è imbarazzante. 2'01"86 nei 200. L'avversaria più vicina, la OConnor, dista 4 secondi. Devastante, come Manadou. Il dorso, meraviglioso, del transalpino emana forza e bellezza. 22"22, nuovo primato mondiale, Godsoe, dopo due vasche, è il più vicino dei mortali. 

La sorpresa giunge nei 100 rana. Ruta Meilutyte ripete, quasi al centesimo, il tempo della semifinale, ma non basta. La giamaicana Atkinson tocca eguagliando il corrente record mondiale, 1'02"36. Un decimo divide le due signore della disciplina. Chad Le Clos conquista la gara veloce del delfino. Unico sotto i 22'"00, supera Santos. 

Semifinali

Nei 50 dorso, la Seebohm approda in finale con il miglior tempo, 25"87, record dei campionati, con Arianna Barbieri (27"01) tredicesima e eliminata. Fuori anche un opaco Dotto nei 100 stile. Undicesimo crono con un modesto 47"26. Sfreccia Cielo, in cerca di rivincite dopo la debacle dei 50. In campo femminile, sorridono Bianchi e Ferraioli. Ilaria stampa il quinto crono nei 100 delfino. 56"65 per l'azzurra, con la Sjoestroem a 55"13. Erika è sesta assoluta nei 50 stile, con il primato nazionale portato a 24"10. Kromowidjojo primo tempo a 23"43, fuori Silvia Di Pietro. 

Due gare, due protagonisti in cerca di rivincita. Lochte, 51"41, lancia la sfida nei 100 misti a Morozov e Hagino, mentre Peaty, battuto nei 100 rana, prova a prendersi i 50. In semifinale record dei campionati con 25"75, ma il brasiliano Franca da Silva è a 2 centesimi. 


Share on Facebook