Kazan 2015, Nuoto di fondo: l'azzurra Bruni sfiora la medaglia. E' quarta nella 10 km

Beffa per Rachele Bruni nella 10 km femminile dei Mondiali di nuoto di Kazan. Dopo una splendida gara la fiorentina si arrende alla brasiliana Cunha, che le strappa in volata il bronzo. Male l'altra italiana Aurora Ponselè.

Kazan 2015, Nuoto di fondo: l'azzurra Bruni sfiora la medaglia. E' quarta nella 10 km
Kazan 2015, Nuoto di fondo: l'azzurra Bruni sfiora la mediaglia. E' quarta nella 10 km

C'era grande attesa per le due azzurre Rachele Bruni e Aurora Ponselè, impegnate oggi nella 10 km di fondo dei Mondiali di nuoto 2015 in svolgimento a Kazan, in Russia. La gara, incerta fino alla fine, si è conclusa invece con una beffa per la Bruni, solo quarta al traguardo al termine di una lotta coraggiosa per il podio con le sue avversarie nelle acque iridate. La ventiquattrenne fiorentina, più volte campionessa europea, ha visto sfuggire il bronzo per un secondo e quattro decimi, la distanza che l'ha separata all'arrivo dalla brasiliana Ana Marcela Cunha. Medaglia d'oro per la francese Aurelie Muller che ha completato i dieci chilometri previsti in 1h 58' 04", argento per l'atleta olandese Sharon Van Rouwendaal.

Mai in gara invece l'altra azzurra Aurora Ponselè, da subito in difficoltà e giunta staccata dalle migliori che si sono giocate il podio. Grande delusione dunque per la Bruni e per l'Italia del nuoto, che riponevano molte speranze di medaglia in questa 10 km al femminile. Le gare di fondo non sono però terminate: sabato andranno in scena le due 25 km maschili e femminili, ultime occasioni di andare per rimpinguare un medagliere sinora povero, impreziosito solo dal bronzo di Furlan nella 5 km uomini.


Share on Facebook