Pallanuoto - World League maschile: il Settebello si diverte con la Turchia

Campagna propone una formazione di sicuro avvenire e mantiene la vetta del Gruppo C. 22-7 il finale.

Pallanuoto - World League maschile: il Settebello si diverte con la Turchia
Pallanuoto - World League maschile: il Settebello si diverte con la Turchia - Source: Getty images

La quinta giornata di World League incorona il giovane Settebello di Campagna. A Bursa, il tornado azzurro travolge la malcapitata Turchia di Olcaytu, con la nazionale italiana che seppellisce gli avversari sotto una scarica da 22 reti, mantenendo in modo perentorio il comando delle operazioni, in attesa della decisiva sfida di Siracusa con la Croazia, fondamentale per conseguire il pass per la final eight.

Il Ct rinuncia al gruppo storico e proietta in vasca le nuove leve della pallanuoto italiana, giovani emergenti pronti a cogliere un'occasione importante. Il riscontro è positivo, perché il Settebello non accusa palcoscenico e competizione e mette fin da subito in mostra enormi potenzialità. Il primo accenno di fuga viene sopito dalle segnature di Albayrak e Destic, con la Turchia che nel tempo iniziale si mantiene sulle code azzurre. 

La rottura nel secondo parziale, quando l'Italia domina l'acqua e crea un disavanzo notevole. In cinque minuti, sei gol. Busilacchi apre la serie chiusa da Di Somma e Bini, la porta di Prian rimane inviolata. Anche in inferiorità, il Settebello regge - 1/12 per la Turchia al termine - e solo a 59 secondi dall'intervallo lungo Yalcin interrompe la caduta. 10-4. 

Nel terzo, prosegue la scorpacciata azzurra. Figari mette il punto n.11, Busilacchi batte due volte, Di Somma e Bini rimpinguano lo score personale. Nell'accademia finale c'è spazio anche per Vassallo - tra i pali al posto di Prian - con la Turchia che, dopo la rete di Gallo, torna con Colak ad esultare. Destici e Dilek si insinuano nel monologo italiano, anche l'ultimo scorcio di gara esalta la forza dell'avvenire azzurro. Dolce piazza il sigillo che chiude le ostilità. 22 volte Italia, in attesa della Croazia. 

Turchia-Italia 7-22 TABELLINO

Turchia: Banda, Colak 1, Yildkapu, Albayrak 1, Bivik 1, Alkan, Sevim, Destici 2, Senemoglu, Yalcin 1, Vapur, Dilek 1, Kilic. All. Olcaytu.

Italia: Prian, Dolce 1, Esposito, Alesiani 3, Renzuto Iodice 4, A. Fondelli 2, Figari 3, Gallo 1, Bini 2, E. Di Somma 2, Busilacchi 3, Ravina 1 (rig.), Vassallo. All. Campagna.
Arbitri: Abramovic (Mne) e Dervieux (Fra)
Delegato: Firoiu (Ger).

Note: parziali 3-4, 1-6, 0-5, 3-7. Spettatori 1500 circa. Vassallo (I) sostituisce il portiere Prian a 5'57, sul 14-4, e para un rigore a Destici sul 19-6. Superiorità numeriche: Turchia 3/12 + un rigore, Italia 6/10 + un rigore. Uscito per limite di falli Bivik (T) a 7'41 del quarto tempo.


Share on Facebook