Nuoto - Risultati Europei Londra 2016: infinita Pellegrini, bronzo per la 4X200 s.l. maschile

Nuoto - Risultati Europei Londra 2016: infinita Pellegrini, bronzo per la 4X200 s.l. maschile
Federica Pellegrini

19.19. Anche oggi è tutto per i campionati europei di nuoto di Londra 2016. Da Andrea Russo Spena e dalla redazione nuoto di Vavel Italia un saluto e un ringraziamento. Appuntamento con le prossime dirette dei principali eventi sportivi nazionali e internazionali.

19.16. Oro all'Olanda in 7:07.82, argento al Belgio in 7:08.28. Quarta la Polonia in 7:08.31. Quinta e sesta Francia e Gran Bretagna

19.15. Il tempo dell'Italia: 7:08.30 (D'Arrigo 1:47.57, Magnini 1:47.82, Dotto 1:47.52, Detti in 1:45.39).

19.14. Bronzo per l'Italia, dietro all'Olanda e al Belgio

19.12. Dopo la terza frazione Italia quarta con Dotto

19.10. Dopo la seconda frazione Italia quinta con Magnini

19.08. Dopo la prima frazione Italia seconda con D'Arrigo

19.06. Iniziata la finale dei 4X200 stile libero maschile

19.03. Luca Dotto e Gabriele Detti le novità nella staffetta italiana di questo pomeriggio (fuori Boffa e Megli)

19.01. Favorite per l'oro Olanda e Francia, per il podio anche Gran Bretagna e Ungheria

19.00. Italia in corsia sette con Andrea Mitchell D'Arrigo, Filippo Magnini, Luca Dotto e Gabriele Detti

18.59. Ultima gara odierna la finale della staffetta 4X200 stile libero uomini

18.56. Premiazione dei 200 dorso uomini: oro a Kawecki (POL), argento a Toumarkin (ISR), bronzo a Rapsys (LTU)

18.55. Silvia Di Pietro qualificata in finale con l'ottavo tempo, eliminata Erika Ferraioli, undicesima

18.53. Prima la Halsall in 24.21, seconda Kromowidjojo in 24.37

18.52. Seconda semifinale con Francesca Halsall e Ranomi Kromowidjojo

18.51. I tempi: Ottesen in 24.93, Di Pietro 25.09, Ferraioli 25.21

18.50. Prima Ottesen, seconda Khitraya, quarta Di Pietro, sesta Ferraioli

18.49. Nella prima semifinale anche la danese Jeanette Ottesen

18.48. Semifinali dei 50 stile libero donne: nella prima Erika Ferraioli e Silvia Di Pietro

18.47. I tempi: Peaty in 26.66, Stevens in 27.09, Murdoch in 27.31, Toniato in 27.79

18.46. Oro a Peaty (GBR), argento a Stevens (SLO), bronzo a Murdoch (GBR). Ultimo Toniato

18.44. Difficile il podio per Andrea Toniato

18.40. Grande favorito il britannico Adam Peaty, per il podio lotta tra Murdoch, Dugonjic, Stevens e Titenis

18.38. Prossima gara la finale dei 50 rana uomini: in settima corsia l'azzurro Andrea Toniato

18.37. Premiazione dei 50 dorso femminile: oro alla Halsall (GBR), argento alla Nielsen (DEN), bronzo alla Davies (GBR)

18.35. Miglior tempo complessivo per Alessia Polieri. In finale anche Stefania Pirozzi con l'ottavo crono

18.34. Prima Alessia Polieri in 2:07.49, quarta Stefania Pirozzi in 2:10.11

18.30. Nella seconda semifinale le azzurre Stefania Pirozzi e Alessia Polieri

18.29. Prima l'ungherese Szilagyi (2:08.63). davanti alla tedesca Hentke e alla connazionale Jakabos

18.26. Prima semifinale dei 200 delfino donne

18.25. I tempi: Kawecki (POL) in 1:55.98, Toumarkin (ISR) in 1:56.97, Rapsys in 1:57.22, Ciccarese in 1:59.45, Mencarini in 2:02.04

18.24. Settimi e ottavi Ciccarese e Mencarini

18.23. Oro a Kawecki (POL), argento a Toumarkin (ISR), bronzo a Rapsys (LTU)

18.20. Cominciata la finale dei 200 dorso uomini

18.16. Tutto pronto per la finale dei 200 dorso uomini: favoriti il lituano Rapsys, il polacco Kawecki, l'israeliano Toumarkin e il greco Christou

18.12. Prossima gara la finale dei 200 dorso uomini, con Christopher Ciccarese in corsia due e Luca Mencarini in corsia otto

18.10. Premiazione dei 200 stile libero femminili: oro alla Pellegrini (ITA), argento alla Heemskerk (NED), bronzo alla Bonnet (FRA)

18.08. I tempi: Halsall (GBR) in 27.57 (record dei campionati), Nielsen (DEN) in 27.77, Davies (GBR) in 27.87

18.07. Oro alla britannica Halsall, argento alla danese Nielsen, bronzo alla britannica Davies

18.04. Anche la greca Drakou e l'ucraina Zevyna per il podio

18.02. Favorite per il podio la danese Mie Nielsen e le britanniche Francesca Halsall e Georgia Davies

18.00. Prossima gara la finale dei 50 dorso donne

17.58. Premiazione dei 100 delfino uomini: oro a Cseh (HUN), argento a Czerniak (POL), bronzo a Metella (FRA)

17.57. Dotto qualificato come ottavo, fuori Bocchia

17.55. Primo Proud (21.84), secondo Govorov, Dotto quinto in 22.17

17.53. Ora Dotto nella stessa semifinale di Govorov e Proud

17.52. Primo Manadou in 21.64, Bocchia quinto in 22.31

17.50. Nella prima semifinale anche il francese Florent Manaudou

17.48. Semifinali dei 50 stile libero uomini: nella prima Federico Bocchia, nella seconda Luca Dotto

17.43. Premiazione dei 1.500 stile libero femminili: oro alla Kapas (HUN), argento a Belmonte Garcia (ESP) e bronzo a Vilas Vidal (ESP)

17.42. I tempi: Pellegrini (1:55.93), Heemskerk (1:55.97), Bonnet (1:56.51)

17.41. Grande rimonta di Federica negli ultimi cinquanta

17.39. Oro alla Pellegrini (ITA), argento alla Heesmkerk (NED), bronzo alla Bonnet (FRA)

17.36. La francese Bonnet e la spagnola Costa Schmid per il bronzo

17.35. Finale dei 200 stile libero femminili con Federica Pellegrini in corsia cinque, al fianco di Femke Heemskerk

17.34. I tempi: Cseh in 50.86 (record dei campionati), Czerniak in 51:22, Metella in 51.70. Codia in 51.82, Rivolta in 51.96

17.33. Oro a Cseh (HUN), argento a Czerniak (POL), bronzo a Metella (FRA). Quarto Codia, quinto Rivolta

17.31. Cseh favorito, Czerniak, Korzeniowski e Metella per il podio

17.30. Finale dei 100 delfino, con Matteo Rivolta in corsia sette e Piero Codia in corsia due

17.29. Castiglioni eliminata, Carraro allo spareggio con la russa Ivaneeva

17.28. Prima la svedese Johannson (30.74), davanti alla Laukkanen (30.81)

17.26. Seconda semifinale dei 50 rana femminile con Johannson e Laukkanen

17.25. Prima l'islandese Luthersdottir (30.83), quarta Carraro (31.14), quinta Castiglioni (31.16)

17.23. Ora le semifinali dei 50 rana donne. Per l'Italia Arianna Castiglioni e Martina Carraro in corsia cinque e sei

17.22. Simona Quadarella quinta in 16:22.64

17.21. I tempi: Kapas in 15:50.22 (record dei campionati), Belmonte Garcia in 16:00.20, Vilas Vidal in 16:0125

17.20. Oro a Boglarka Kapas (HUN), argento a Mireia Belmonte Garcia (ESP), bronzo a Maria Vilas Vidal (ESP), quinta Simona Quadarella. Quarta la Oder

17.19. Ai 1.400 metri Kapas verso la vittoria, Belmonte Garcia in rimonta sulla Vilas Vidal

17.17. Ai 1.200 metri Kapas su Vilas Vidal e Belmonte Garcia

17.15. Ai mille metri Kaps sempre al comando

17.13. Agli 800 metri ancora Kapas su Vilas Vidal e Belmonte Garcia. Quarta Oder, quinta Quadarella

17.11. Ai 600 metri Kapas su Vilas Vidal e Belmonte Garcia

17.09. Ai 400 metri Kapas davanti a Belmonte Garcia e Quadarella

17.06. Ai 200 metri prima Kapas su Vilas Vidal

17.04. Iniziata la finale dei 1.500 stile libero femminili

17.03. La slovena Oder e la spagnola Vilas Vidal per il bronzo

17.00. Le finaliste dei 1.500 stile libero sono ora sul piano vasca

16.54. Nei 1.500 metri femminili la lotta per l'oro vedrà contrapposte la spagnola Belmonte Garcia e l'ungherese Kapas

16.52. Alle 17.32 invece la finale dei 200 stile libero femminili, la gara che vedrà protagonista Federica Pellegrini, in quinta corsia con il migliior secondo crono complessivo

16.50. Tutto pronto per la penultima giornata di nuoto in corsia, che sarà aperta dalla finale dei 1.500 stile libero femminili. In corsia due ci sarà l'italiana Simona Quadarella, autrice del quinto tempo in batteria

Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live e, della sesta giornata di gare agli Europei di nuoto di Londra 2016.  Da Andrea Russo Spena e dalla redazione nuoto di Vavel l'augurio di una piacevole giornata in nostra compagnia. 

La giornata di ieri si è chiusa con ben cinque medaglie conquistate dagli atleti azzurri. In apertura, è stata la volta di Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti negli 800 stile libero, che hanno fanno ancora una volta doppietta dopo l'oro e argento già vinti nei 1.500. Bronzo all'ucraino Romanchuk, con Paltrinieri che ha fatto segnare il nuovo record dei campionati in 7:42.33. 

Poco dopo è stato Luca Dotto a trionfare nella gara regina del nuoto, aggiudicandosi i 100 metri stile libero con il tempo di 48.25, davanti all'olandese Verschuren (oro nei 200) e al francese Mignon. 

Ma la medaglia forse più inattesa è giunta da Ilaria Bianchi, splendida terza in un 100 delfino dominato da Sarah Sjoestroem su Jeanette Ottesen. L'Italiana ha agguantato il bronzo in volata, davanti all'ungherese Szilagyi, con il crono di 57.52, due centesimi in meno della magiara.

In chiusura di giornata Federica Pellegrini ha regalato agli appassionati di nuoto una splendida rimonta nella staffetta 4X100 stile libero mista, d'argento grazie al contributo degli altri frazionisti Filippo Magnini, Luca Dotto ed Erika Ferraioli (3:24.55 il tempo complessivo, superiore solo a quello dell'Olanda (oro) ma inferiore a quello della Francia (bronzo).

Oggi pomeriggio Federica tornerà in acqua per affrontare la finale della sua gara, i 200 stile libero, nella cui semifinale ieri ha fatto segnare il secondo miglior tempo. Il programma odierno, che oggi prenderà il via dalle 17 ora italiana, prevede in totale undici gare, sette finali e quattro semifinali.

Alle 17.02 si comincerà con la finale dei 1.500 stile libero femminili, che vedranno contrapposte nella lotta all'oro la spagnolo Mireia Belmonte Garcia e l'ungherese Boglarka Kapas, già prima negli 800. Per l'Italia ci sarà la giovane Simona Quadarella in corsia due, qualificatasi con il quinto miglior crono in 16:26.45.

Poco dopo ecco le semifinali dei 50 rana donne, con Arianna Castiglioni e Martina Carraro qualificatesi stamattina rispettivamente con il quarto (31.02) e l'ottavo tempo (31.27). Non ce l'hanno fatta invece Ilaria Scarcella (ventiseiesima in 32.55) e Lisa Fissnedeir (trentaseiesima in 33.48). Miglior crono in batteria quello della svedese Johansson (30.75), che ha preceduto l'argento di ieri nei 200, l'islandese Luthersdottir (30.94). 

Alle 17.30 ecco la finale dei 100 delfino uomini, con l'Italia che potrà contare sia su Piero Codia (in corsia due con il tempo di 52.16), che su Matteo Rivolta (in corsia sette in 52.33). L'oro sembra già appannaggio dell'ungherese Cseh mentre per le medaglie sono da tenere d'occhio i due polacchi Pawel Korzeniowski e Konrad Czerniak.

Alle 17.36 il momento più atteso dell'intero pomeriggio all'Aquatic Center di Londra, vale a dire la finale dei 200 stile libero femminili, con Federica Pellegrini autrice del secondo miglior tempo di ingresso in 1:56.73. Davanti alla fuoriclasse veneta solo l'olandese Femke Heemskerk, in 1:56.68. Lotteranno per una medaglia anche la francese Bonnet, la spagnola Costa Schmidt e l'ungherese Verraszto. 

Ancora Italia nelle semifinali dei 50 stile libero maschili. I due qualificati azzurri sono Luca Dotto e Federico Bocchia, rispettivamente quinto (22.32) e ottavo (22.41) in batteria. Fuori invece Marco Orsi, undicesimo in 22.45 ed eliminato in virtù della regola che vuole non più di due atleti dello stesso Paese dalle semifinali in poi. Stamattina miglior crono per l'inglese Benjamin Proud (22.15), davanti al francese Florent Manaudou (22.18) e all'ucraino Govorov (22.23). 

Alle 18.05 si disputerà invece la finale dei 50 dorso femminili, senza atlete italiane in vasca. Il miglior crono di ingresso è stato quello fatto segnare ieri dalla danese Mie Nielsen (27.73), davanti alle due britanniche Francesca Halsall (27.80) e Georgia Davies (27.91). Nielsen già oro nei 100. 

In rapida successione ecco poi la finale dei 200 dorso maschili, con Christopher Ciccarese in seconda corsia (1:58.50) e Luca Mencarini in ottava (1:59.05). Almeno in quattro i favoriti per le medaglie: il lituano Rapsys (1:57.35), il polacco Kawecki (1:57.39), il greco Christou (1:57.41) e l'israeliano Toumarkin (1:57.95). 

Ore 18.25: è la volta delle semifinali dei 200 delfino donne, con Stefania Pirozzi e Alessia Polieri qualificatesi rispettivamente con il quinto (2:10.20) e il nono tempo (2:10.37). Miglior crono stamattina per la spagnola Belmonte Garcia, in 2:09.70. Eliminata Ilaria Cusinato, diciottesima in 2:13.41.

Altra finale maschile quella dei 50 rana, in cui ci sarà anche Andrea Toniato, in settima corsia con il sesto crono di ingresso (27.53). Grande favorito per l'oro il britannico Adam Peaty (26.66), mentre per l'argento sarà lotta a tre tra il connazionale Ross Murdoch (27.25), lo sloveno Stevens (27.29), l'altro sloveno Dugonjic (27.46) e il lituano Titenis (27.48).

Penultima prova le semifinale dei 50 stile libero donne, le cui batterie si sono svolte in mattinata. L'Italia si è qualificata con Erika Ferraioli ottava in 25.35, stesso tempo di Silvia Di Pietro. La più veloce è stata invece l'olandese Ranomi Kromowidjojo in 24.80, davanti alla danese Jeanette Ottesen in 24.98. Ottesen ieri d'argento nei 100 delfino.

In chiusura di programma, la finale della staffetta 4X200 stile libero maschile. L'Italia ha parzialmente deluso in batteria, qualificandosi sesta in 7:14.34. Questi i frazionisti del mattino: Andrea Mitchell D'Arrigo in 1:48.19, Filippo Megli in 1:49.50, Jonathan Boffa in 1:49.14 e Filippo Magnini in 1:47.51. Prima l'Ungheria, davanti a Gran Bretagna, Francia, Belgio e Olanda.

Share on Facebook