Windsor 2016, giù dal podio Dotto e Di Pietro. Staffette maschili s.l. alla Russia

Dotto e Di Pietro rispettivamente sesto e quinta nelle finali dei 50 s.l. maschili (vinta dall'olandese Putts) e dei 50 farfalla femminili (vinta dalla danese Ottesen). Doppietta russa nelle staffette s.l., nei misti vince ancora la Hosszu. Medaglie d'oro per Michael Andrew, Lea Smith e Junya Koga.

Windsor 2016, giù dal podio Dotto e Di Pietro. Staffette maschili s.l. alla Russia
La 4X200 russa festeggia sul podio di WIndsor. Source: Gregory Shamus/Getty Images North America

Quarta giornata senza medaglie per l'Italnuoto ai campionati mondiali in vasca corta a Windsor, Canada. Rimangono infatti giù dal podio sia Luca Dotto nei 50 stile libero uomini che Silvia Di Pietro nei 50 farfalla donne. Solo sesto Dotto (21.39 il suo crono), in una finale in cui la medaglia d'oro se l'aggiudica a sorpresa l'olandese Jesse Puts, in grado di precedere anche il favorito russo Vladimir Morozov. Bronzo per il lituano Bilis, che lascia giù dal podio il francese Clement Mignon.

Finale 50 s.l. M. 1. Putts (NED) 21.10. 2. Morozov (RUS) 21.14. 3. Bilis (LTU) 21.23. 4. Mignon 21.28. Liukkonen 21.29. 6. Dotto 21.39. 7. Powers 21.43. 8. Brianskii 21.46. 

Quinta invece Silvia Di Pietro (25.35, a soli tre centesimi dal podio) nei 50 farfalla, mentre l'oro è di una strepitosa Jeanette Ottesen, che sbaraglia la concorrenza e si mette dietro l'americana Kelsi Worrell, la giapponese Ikee e la francese Melanie Henique. 

Finale 50 farfalla F. 1. Ottesen (DEN) 24.92. 2. Worrell (USA) 25.27. 3. Ikee (JPN) 25.32. 4. Henique 25.33. 5. Di Pietro 25.35. 6. Savard 25.51. 7. Beckmann 25.54. 8. De Waard 25.66.

Nei 100 misti maschili, oro a sorpresa all'americano Michael Andrew, che batte il favorito giapponese Daiya Seto. Terzo gradino del podio per un altro nipponico, Shioura, mentre Morozov chiude al sesto posto, alle spalle anche del tedesco Heintz. 

Finale 100 misti M. 1. Andrew (USA) 51.84. 2. Seto (JPN) 52.01. 3. Shioura (JPN) 52.17. 4. Wang 52.21. 5. Heintz 52.78. 6. Morozov 52.83. 6. Sjodin 52.83. 8. Stolk 53.31. 

Nell'omologa gara al femminile, altro trionfo per Katinka Hosszu, la fuoriclasse magiara che agguanta la medaglia d'oro davanti all'australiana Emily Seebohm e alla giamaicana Alia Atkinson

Finale 100 misti F. 1. Hosszu (HUN) 57.24. 2. Seebohm (AUS) 57.97. 3. Atkinson (JAM) 58.04. 4. Steenbergen 58.81. 5. Laukkanen 59.00 6. Kreundl 59.67. 7. Bjornsen 59.89. 8. Eastin 59.97. 

Hosszu che non riesce però a ripetersi nella successiva finale dei 400 stile libero, vinta dalla favorita americana Leah Smith, davanti alla russa Veronika Popova. Bronzo alla giapponese Igarashi, che precede la Iron Woman di quasi mezzo secondo. 

Finale 400 s.l. F. 1. Smith (USA) 3:57.78. 2. Popova (RUS) 3:58.90. 3. Igarashi (JAP) 3:59.41. 4. Hosszu 3:59.89. 5. Zhang 4:02.61. 6. Titmus 4:02.70. 7. Van Rouwendaal 4:03.79. 8. Takano 4:05.95. 

Vittoria giapponese nella finale dei 50 dorso, con il veterano Junya Koga più veloce di tutti e oro davanti al francese Jeremy Stravius e al bielorusso Pavel Sankovich. Lontani dalla zona medaglie il polacco Polewka e il cinese Xu. 

Finale 50 dorso M. 1. Koga (JPN) 25.85. 2. Stravius (FRA) 25.99. 3. Sankovich (BLR) 26.03. 4. Subirats 23.26. 5. Hurley 23.32. 6. Ortiz 23.40. 6. Polewka 23.40. 8. Xu 23.54. 

Per quanto riguarda le semifinali, prosegue il duello tra l'americano Tom Shields e il sudafricano Chad Le Clos nei 50 farfalla, in un'eliminatoria che ha visto avanzare l'ucraino Govorov e l'australiano Morgan, ma non il brasiliano Santos e il britannico Barrett. 

Semifinali 50 farfalla M. 1. Shields 22.38. 2. Le Clos 22.41. 3. Carter 22.53. 4. Morgan 22.62. 5. Popkov 22.69. 6. Govorov 22.70. 7. Kawamoto 22.74. 8. Subirats 22.76. 

Nei 50 dorso femminili, ultima ed eliminata Silvia Di Pietro, mentre la lotta per il podio di domani è accesissima: vi parteciperanno la brasiliana Medeiros, l'americana De Loof, la russa Kameneva, l'australiana Seebohm, la canadese Masse, la britannica Dawson, l'ucraina Zevina e, ovviamente, Katinka Hosszu.

Semifinali 50 dorso F. 1. Medeiros 26.00 2. De Loof 26.12. 3. Kameneva 26.29. 4. Seebohm 26.33. 5. Masse 26.34. 6. Hosszu 26.37. 7. Dawson 26.44. 8. Zevina 26.45. 16. Di Pietro 27.21.

Altra eliminata azzurra, la ranista Martina Carraro, che chiude sedicesima (1:06.09) nelle semifinali dei 100 rana, in cui si ripropone il duello tra l'americana Lilly King e la giamaicana Alia Atkinson, con l'altra statunitense Molly Hannis a fare da terza incomoda. 

Semifinali 100 rana F. 1. King 1:04.06. 2. Hannis 1:04.50 3. Atkinson 1:04.72. 4. Teramura 1:05.03. 5. Laukkanen 1:05.09. 6. Nicol 1:05.15. 7. Kansakoski 1:05.17. 8. Tutton 1:05.20. 16. Carraro 1:06.09. 

Staffette maschili a stile libero dominate dalla Russia. In apertura di programma è infatti Vladimir Morozov a trascinare il suo quartetto alla medaglia d'oro, davanti a Stati Uniti e Giappone, mentre la Francia deve accontentarsi di un quarto posto dal sapore amaro. 

Finale staffetta 4X50 s.l. M. 1. Russia (Brianskii, Lobintsev, Popkov, Morozov) 1:24.32. 2. USA (Powers, Pieroni, Chadwick, Shields) 1:24.47. 3. Giappone (Matsui, Ito, Shioura, Koga) 1:24.51. 4. Francia (Mignon, Stravius, Metella, Govindin) 1:24.69. 5. Olanda 1:25.22. 6. Sudafrica 1:25.61. 7. Bielorussia 1:26.52. 8. Cina 1:26.76. 

Medesimo esito anche nella 4X200 stile libero, gara di chiusura vinta ancora dai russi, su Stati Uniti e Giappone. Quarta l'Australia. 

Finale staffetta 4X200 s.l. M. 1. Russia (Dovgaliuk, Vekovishchev, Lobuzov, Krasnykh) 6:52.10. 2. USA (Pieroni, Pebley, Clark, Grothe) 6:53.34. 3. Giappone (Kobori, Seto, Amai, Matsumoto) 6:53.54. 4. Australia (Lewis, Larkin, Smith, Graham) 6:53.72. 5. Danimarca 6:54.49. 6. Olanda 6:59.10. 7. Cina 7:01.57. 8. Belgio 7:02.36.

Nuoto