Budapest 2017 - Italnuoto, iscrizioni e speranze

27 azzurri, pezzi da novanta ed interessanti scommesse, siamo all'alba della spedizione iridata.

Budapest 2017 - Italnuoto, iscrizioni e speranze
Budapest 2017 - Italnuoto, iscrizioni e speranze - Source: Adam Pretty/Getty Images South America

Alba mondiale. L'Italia attende il debutto iridato. Per il nuoto in vasca, una settimana in più per rifinire dettagli e propositi, cancellare ansie e paure. Dal 23 al 30 luglio, a Budapest, si lotta per titoli e gloria. 27 unità compongono il contingente azzurro, un gruppo intrigante, non privo di lacune, ma comunque infarcito di talento. Profili d'esperienza a trainare il movimento, Federica Pellegrini sceglie 100 e 200 per ribadire la sua grandezza. Sulle quattro tornate, sfida diretta con la Ledecky, senza la Sjoestroem. Detti e Paltrinieri sono invece i gemelli al maschile, i riferimenti mondiali su 800 e 1500. Per il primo, anche la sfida sui 400, con Sun e Park. 

Accanto a leader storici, emergono scintille di futuro. Nicolò Martinenghi, a dispetto dell'età, ha l'incedere sicuro del predestinato. Nella rana, territorio di Adam Peaty, fenomeno britannico, punta a salire sul podio ungherese. I tempi, in costante progresso, aprono orizzonti di speranza. Accanto a Nicolò, Simona Quadarella, specialista di 800 e 1500, carta importante anche per la 4x200. A proposito di 4x200, staffetta salva, con l'integrazione della Mascolo. 

Soffriamo nella velocità maschile, Dotto e Vendrame non sembrano, al momento, da corsa. Difficile ipotizzare, almeno a livello individuale, altre medaglie, l'obiettivo è chiaro: progredire a livello personale, sfruttare il palcoscenico per emergere, per porre solide basi su cui costruire l'avvenire. La farfalla di Codia e Carini, il dorso di Restivo, la rana di Pizzini, Carraro e Castiglioni, batte il cuore tricolore. 

Iscrizioni gara individuali (45)

Giacomo Carini (Fiamme Gialle / Can. Vittorino da Feltre) 100 e 200 farfalla
Piero Codia (Esercito / CC Aniene) 50 e 100 farfalla
Gabriele Detti (Esercito / Team Lombardia) 200, 400, 800 e 1500 sl
Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto) 50 e 100 sl
Filippo Magnini (CC Aniene) 
Nicolò Martinenghi (NC Brebbia) 50 e 100 rana
Filippo Megli (FlorentiaNuotoClub) 200 sl
Matteo Milli (Team Lombardia) 50 e 100 dorso
Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino) 
Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro / Coopernuoto) 800 e 1500
Luca Pizzini (Carabinieri / Fondazione Bentegodi) 200 rana
Matteo Restivo (FlorentiaNuotoClub) 200 dorso
Fabio Scozzoli (Esercito / Imolanuoto) 50 e 100 rana
Federico Turrini (Esercito / Nuoto Livorno) 200 e 400 misti
Ivano Vendrame (Esercito / Larus Nuoto) 100 sl
Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 100 e 200 farfalla
Giorgia Biondani (Esercito / Leosport)
Martina Carraro (Fiamme Azzurre / Azzurra 91) 50 e 100 rana
Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle / Team Insubrika) 50 e 100 rana
Silvia Di Pietro (Carabinieri / CC Aniene) 50 e 100 sl, 50 e 100 farfalla
Erika Ferraioli (Esercito / CC Aniene) 
Annachiara Mascolo (Hydros Sport)
Alice Mizzau (Fiamme Gialle / Team Veneto) 200 e 400 sl
Margherita Panziera (CC Aniene) 100 e 200 dorso
Federica Pellegrini (CC Aniene) 100 e 200 sl
Stefania Pirozzi (Fiamme Oro / CC Napoli) 200 farfalla e 400 misti
Simona Quadarella (Fiamme Rosse / CC Aniene) 400, 800 e 1500 sl


Share on Facebook