Budapest 2017, argento e bronzo per Matteo Furlan e Arianna Bridi nella 25 km

Chiusura con due medaglie per la spedizione azzurra nel nuoto di fondo ai Mondiali di Budapest 2017. Matteo Furlan argento nella 25 km, Arianna Bridi bronzo nell'omologa gara al femminile. Solo quarti Simone Ruffini e Martina Grimaldi.

Budapest 2017, argento e bronzo per Matteo Furlan e Arianna Bridi nella 25 km
Matteo Furlan. Fonte. Sky Sport

La spedizione azzurra in acque libere ai Mondiali di nuoto di Budapest 2017 si chiude con altre due medaglie (per cinque complessive), conquistate nella gara più difficile da affrontare, la maratona da 25 km, versione maschile e femminile. Tra gli uomini, è stato Matteo Furlan, ventottenne veneto, ad agguantare un argento, alle spalle del francese Axel Reymond, mentre tra le donne, Arianna Bridi ha conquistato un bronzo, preceduta dalla brasiliana Ana Marcela Cunha e dal'olandese Sharon Van Rouwendaal. Beffa invece per Simone Ruffini e Martina Grimaldi, entrambi quarti e giù dal podio iridato. 

Nella venticinque chilometri uomini, Matteo Furlan sfodera un gran finale per andarsi a prendere il secondo posto e la medaglia d'argento, rimontando una svantaggio di diverse posizioni. Chiusura opposta invece per Simone Ruffini, scivolato quarto dopo una gara condotta sempre nelle prime posizioni. Soddisfatto Furlan, battuto solo dal francese Reymond: "Ho cercato di rimanere sempre nascosto per conservare più energie possibili per il finale - le sue parole riportata da Gazzetta.it - dove ho cercato di non perdere la scia del russo perché pensavo fosse più veloce del francese. Alla boa dell'arrivo mi hanno stretto, ma fortunatamente sono riuscito a liberarmi. Rispetto a due anni fa questa prova mondiale è stata ancora più dura. Ma senza dubbio tanto tanto più bella. Adesso? Un altro gradino più per andare fra i grandi del mondo". A completare il podio, il russo Evgenii Drattcev, che ha sopravanzato Ruffini negli ultimi, concitati, trecento metri.

Ordine d'arrivo. 1. Reymond (FRA) in 5:02:46.40. 2. Furlan (ITA) in 5:02:47.00. 3. Drattcev (RUS) in 5:02:49.80. 4. Ruffini (ITA) in 5:02:53.10. 5. Peterson (USA) in 5:03:43.00. 6. Gyurta (HUN) in 5:04:00.70. 7. Khudyakov (KAZ) in 5:04:36.10. 8. Bolshakov (RUS) in 5:04:49.80. 9. Schouten (NED) in 5:04:53.00. 10. Waschburger (GER) in 5:06:14.10

Nella prova femminile, secondo bronzo per Arianna Bridi, dopo quello ottenuto nella 10 km. Splendida la prestazione dell'azzurra, che ha ceduto alla brasiliana Cunha e all'olandese Van Rouwendaal solo nel finale, precedendo al traguardo la connazionale Martina Grimaldi. "E un'altra grandissima emozione - le parole della Bridi a La Gazzetta dello Sport -  il bronzo? Sono molto contenta perché arriva alla fine di una sfida durissima, e perchè la 25 km davvero non finisce mai". Soddisfatto anche il commissario tecnico Massimo Giuliani, che non si sottrae a un bilancio della rassegna iridata: "E' stata una grande spedizione, una delle migliori di sempre, darei di sicuro un otto pieno alla squadra. Ci manca solo un oro per renderla la migliore, globalmente come squadra siamo stati sempre competitivi, il peggior risultato è un 12° posto. Abbiamo fatto un grande lavoro, cosa ha la Francia più di noi? Ha degli elementi che nuotano meglio in fatto di efficienza, ma siamo pronti alla rivincita agli Europei 2018".

Ordine d'arrivo. 1. Cunha (BRA), in 5:21:58.40. 2. van Rouwendaal (NED) in 5:22:00.80. 3. Bridi (ITA) in 5:22:08.20. 4. Grimaldi (ITA) 5:23:54.60. 5. Olasz (HUN) in 5:23:55.0. 6. Krapivina (RUS) in 5:24:03.70. 7. Mann (USA) in 5:27:06.90. 8. Muller (FRA) in 5:28:25.30. 9. Gubecka, (AUS) in 5:28:41.60. 10. Salladin (USA) in 5:29:49.70.

Nuoto