Budapest 2017 - 100 sl femminili, le semifinali: Sjoestroem davanti, fuori la Pellegrini

Federica ci prova, ma salta nella vasca di ritorno. Sjoestroem davanti, insidia americana.

Una vasca per alimentare speranze di qualificazione. Federica Pellegrini si mantiene sulla linea delle migliori nella tornata d'andata, alla pari di Manuel e Sjoestroem, l'uscita dalla subacquea, però, emette il verdetto. L'incedere si fa pesante, la Pellegrini arretra mentre il mondo vola. Addirittura in tre sotto i 53"00, livello altissimo. Sjoestroem 52"44, alle spalle della primatista del mondo la coppia americana, Manuel e Comerford. Possibile podio iridato?

A contestare l'assunto, dalla prima semifinale, Pernille Blume - 52"99 - alla testa di un quartetto racchiuso in un decimo. All'interno, Bronte Campbell, Penny Oleksiak e Ranomi Kromowidjojo. A testimoniare lo straordinario campo gara, il tempo d'accesso in finale. Ultima ad entrare è infatti Emma McKeon, a 53"20. Epilogo stellare. 

1 1 SJOSTROM Sarah [Sweden]  SWE 52.44 0.68 
2 2 MANUEL Simone [United States of America]  USA 52.69 00.25 0.73 AM 
3 3 COMERFORD Mallory [United States of America]  USA 52.85 00.41 0.68 
4 1 BLUME Pernille [Denmark]  DEN 52.99 00.55 0.64 
5 2 CAMPBELL Bronte [Australia]  AUS 53.04 00.60 0.68
6 3 OLEKSIAK Penny [Canada]  CAN 53.05 00.61 0.72 
7 4 KROMOWIDJOJO Ranomi [Netherlands]  NED 53.09 00.65 0.73 
8 4 McKEON Emma [Australia]  AUS 53.20 00.76 0.73 

Nuoto