Budapest 2017 - Baker - Hosszu, si fa dura. Nei 200 dorso comanda la Seebohm

L'australiana firma il miglior tempo in semifinale, fuori la Panziera.

Mazzo ricco quello dei 200 dorso al femminile. Petali di qualità, risposte inattese. Il duello Baker - Hosszu, annunciato dopo l'eliminatoria, sfuma di fronte al sorgere di nuove protagoniste. Emily Seebohm conquista la seconda semifinale con un crono di alto profilo, 2'05"81. Alle sue spalle, l'oro mondiale dei 100, la canadese Masse. Kathleen Baker non riesce ad emergere nel finale e chiude terza, a 2'06"66. 

Dalla prima prova, invece, esce la russa Ustinova - 2'07"08. Un contesto equilibrato, in cinque sulla stessa linea. In seconda posizione, Regan Smith, americana, classe 2002, al mondiale juniores sulla distanza, 2'07"19. Solo quarta Katinka Hosszu, all'apparenza pesante, dietro anche a T.McKeown. Il suo crono è il settimo assoluto e vale comunque l'accesso in finale, ma domani occorre ben altra progressione per spaventare chi oggi si è preso, d'autorità, le chiavi della gara. 

Ultimo ingresso è quello di Hilary Caldwell. La seconda freccia canadese archivia la prova in 2'07"64. 2'10"95 per Margherita Panziera.

1 1 SEEBOHM Emily [Australia]  AUS 2:05.81 0.70 OC
2 2 MASSE Kylie Jacqueline [Canada]  CAN 2:05.97 00.16 0.56 
3 3 BAKER Kathleen [United States of America]  USA 2:06.66 00.85 0.62 
4 1 USTINOVA Daria K [Russian Federation]  RUS 2:07.08 01.27 0.66  
5 2 SMITH Regan [United States of America]  USA 2:07.19 01.38 0.64  WJ 
6 3 McKEOWN Kaylee Rochelle [Australia]  AUS 2:07.40 01.59 0.60 
7 4 HOSSZU Katinka [Hungary]  HUN 2:07.51 01.70 0.61 
8 5 CALDWELL Hilary [Canada]  CAN 2:07.64 01.83 0.61 

Nuoto