Mondiali Budapest 2017 - 50sl femminili, il regno di Sarah Sjoestroem

La svedese spazza l'acqua, terzo titolo individuale.

Il sorriso di Sarah Sjoestroem. Dopo la batosta nei 100, si prende una soddisfazione individuale anche a stile libero, lei primatista del mondo di 50 e 100 appunto. Il record, ritoccato in semifinale, non cade nell'atto ultimo, ma la Sjoestroem tocca per prima e si mette così al collo il terzo oro ungherese, dopo la doppietta a farfalla. 23"69, 2 i centesimi di distanza dal WR.

Sjoestroem e poi Kromowidjojo, questa la sorpresa. Ranomi è come sempre straordinaria allo stacco, ma rispetto al solito concede meno nella parte nuotata. 23"85, eccellente. Simone Manuel, l'oro dei 100, l'incubo della Sjoestroem, conquista l'ultimo gradino del podio. Questione di centesimi, 3 dividono l'americana - 23"97 - dalla Blume. 

Con la Herasimenia, quinta posizione in 24"46, inizia un'altra gara, quella per le posizioni di rincalzo. Sesta la Liu, settima la Santamans, addirittura ottava Bronte Campbell, 24"58. Pesantissima, per l'Australia, l'assenza della sorella Cate. 

1 1 SJOSTROM Sarah [Sweden]  SWE 23.69 0.64 
2 2 KROMOWIDJOJO Ranomi [Netherlands]  NED 23.85 00.16 0.69 
3 3 MANUEL Simone [United States of America]  USA 23.97 00.28 0.67 AM 
4 4 BLUME Pernille [Denmark]  DEN 24.00 00.31 0.63 
5 5 HERASIMENIA Aliaksandra [Belarus]  BLR 24.46 00.77 0.69 
6 6 LIU Xiang [People's Republic of China]  CHN 24.58 00.89 0.72 
6 6 SANTAMANS Anna [France]  FRA 24.58 00.89 0.61 
6 6 CAMPBELL Bronte [Australia]  AUS 24.58 00.89 0.68

Nuoto