Under 18 F: un ottimo Mesagne vince il titolo provinciale brindisino

Mesagne si impone su Brindisi e conquista il titolo femminile Under 18 a livello provinciale.

Under 18 F: un ottimo Mesagne vince il titolo provinciale brindisino
ASD MESAGNE VOLLEY
3 0
ASD ASSI MANZONI BRINDISI
ASD MESAGNE VOLLEY: 19 Caroli G. 14 Sportelli C 1 Miceli M 7 Agostinelli F 8 Novia I 11 Carriero F 13 Ndriollari D 16 Albano c 17 Riparbelli C (K) 18 Soleti A 21 Capodieci M 6 D'Errico S (L)
ASD ASSI MANZONI BRINDISI: 1 Avallone C 15 Ferrarese P 10 Greco S 3 Iacca A (K) 2 Liguori D 4 Montinaro S 7 Nibio C 13 Scarpa F 5 Zizza C 20 Colucci S (L1) 18 Nani V (L2)
SCORE: 25-12 25-20 25-14
ARBITRO: Caniglia Cosimo (Oria (BR))

La sfida infinita tra  Off Occhiali Mesagne Volley  e Assi  Manzoni  Brindisi si riflette anche nelle giovanili, e questa volta  la compagine gialloblù ha la meglio sulle cugine pari età brindisine. Una partita poco avvincente con tanti errori da entrambe le parti con un Assi poco ispirato e quasi mai in partita.

Coach    Chionna    schiera la formazione tipo :  in diagonale   Ndriollari   in regia e   So leti   opposta, cent rali  Novia  e cap itan  Riparbelli  e  schiacciatrici Agostinelli e Mic   e lli . Libe ro D’Er rico

Una squadra allestita per vincere quella mesagnese, che vede schierare in campo i quattro sesti della squadra che disputa la serie B2, con Soleti rinforzo di lusso, poiché disputa il campionato di serie B1 in quel di San Vito.

Mister Parentela schiera in diagonale palleggiatore-opposto la coppia    Zizza   -  Montinaro  , al  centr o capitan  Iacca  e  Liguori   e schiacciatrici  Avallone Greco. Lib   ero Colucci.

Una compagine molto giovane con Avallone traghettatrice e unica giocatrice classe 1996 insieme al libero Colucci. Una squadra che fa ben sperare per il futuro, considerando anche l’ottimo campionato dell’Assi Brindisi in serie B2, al primo posto quando siamo a metà campionato.

Arbitro dell’incontro Caniglia Cosimo di Oria autore di una partita impeccabile dal punto di vista tecnico.

Pronti, via e dopo una prima fase di studio (4-4) il Mesagne prende il largo (11-5) grazie agli attacchi di Soleti e Riparbelli, molto ispirate e ben imbeccate da Ndriollari. Nonostante il Time Out di Parentela l’Assi continua a soffrire il servizio gialloblù e, complice una fase ricezione non proprio ottimale, continua a perdere terreno: 9-18 al secondo Time Out discrezionale di mister Parentela che cerca in tutti i modi di scuotere le sue giocatrici. Un super muro di Novia e un attacco di Miceli chiudono il set sul 25-12.

Nel secondo set ci si aspettava un Assi arrendevole, ma non è così. Avallone e Greco tirano fuori gli artigli e migliorano sensibilmente la ricezione permettendo a Zizza una distribuzione migliore. Dall’altra parte, il Mesagne macina gioco e punti con  Agostinelli  e Riparbelli. Alla fine della prima rotazione al servizio il parziale dice 8-8.  Perfetta parità. Miceli, sempre molto efficace al servizio, porta il Mesagne in vantaggio (14-11) e un muro della solita Riparbelli e una splendida palla di seconda intenzione di Ndriollari portano Parentela a chiamare il Time Out discrezionale (16-12). Al rientro in campo Avallone prende per mano la squadra,  accompagnata dalla grinta di Greco e dall’ottimo turno in battuta di Liguori riportano le Brindisine in vantaggio (16-17) costringendo la Chionna a chiamare il suo primo Time Out discrezionale. Un mani out di Avallone a cui risponde Soleti con una bomba a mano in diagonale stretta, attestano il risultato sul 19-20 per l’Assi.

Su questo risultato cambia l’inerzia del set. Alla fine dell’azione più lunga e bella della gara, con Avallone autrice di una difesa strepitosa e Agostinelli che recupera un pallone destinato a cadere lontano dal campo, Greco commette una leggerezza: in equilibrio precario invia nel campo gialloblù una palla in palleggio, commettendo un fallo di doppia prontamente sanzionato dall’ufficiale di gara e molto contestato dalla compagine bianco-azzurra. L’ Assi perde la testa e subisce due ace consecutivi da Agostinelli. La solita Riparbelli e una Miceli sugli scudi chiudono il set sul 25-20.

Un duro colpo per l’Assi che consegnerà anche il terzo set senza quasi mai lottare al Mesagne. 25-14 il finale.

  Complimenti  alle pantere gialloblù  ,  cresciute esponenzialmente nell’ultimo anno  grazie agli innesti di Agostinelli , Ndriollari, Novia e Soleti e merito anche allo staff tecnico  e dirigenziale  che hanno pescato in giro per la puglia delle giovani talentuose e facendole coesistere con difficoltà ma con ottimi risultati. 

 Onore invece all’Assi , che per questo campionato ha investito su una squadra giova ne e volenterosa con Greco che ha dimostrato tanto carattere e voglia di crescere nonostante la giovanissima età (1999). L’ esperienza di Par entela sta facendo il resto correggendo alcuni difetti fisiologici in una squadra giovanissima e con poca esperienza nei campionati superiori. 

Entrambe le squadre accedono comunque alla fase regionale di categoria e sicuramente  ci faranno divertire e ci regaleranno delle grosse soddisfazioni.

Nonostante la vittoria, c’è del rammarico a Mesagne  per aver perso a inizio stagione una protagonista di questi anni, Carla Abbracciavento, ferma ai box da un fastidioso e serio infortunio ad una mano.

Migliore in campo per Vavel.com Chiara Riparbelli, capitana del Mesagne Volley e top scorer dell’incontro con 16 punti totali. Uno score non abituale per una centrale, che lascia intendere quanto sia forte e intelligente questa ragazza, sicuramente pronta per il salto di qualità.

Pallavolo