Campionati Europei di pallavolo femminile, la presentazione dei Gruppi B - C - D

Presentazione degli altri raggruppamenti della rassegna continentale dal B al D, con altri tecnici italiani impegnati.

Campionati Europei di pallavolo femminile, la presentazione dei Gruppi B - C - D
Campionati Europei di pallavolo femminile gli altri gironi.

Domani scatterà la ventinovesima edizione del Campionato europeo di volley femminile in Belgio ed Olanda. Come abbiamo già visto l'Italia è stata inserita nel girone A. Negli altri saranno impegnate altre squadre allenate da tecnici nostrani. Iniziamo dal girone B che si giocherà ad Anversa con: lo stesso Belgio, Azerbaigian, Turchia e Ungheria. Le Yellow Tigers di Gert Vande Broeck sono state la rivelazione della scorsa edizione, con la terza piazza conquistata a sorpresa. Gli appassionati di casa nostra hanno imparato a conoscere e ad apprezzare: la regista tuttofare Frauke Dirickx, l'opposta Lise Van Hecke, le centrali Laure Heyrman e Freya Aelbrecht, la schiacciatrice Helene Rousseaux. L'Azerbaigian ha partecipato 5 volte agli Europei e come miglior risultato vanta il quinto posto del 2005. La Turchia di Ferhat Akbas ha partecipato 11 volte alla rassegna continentale, giungendo seconda nel 2003 e terza nel 2011. Da parecchi anni domina in Europa a livello di club, anche grazie all'apporto di numerose atlete straniere, attirate dai cospicui ingaggi. Quanto avranno influito questi risultati nella crescita di questo movimento pallavolistico? Chiude questo raggruppamento l'Ungheria, guidata dal tecnico belga Jan Josè De Brandt. Le magiare hanno già partecipato 14 volte alla rassegna continentale, ma l'ultima apparizione risale al 1987. Come migliori piazzamenti si ricordano l'argento nel 1975 e i 3 bronzi (1977, 1981, 1983). La favorita per il primo posto sembra essere il Belgio, mentre Turchia ed Azerbaigian lotteranno per giocarsi seconda e terza piazza in ottica playoff.

Il girone C si disputerà al Topsportcentrum di Rotterdam e vedrà impegnate: Bielorussia, Bulgaria, Croazia e Russia. La stessa Bielorussia di Piotr Khilko ha partecipato per 6 volte alla rassegna continentale senza mai raggiungere il podio. Il miglior risultato è stato l'ottavo posto, raggiunto nel 1993 e nel 1995. La Bulgaria allenata dall'esperto tecnico serbo Dragan Nesic ha partecipato 16 volte agli Europei, vincendo il suo unico titolo nel 1981. E' giunta 2 volte terza nel 1979 e nel 2001. Una delle stelle di questa nazionale è l'opposta Emilya Nikolova che dopo aver giocato a Conegliano, il prossimo anno vestirà la maglia di Scandicci. La Croazia è guidata dal tecnico brasiliano Angelo Vercesi ed ha partecipato 10 volte alla rassegna continentale. E' riuscita ad arrivare per 3 volte seconda (1995, 1997, 1999). Le sue ambizioni sono legate alla sua giovane opposta di Pola ex Modena, il prossimo anno a Novara Samanta Fabris. La Russia di Yuri Marichev detiene il titolo continentale, che ha fatto suo già 5 volte. Tutto lascia credere che il primo posto nel girone sarà suo e gli altri 2 piazzamenti utili per i playoff saranno appannaggio di Bulgaria e Croazia.

Dulcis in fundo siamo arrivati al girone D che si giocherà ad Eindhoven e vedrà impegnate: Germania, Rebubblica Ceca, Romania e Serbia. In questo raggruppamento ci sarà una sorta di derby tra 2 tecnici italiani. La Germania ha cambiato guida tecnica, Giovanni Guidetti è stato avvicendato da Luciano Pedullà. Le teutoniche vorranno migliorare i 2 argenti consecutivi ottenuti nel 2011 e nel 2013, oltre ai 2 bronzi del 1991 e del 2003. Gli appassionati italiani conoscono molte stelle di questa nazionale: la regista Kathleen Weiss, l'opposta Margareta Kozuch, le schiacciatrici Maren Brinker e Heike Beier. La Repubblica Ceca è allenata dall'ex tecnico di Busto Arsizio Carlo Parisi. Questa nazionale ha partecipato 9 volte agli Europei. I suoi migliori risultati li ha ottenuti entrambi in casa propria: il secondo posto del 1993 e il terzo nel 1997. Gli appassionati italiani hanno potuto conoscere e apprezzare l'opposta Aneta Havlickova e la schiacciatrice Helena Havelkova. La Romania è guidata dal tecnico argentino Guillero Gallardo ed ha partecipato 23 volte agli Europei. Il suo miglior risultato è assai datato, un terzo posto nell'edizione casalinga del 1963. La Serbia guidata da Zoran Terzic è la favorita numero uno per la leadership del girone e contenderà alla Russia il titolo continentale, che ha già fatto suo nel 2011. Una delle stelle di questa formazione è la schiacciatrice, che può giocare pure da opposta Jovana Brakocevic. Le altre 2 posizioni che garantiranno i playoff se le giocheranno Germania e Repubblica Ceca. 


Share on Facebook