La Pomì Casalmaggiore riprende da dove aveva lasciato: sua la Supercoppa italiana

La formazione di Massimo Barbolini lancia un chiaro segnale alla concorrenza, ha ancora fame di vittorie e non è sazia.

La Pomì Casalmaggiore riprende da dove aveva lasciato: sua la Supercoppa italiana
La Pomì Casalmaggiore riprende da dove aveva lasciato e fa sua la Supercoppa italiana

La stagione italiana di pallavolo femminile 2015/2016 si è aperta così come si era conclusa quella precedente. Infatti la Pomì Casalmaggiore in un PalaRadi di Cremona sold out ha conquistato la Supercoppa italiana, superando al tie-break l'Igor Gorgonzola Novara. La formazione di Massimo Barbolini ha lanciato un avvertimento alle avversarie, ha ancora fame di successi e non è per nulla sazia. Entrambe le formazioni hanno dimostrato di essere ben lontane dalla migliore quadratura. Infatti molte giocatrici sono arrivate nelle rispettive squadre solamente pochi giorni prima della partita. Purtroppo ancora una volta la Pomì Casalmaggiore si è confermata la bestia nera dell'Igor Gorgonzola Novara.

Nonostante siamo solo ad inizio stagione abbiamo visto cinque set costellati di errori, ma allo stesso tempo di scambi lunghi e grandi giocate su entrambi i fronti. I 2 liberi: Stefania Sansonna per le piemontesi e Imma Sirressi per le lombarde hanno esaltato il pubblico con i loro salvataggi in difesa. La palleggiatrice della Pomì Casalmaggiore Carli Lloyd avrà ancora molto da lavorare per affinare l'intesa con le proprie attaccanti. Sull'altro fronte Noemi Signorile dovrà anch'essa sistemare i misunderstanding con le sue bocche da fuoco. Purtroppo questi hanno pesato in maniera decisiva nel tie-break. Ad esempio quello con la sua centrale Martina Guiggi. Un altro palleggio sbagliato ha fatto sì che Caterina Bosetti attaccasse fuori. Poco dopo l'attacco di Francesca Piccinini ha fatto esplodere di gioia il PalaRadi che tifava Pomì. The queen se vorrà riprendersi l'azzurro ha iniziato la stagione nel migliore dei modi.

E'ancora presto per dire se la Pomì Casalmaggiore potrà centrare il bis scudetto ma sicuramente venderà cara la propria pelle. Barbolini si trova tra le mani una Formula 1. Saprà guidarla per prima davanti alla bandiera a scacchi senza sbandare? Sarà il verdetto del campo a dirlo. Intanto iniziare vincendo la Supercoppa non è cosa da poco. L'Igor Gorgonzola Novara invece potrà trarre sicuramente indicazioni utili a migliorare.


Share on Facebook