Risultato Francia - Italia (3-2) EuroVolley maschile 2015

Risultato Francia - Italia (3-2) EuroVolley maschile 2015
Francia
3 2
Italia

L'Italia beve l'amaro calice della Francia. E' una grande delusione commentare una sconfitta beffarda. Questo risultato giunge al termine di una partita a 2 facce. L'Italia domina i primi due parziali, mette pressione agli avversari in battuta, gira a meraviglia in attacco ed è una saracinesca a muro. Purtroppo però non la chiude, cala vistosamente e l'avversario prende decisamente fiducia. I transalpini lottano su ogni pallone e tirano su pure quelli più difficili. L'Italia va in debito di ossigeno e non riesce più a trovare la cattiveria necessaria a vincere. La Francia ringrazia e vola ai quarti di finale. L'Italia torna in campo martedì per i playoff. Le qualità per far bene comunque gli azzurri le hanno. Buonaserata da Alessandro Brugnolo e Vavel Italia.

15-13 Lanza attacca out. La Francia vince al tiebreak, conquista la leadership nel girone A e accede ai quarti di finale. L'Italia passa attraverso i playoff.

14-13 Zaytsev annulla il primo match point.

14-12 La diagonale di Ngapeth vale il match point Francia.

13-12 La diagonale di Lanza è vincente.

13-11 Le Goff trova l'ace.

12-11 Ngapethe trova il mani fuori.

11-11 Lanza trova una parallela vincente.

11-10 Rouzier contrattacca bene.

10-10 Tillie trova il mani out.

9-10 Ngapeth attacca fuori.

9-9 Rouzier spegne la resistenza della difesa azzurra.

8-9 Zaytsev trova le mani del muro.

8-8 Giannelli serve fuori.

7-8 Juantorena trova la diagonale vincente. L'Italia è avanti al cambio di campo.

7-7 Lanza commette fallo in palleggio.

6-7 Rouzier trova il punto.

5-7 Juantorena piega la difesa francese.

5-6 Juantorena piega le mani ai francesi.

5-5 La Francia approfitta del fallo azzurro.

4-5 Lanza sbaglia il servizio.

3-5 Matteo Piano trova il primo tempo.

3-4 Ngapeth trova la parallela.

2-4 Ngapeth commette invasione.

2-2 Tillie trova il mani fuori.

1-2 Lanza piega le mani a Rouzier.

1-1 Le Goff trova il primo tempo senza muro.

0-1 Lanza trova la parallela.

L'Italia cala nel rendimento e viceversa la Francia sale. Blengini le prova tutte ma non riesce a rianimare la sua squadra. Gli azzurri sono in debito di ossigeno e devono reagire.

25-17 Luca Vettori commette fallo. La Francia pareggia e riapre la partita. Si decide tutto al tiebreak.

23-17 Rouzier sbaglia il servizio.

22-16 L'Italia commette fallo e la Francia vede il tie break.

21-16 La Francia trova il mani out.

20-16 Le Roux sbaglia il servizio.

20-15 La Francia è sul velluto, trova la diagonale con Tillie.

19-15 La Francia commette invasione.

19-14 Le Roux mura Antonov.

18-13 Le Roux mura la pipe di Lanza.

17-13 Vettori tira fuori la grinta e attacca la parallela.

17-12 Il pallonetto di Ngapeth manda in confusione la difesa azzurra. Uno spento Juantorena esce, entra Antonov.

16-12 Ngapeth è ispirato e la Francia arriva prima al secondo tempo tecnico.

15-12 Il muro numero 7 di Piano è ossigeno per l'Italia.

15-11 Buio Italia, Piano subisce muro.

14-11 Tillie trova una diagonale vincente.

13-11 Rouzier sbaglia il servizio.

13-10 Juantorena pesta la riga in battuta.

12-10 Le Roux grazia l'Italia e sbaglia il servizio.

12-9 Le Roux mura Lanza.

11-9 L'Italia trova la pipe con Lanza.

11-8 Italia in crisi, Zaytsev attacca out e Blengini lo sostituisce con Vettori.

10-8 Juantorena attacca out.

9-8 Juantorena commette invasione.

8-8 L'Italia ringrazia il fallo a rete francese.

8-7 Lanza sbaglia il servizio e la Francia è avanti al primo tempo tecnico.

7-7 Il pallonetto di Zaytsev trasforma un pallone da non irresistibile in vincente.

7-6 Ngapeth trova la parallela dopo uno scambio lungo.

6-6 La parallela di Rouzier è vincente.

5-6 Lanza trova una parallela indifendibile.

5-5 Tillie approfitta del fatto di attaccare senza muro.

4-5 La pipe centrale di Juantorena è spettacolare e micidiale.

3-3 Kevin Le Roux trova l'ace.

2-3 Tillie mura Juantorena.

1-3 Rouzier trova una diagonale vincente.

0-3 Juantorena trova il mani out. Grande partenza azzurra.

0-2 Osmany Juantorena trova il muro.

0-1 Ngapeth sbaglia il servizio.

La Francia riesce a vincere il terzo set grazie ai troppi errori in battuta dell'Italia e alla sua caparbietà nel difendere ogni pallone. Ci aspettiamo la reazione dell'Italia. Gli azzurri sono in grado di poter reagire.

25-19 Rouzier trova il mani fuori. La Francia vince il terzo set e prova a riaprire la partita.

24-18 Ngapeth risolve un pallone vagante.

23-18 Ngapeth trova il punto.

22-18 Zaytsev sbaglia la battuta.

21-17 Ngapeth trova il mani fuori.

20-17 Lanza attacca out.

19-17 Zaytsev attacca in rete.

18-17 Vettori sbaglia il servizio.

17-17 Zaytsev piega le mani del muro.

17-16 Juantorena sbaglia il servizio.

16-16 Al termine di uno scambio interminabile risolve tutto una diagonale di Zaytsev. Che Italia!

16-15 Osmany Juantorena è un martello in attacco.

16-14 Kevin Le Roux trova l'ace e la Francia è avanti al secondo timeout tecnico.

15-14 Tillie trova il mani out.

14-14 Ngapeth sbaglia il servizio.

14-13 Il primo tempo di Le Roux buca il mondoflex.

13-13 Buti mura e l'Italia pareggia.

13-12 Juantorena trova la parallela vincente.

13-11 Rouzier attacca e piega Lanza.

12-10 Ngapeth al termine di uno scambio lungo trova la parallela vincente. Blengini chiama timeout.

11-10 Le Goff trova il primo tempo vincente.

10-10 Lanza si riscatta e trova la parità

10-9 Zaytsev spreca attaccando out.

9-9 Rouzier sbaglia il servizio.

9-8 Lanza sbaglia in attacco.

8-8 Zaytsev mura e trova la parità.

8-7 Rouzier grazia l'Italia e attacca out.

8-6 Juantorena sbaglia e la Francia è avanti al primo tempo tecnico.

7-6 Ngapeth sbaglia il servizio.

7-5 Ngapeth serve bene, stacca Giannelli da rete e Juantorena attacca in rete.

6-5 Ngapeth trova l'ace.

5-5 Tillie firma la pipe.

4-5 L'Italia mura.

3-4 Lanza libero attacca e fa male.

3-3 Zaytsev pesta la riga in battuta.

2-3 Matteo Piano firma il sesto muro personale.

2-2 Le Goff commette invasione.

2-1 Ngapeth risolve uno scambio lungo con la pipe.

1-1 La Francia sbaglia il servizio.

1-0 Le Goff firma il muro su Zaytsev.

L'Italia mostra: freddezza, concentrazione, carattere, voglia di vincere. Mette pressione con il servizio alla Francia, in attacco è devastante. L'Italia firma 7 muri punto con gli schiacciatori e Piano. La Francia tenta il ritorno con il servizio di Le Roux nel finale ma gli azzurri non tremano, resistono e arrivano alla mèta.

21-25 Osmany Juantorena trova l'ace e regala il secondo set all'Italia che si porta avanti 2-0.

21-24 Le Roux sbaglia il servizio.

21-23 Le Roux trova il terzo ace di fila con l'aiuto del nastro e Blengini chiama timeout.

20-23 Le Roux serve profondo e trova il secondo ace di fila.

19-23 Le Roux trova l'ace.

18-23 Zaytsev commette invasione a rete.

16-23 Ngapeth sbaglia il servizio.

16-22 Le Roux trova il primo tempo.

15-22 Juantorena trova un mani fuori.

14-21 Piano firma il quinto muro personale e lo fa su Ngapeth.

13-20 La pipe di Juantorena piega le mani al muro transalpino.

12-19 Matteo Piano firma il quarto muro personale.

12-18 Lanza attacca un pallone vagante.

Il videocheck chiesto dalla Francia non cambia la decisione arbitrale e assegna il punto all'Italia. Dopo una spettacolare difesa di Colaci, Lanza trova la spazzolata vincente. 12-17

12-16 Rouzier attacca una diagonale vincente.

Ola del pubblico del PalaVela!

11-16 La Francia attacca out e l'Italia è avanti al secondo tempo tecnico.

10-15 Rouzier trova il pallonetto vincente.

9-15 Simone Giannelli serve profondo e trova l'ace.

9-14 Lo Zar trova un'altra parallela micidiale.

9-13 Giannelli tenta il tocco di seconda ma la Francia mura.

8-13 Ngapeth trova il terzo ace personale.

6-13 Che spettacolo, Buti firma il primo tempo.

6-12 Matteo Piano firma il primo tempo e attacca con l'80%.

6-11 Lanza sbaglia il servizio.

5-11 Piano firma un altro muro su Le Roux.

5-10 Giannelli mura Ngapeth.

Il videocheck cambia la decisione arbitrale e assegna il punto all'Italia. Mani out di Zaytsev 5-9.

5-8 Zaytsev sbaglia il servizio.

4-8 L'Italia mette pressione alla Francia e quest'ultima sbaglia. Azzurri avanti al primo tempo tecnico.

4-7 Al termine di uno scambio lungo Juantorena trova la pipe.

4-6 La parallela di Zaytsev è devastante.

4-5 Al termine di uno scambio lungo Tillie trova il punto.

3-5 Toniutti commette fallo.

Il videocheck assegna il punto all'Italia, non c'è tocco a muro. 3-4.

2-3 Zaytsev firma un'altra stampatona a muro.

2-2 Osmany Juantorena mura Tillie.

1-1 Zaytsev piega le mani alla difesa francese.

0-1 Ngapeth firma il secondo ace e inganna Colaci.

La Francia parte meglio, grazie ad una difesa che aspira tutto e un muro tentacolare. I transalpini si portano sul 12-7 e Blengini chiama time out. Subito dopo l'Italia reagisce e comincia a ingranare. Gli azzurri mettono pressione al servizio, Lanza e Juantorena mettono a terra palloni importanti. Piano firma muri importanti. L'Italia ha carattere.

23-25 Lanza trova un mani fuori e regala il primo set all'Italia.

23-24 Le Goff trova l'ace mentre la difesa azzurra stranita guarda la palla.

22-24 Ngapeth trova la parallela vincente.

21-24 Il primo tempo di Piano vale il primo set point.

21-23 Vettori sbaglia il servizio.

20-23 Rouzier sbaglia il servizio e colpisce l'asta.

20-22 La Francia non cede.

18-22 Ngapeth svirgola la pipe e sbaglia.

In attacco Francia 50%, Italia 44%

18-21 Juantorena piega le mani al muro francese.

18-20 Zaytsev trova una diagonale micidiale.

17-19 Rouzier attacca out e regala il +2 all'Italia.

17-18 Ngapeth pesta la riga dei 3 metri in pipe..

17-17 Zaytsev trova la parità.

17-16 Ngapeth lavora bene sulle mani di Juantorena.

16-16 Osmany Juantorena tiene in vita l'Italia.

16-15 La tentacolare Francia aspira il pallone e trova l'attacco vincente. Transalpini vanno avanti anche al secondo tempo tecnico.

15-15 La diagonale di Lanza piega le mani alla difesa francese.

14-14 Il muro di Filippo Lanza da la parità all'Italia.

14-13 Juantorena firma la pipe.

14-12 La parallela di Rouzier è vincente.

Timeout Francia.

13-12 Piano è una saracinesca e mura.

13-11 L'Italia recupera con il primo tempo di Piano.

13-10 Le Goff sbaglia il servizio.

12-9 Zaytsev trova un mani out.

12-8 La parallela di Lanza è ossigeno per l'Italia.

Finora in attacco 75% Francia, 25% Italia.

12-6 L'Italia incontra difficoltà in attacco, Le Goff si esalta e mura. Blengini chiama time out.

10-6 Al termine di uno scambio lungo Simone Giannelli attacca in maniera vincente.

10-5 Earvin Ngapeth realizza il primo ace della sua partita.

9-5 Le Roux firma un primo tempo senza muro.

8-5 Benjamin Toniutti grazia l'Italia e sbaglia il servizio.

8-4 Osmany Juantorena subisce muro. La Francia arriva in vantaggio al primo tempo tecnico.

7-4 Filippo Lanza forza e sbaglia il servizio.

6-3 Le Roux firma il primo tempo, buon inizio per la Francia.

4-3 Per fortuna dell'Italia Le Goff commette fallo di invasione.

3-2 Zaytsev commette fallo di invasione.

1-2 Osmany Juantorena si riscatta e realizza la pipe.

1-1 Juantorena forza e sbaglia al servizio.

0-1 Il capitano Buti mura i francesi.

Arbitri Hudik (Rep. Ceca) e Gerothodoros (Gre).

Nessuna novità sulle formazioni che scendono in campo, sono le stesse dei giorni precedenti, si sente un grande tifo per gli azzurri.

L'Italia è avanti nel conto dei successi 71 a 61. Squadre in campo per gli inni nazionali!

La presenza di pubblico al PalaVela di Torino è migliore rispetto agli altri 2 giorni.

L'Italia oggi deve giocare senza tirare il freno a mano. L'Italia deve trovare il ritmo, vuole vincere ed andare avanti nel torneo, arricchendo quella bacheca dei titoli continentali ferma al 2005.

Mancano 10 minuti al fischio d'inizio di Francia-Italia!

L'altra sfida oggi in programma per il girone B ha visto il successo dell'Estonia sulla Croazia per 3-0 (25-19, 25-18, 25-10). I baltici di Gheorghe Cretu conquistano a sorpresa il terzo posto e si qualificano per i playoff, in programma martedì. I dalmati invece salutano il torneo senza vittorie.

Sfogliando l'album dei ricordi nell'Europeo 2003 in Germania, Francia e Italia si affrontarono nella fase a gironi ed in quell'occasione prevalsero gli azzurri per 3-1. Le 2 formazioni si sarebbero nuovamente fronteggiate nella finale per il titolo. Fu un successo sofferto per la nostra nazionale, che si impose solamente al tie break e conquistò il suo titolo continentale. All'epoca l'Italia era guidata da Giampaolo Montali ed aveva la seguente formazione: 1 Luigi Mastrangelo, 2 Marco Meoni, 5 Valerio Vermiglio, 6 Samuele Papi, 7 Andrea Sartoretti, 9 Cristian Savani, 12 Damiano Pippi, 13 Andrea Giani, 14 Alessandro Fei, 16 Francesco Biribanti, 17 Paolo Cozzi, 18 Matej Černič. La Francia era allenata da Philippe Blain e composta da: 1 Johan Cohen, 2 Hubert Henno, 3 Dominique Daquin, 7 Stéphane Antiga, 8 Laurent Capet, 9 Frantz Granvorka, 10 Vincent Montméat, 11 Loïc de Kergret, 12 Luc Marquet, 16 Mathias Patin, 17 Oliver Kieffer, 18 Sébastien Frangolacci.

Matteo Piano sottolinea la sfida ad armi pari contro la Francia:  "Una bella seconda gara che ci manda in campo nell'importante match di domani con la Francia con nuove certezze. Una partita in cui non si può mollare niente, come non molleranno niente loro."
 

Questo è stato il parere di Filippo Lanza:  "Era una partita importante contro una squadra in grado di dar fastidio a tutti sono contento che abbiamo portato a casa questi tre punti importanti per la classifica e per il morale. Domani è una partita importante, che vale il primo posto. Si giocherà punto a punto. Una di quelle partite che da la possibilità ad una squadra di crescere e noi ne abbiamo bisogno."

Mancano 30 minuti al fischio d'inizio di Francia-Italia, in programma al PalaVela di Torino e partita decisiva per la leadership nel girone A. Ecco come Osmany Juantorena ha analizzato il vittorioso incontro di ieri sulla Croazia: "Contro la Croazia si è vista una Italia migliore rispetto a quella che aveva esordito contro l'Estonia. Domani speriamo che vada ancora meglio. Contro la Francia sarà durissima. Loro difendono molto e bene, ma dovremo restare tranquilli, senza innervosirci. Sarà una partita lunga. Spero che ci sarà un grande pubblico. Noi siamo carichi e vogliamo dimostrarlo."

Buongiorno a tutti amici lettori di Vavel Italia da Alessandro Brugnolo e Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, della sfida dell'EuroVolley maschile tra Francia ed Italia. Oggi è il giorno dei primi verdetti agli Europei di volley maschile, in corso di svolgimento in Italia e Bulgaria. L'ultima giornata della fase a gironi determinerà quali nazionali accederanno direttamente ai quarti di finale e quelle che dovranno passare attraverso il barrage dei playoff. 

La prima opzione significherà garantirsi un giorno di riposo in più e magari un tabellone più agevole, il tutto in un processo di forward looking verso un'eventuale finale per il titolo. La seconda possibilità sarebbe particolarmente gradita a nazionali che hanno già avuto successo a qualificarsi per la fase finale dell'Europeo e potrebbero prolungare ulteriormente la loro presenza nella manifestazione. Il tutto avverrebbe senza ulteriori pressioni, con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere.

Viceversa i playoff per una squadra partita con l'intenzione di salire sul tetto d'Europa, potrebbero rappresentare un ulteriore dispendio di energie da evitare come la peste. Inoltre questa si ritroverebbe un tabellone più ostico, incrociando nei quarti di finale un'altra possibile rivale verso il titolo. I pronostici della vigilia sono stati rispettati ed a decidere la leadership nel girone A, sarà la partita Francia-Italia, in programma oggi alle 18 al PalaVela di Torino, che Vavel Italia seguirà in diretta scritta live ed.

Entrambe le squadre sono in testa a quota 6 punti, ma gli azzurri non hanno finora perso alcun set. I transalpini invece ne hanno lasciato per strada 1 contro l'Estonia ieri. L'Italia ha passato una tra le estati più travagliate della sua storia. Gianlorenzo Blengini, tecnico scelto dalla Fipav per sostituire il dimissionario Mauro Berruto, era atteso dai difficili compiti di: riportare fiducia e calma nell'ambiente della nazionale, trasformare i giocatori in un gruppo unito e affiatato, dando loro una precisa identità di gioco e di squadra, arrivare tra le prime 2 in World Cup, staccando il biglietto per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 senza passare attraverso ulteriori tornei di qualificazione.

Il cammino dell'Italia: 

Italia-Estonia 3-0
Italia-Croazia 3-0

Lo stesso Blengini e i suoi ragazzi sono stati promossi a pieni voti. Sono arrivati il secondo post nella manifestazione e il pass a cinque cerchi. L'Italia è giunta seconda dietro gli Usa, unica formazione a battere gli azzurri nella World Cup. I nostri portacolori nel torneo sono cresciuti nel rendimento, nel gioco e nell'affiatamento di partita in partita. E'apparsa decisione saggia quella da parte di Blengini di confermare in blocco lo stesso gruppo per gli Europei.

Nella rassegna continentale finora la formazione tipo è stata la stessa più utilizzata in World Cup: Simone Giannelli palleggiatore, Ivan Zaytsev opposto, centrali Simone Buti (capitano) e Matteo Piano, schiacciatori Osmany Juantorena e Filippo Lanza, Massimo Colaci libero. L'Italia arriva alla partita contro la Francia nel miglior modo possibile. I 2 successi per 3-0 contro Estonia e Croazia hanno permesso di rompere il ghiaccio agli azzurri.

Nella scala delle difficoltà i dalmati erano più ostici rispetto ai baltici e lo saranno ancor di più i transalpini. Il giovane palleggiatore diciannovenne Simone Giannelli per la Diatec Trentino e per la nostra nazionale è un dono impagabile che viene dal cielo. In pochi alla sua età sanno giocare come veterani. Arrivato in nazionale in punta di piedi, a suon di grandi prestazioni è diventato titolare indiscusso. Abbiamo davanti un regista factotum. Sa bene come: far male con il servizio alla ricezione avversaria, servire le proprie bocche da fuoco senza mandarle fuori giri ma tenendole calde, attaccare i palloni vaganti oppure levare il coniglio dal cilindro con un tocco di seconda o un palleggio lavorando sulle mani del muro.

Questa Italia ha: consapevolezza dei propri mezzi, fame di vittoria, concretezza in fase realizzativa e quando funziona a pieno regime in ogni fondamentale diventa devastante. Gli azzurri non hanno mai perso la lucidità nei momenti difficili come il secondo set contro l'Estonia oppure ieri quando la Croazia è stata avanti nel primo set o magari era dura a morire nel finale dei primi 2 parziali. Zaytsev sa quando caricarsi la squadra sulle spalle, ripagando la fiducia di Blengini che lo ha richiamato in nazionale, restituendogli il ruolo di opposto.

Osmany Juantorena quando attacca fa male e lo stesso avviene al servizio. Un discorso analogo vale pure per Filippo Lanza, che sta continuando nel processo di maturazione umana e sportiva. I centrali Buti e Piano magari non hanno avuto molti primi tempi da attaccare, ma quando chiamati in causa hanno risposto presente e si sono fatti valere pure a muro. Massimo Colaci si è comportato egregiamente nel tenere in equilibrio la nave in seconda linea.

L'Italia ha dimostrato di avere pazienza quando la palla non è caduta a terra dopo il primo attacco. Questa sarà una qualità fondamentale per affrontare la Francia, una squadra che non butta via nessun pallone e cerca di riceverli o difenderli tutti per poi ricostruirli offensivamente. I transalpini sono una formazione in crescita, lo dimostrano il quarto posto agli ultimi Mondiali e la vittoria della scorsa estate in World League. In entrambi i casi ha influito una sfida contro il Brasile.

Nel primo caso nel male perchè i transalpini hanno sfiorato la vittoria, perdendo al tie-break e sull'onda emotiva di quel risultato negativo, hanno poi ceduto alla Germania nella finale per il terzo posto. Viceversa la Francia in World League ha battuto a domicilio i sudamericani al Maracanazinho di Rio de Janeiro. Da lì ha acquisito quella fiducia nei propri mezzi per andare avanti nella Final Six fino al titolo, ottenuto superando la Serbia.

Laurent Tillie finora ha schierato il seguente sestetto: palleggiatore Benjamin Toniutti (ex Ravenna), opposto Antonin Rouzier (ex Cuneo), centrali Nicolas Le Goff e Kevin Le Roux (ex Piacenza), schiacciatori Kevin Tillie ed Earvin Ngapeth (ex Cuneo, ora Dhl Modena), libero Jènia Grebennikov (neo acquisto Civitanova Marche).

Bisognerà iniziare a mettere pressione agli avversari fin dal servizio. Questo fondamentale dovrà funzionare meglio rispetto alle prime 2 partite. Un obiettivo della battuta italiana sarà lo stesso Ngapeth per cercare di farlo uscire presto dalla partita. Dovremo servire profondo e fare in modo che Toniutti sia costretto ad operare staccatissimo da rete e giocare su palla scontata. Viceversa gli avversari cercheranno di colpire Osmany Juantorena. Il nostro muro dovrà curare bene tutte le bocche da fuoco avversarie.