Pallavolo femminile - Bilancio della regular season di serie A1

Come si sono comportate le squadre che hanno partecipato alla prima parte del campionato?

Pallavolo femminile - Bilancio della regular season di serie A1
Celeste Plak al servizio in salto. Foto di vavel.com

Sabato scorso si è chiusa la regular season del campionato di pallavolo di serie A1 femminile. Il 12 aprile comincerà la seconda parte, quella più elettrizzante, i playoff scudetto. Analizziamo il percorso fatto dalle 13 squadre nella prima.

Imoco Conegliano

La squadra può sognare in grande. Ha dominato con sicurezza e autorità la regular season, trovando quella continuità di rendimento invano cercata nelle annate precedenti. Mazzanti è un tecnico che sa come si vince. Ortolani è un’opposta di qualità e Anna Nicoletti una valida alternativa. La colonia made in Usa formata da: Adams, Glass, Easy Hodge e Robinson ha fatto sentire il suo peso specifico. Avere il vantaggio del fattore campo nei playoff non è cosa da poco ma bisogna finalmente vincerli. Sarà la volta buona?

Pomì Casalmaggiore

Massimo Barbolini si trova una Formula Uno. Dovrà guidarla senza sbandare, magari utilizzando di più la panchina. Troppi impegni ravvicinati potrebbero far finire la benzina anzitempo ad elementi fondamentali. Inoltre le pantere rosa non dovranno più commettere l’errore della semifinale di Coppa Italia. Gli sbagli si pagano a caro prezzo. La scorsa stagione ha dimostrato che può crescere alla distanza. Saprà ripetersi?

Nordmeccanica Piacenza

Marco Gaspari è un allenatore in gamba però dovrebbe utilizzare maggiormente le alternative a sua disposizione, soprattutto se le cose non vanno. Inoltre questa squadra non può dipendere solo ed esclusivamente da Floortje Meijners. E’ giusto che tutte portino il proprio mattone. Quanto influiranno le delusioni patite in Champions League e Coppa Italia per stimolare le emiliane a far meglio nella post season?

Igor Gorgonzola Novara

L’obiettivo è trovare la serenità. Con la tensione non si va da nessuna parte. La squadra è valida a livello di nomi ma ha bisogno di giocare tranquilla per rendere al meglio. La delusione per il tricolore sfumato la scorsa stagione si è trascinata troppo a lungo ed a pagare è stato coach Pedullà. Il successore Fenoglio avrà il compito di tenere calmo l’ambiente e concentrato sull’obiettivo.

Liu Jo Modena

Per definire questa squadra si può ricorrere all’opera letteraria di Robert Louis Stevenson: “Dottor Jekyll e Mister Hyde”. Le emiliane infatti sono state capaci di battere la Pomì Casalmaggiore ma anche di perdere contro Montichiari. Questa squadra se riceve male complica il lavoro in regia di Francesca Ferretti, che purtroppo pur se nel suo ruolo è una delle migliori non può far miracoli. Inoltre esiste il problema Diouf, un’eterna promessa che non è ancora sbocciata. Nei playoff sarà una mina vagante.

Savino Del Bene Scandicci

Le toscane stanno crescendo stagione dopo stagione. Resta un mistero l’esonero di Massimo Bellano, unica nota stonata di un campionato giocato su buoni livelli. La squadra lotta su ogni palla. Federica Stufi e compagne hanno la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere. Potranno forse essere la squadra rivelazione dei playoff?

Foppapedretti Bergamo

Quanto influirà la vittoria in Coppa Italia nell’approccio ai playoff scudetto? Sarà stato solo un fuoco di paglia in mezzo ad un campionato tra alti e bassi (come le sconfitte contro Vicenza) oppure è stato un turning point? La risposta per la squadra di Lavarini la fornirà soltanto il campo.

Metalleghe Sanitars Montichiari

Le bresciane si sono qualificate ai playoff scudetto per la seconda stagione di fila. Scusate se è poco. Possono giocare senza pressioni perché è già stato un successo arrivare in Final Four di Coppa Italia, eliminando Conegliano ed aver fatto poi soffrire Piacenza in semifinale. Che cosa accadrà stavolta?

Unendo Yamamay Busto Arsizio

Non sono arrivati i playoff ma la società ha scelto di ragionare in materia di forward looking. Se avrà lavorato bene o no lo si vedrà nelle prossime stagioni. Gettare la croce addosso a coach Marco Mencarelli è ingeneroso e fuori luogo.

Obiettivo Risarcimento Vicenza

La salvezza è stata centrata. Raggiunto l’obiettivo bisognerà programmare la prossima stagione, cercando di fare un mercato oculato in ogni ruolo, magari allungando la panchina.

Club Italia

Le ragazzine terribili hanno dimostrato di poter stare con pieno merito in serie A1. Avranno capito le altre squadre di dare maggior spazio ai talenti di casa nostra?

Bisonte Firenze

La squadra di Francesca Vannini dovrà bere l’amaro calice della retrocessione. Purtroppo la stagione è nata male e proseguita peggio. Il mercato di gennaio non è servito a niente. Auguriamo alla squadra una pronta risalita.

Neruda Volley Bolzano

All’improvviso è arrivato il buio dopo un inizio positivo. La serie A1 non è un campionato facile, se poi si smarrisce la retta via, le cose poi si complicano maledettamente.

Questa è l’analisi della regular season. Fare pronostici sui playoff appare oltremodo azzardato. Quanto influiranno gli incontri ravvicinati sullo spettacolo e sulla tenuta atletica delle giocatrici? Non è questa la sede per parlarne. E’ un problema di rapporti tra Federazione e Lega. Quanto conta il bene del volley?


Share on Facebook