VolleyF, Supercoppa Samsung Gear S3: le pagelle di Imoco Conegliano- Foppapedretti Bergamo

L'Imoco Volley Conegliano ha battuto 3-1 la Foppapedretti Bergamo e conquista così la sua prima Supercoppa. Bricio MVP con 24 punti. Di seguito le pagelle delle due squadre.

VolleyF, Supercoppa Samsung Gear S3: le pagelle di Imoco Conegliano- Foppapedretti Bergamo
VolleyF, Supercoppa Samsung Gear S3: le pagelle di Imoco Conegliano- Foppapedretti Bergamo

L'Imoco Volley Conegliano ha battuto 3-1 la Foppapedretti Bergamo e si è aggiudicata così la sua prima Supercoppa italiana al termine di un match davvero ben giocato, soprattutto a partire dal secondo set. Di seguito le pagelle della partita.

Imoco Volley Conegliano

Skorupa 6,5: parte male, regalando qualche "skorupata" delle sue, poi cresce esponenzialmente nel corso del match, distribuendo bene il gioco tra la Bricio e le due centrali Folie e De Kruijf; in particolare inizia a dare alla palla spin e velocità che hanno consentito alle attaccanti di Conegliano di sorprendere con regolarità la difesa della Foppa.

Tomsia 5,5: forse la nota meno intonata della serata dell'Imoco: non è molto cercata dalla Skorupa, e per questo non riesce a trovare continuità in attacco: solo 6 punti più un muro per lei, poco se si pensa al suo potenziale, ma di certo si può spiegare con l'intesa da perfezionare con la Skorupa. Non chiude alcuni contrattacchi e commette qualche errore di troppo. Apprezzabile il suo apporto in difesa, nel quarto set lascia il posto a Carolina Costagrande.

Ortolani 6,5: anche lei come tutta l'Imoco parte con il freno a mano tirato, poi a partire dal secondo set alza il suo livello di gioco ed inizia a trovare punti preziosi in attacco, soprattutto con gli attacchi in diagonale. Si conferma leader della squadra, aiutando molto anche in difesa anche se in alcuni scambi il suo piazzamento non è stato irreprensibile.

Bricio 9: MVP del match con 24 punti, la giovane messicana conferma tutto il suo potenziale e mostra una crescita continua. Già nel primo set è lei il punto di riferimento dell'attacco dell'Imoco, poi si scatena ben imbeccata dalla Skorupa. Non ha paura di tirare all'incrocio delle righe, ed infatti non sbaglia praticamente nulla; stasera la sua pipe è stata una sentenza ed ha abbattuto la difesa della Foppa insieme alle sue diagonali. Impressionante anche il suo servizio che ha messo in costante apprensione la ricezione della Foppa e le ha fruttato 2 aces. Devastante.

De Kruijf 8,5: non ci fosse stata la Bricio, sarebbe stata sicuramente lei l'MVP del match. Trova subito una buona intesa con la Skorupa, ed abbatte l'esile muro di Bergamo con una quantità industriale di primi tempi e fast, sui quali si avventa con una potenza e precisione da rapace famelico. Impressionante per continuità nel corso del match, aggiunge al suo score anche 5 muri punto, confermandosi preziosa anche in questo fondamentale. Insidiosa anche al servizio, decisivo il suo ace per il 24-21 Imoco del quarto set, alla fine chiude con 20 punti firmando una grande prestazione.

Folie 7,5: anche lei trova una buona intesa con Skorupa, mettendosi in evidenza con primi tempi e fast; finisce il primo set con una percentuale del 100%, poi cala, si fa per dire, leggermente, e chiude il match con 12 punti. Mezzo voto in meno per i servizi sbagliati, ma la sua continuità nel corso della partita è stata uno dei punti fermi dell'Imoco; se questi sono i suoi standard, è pronta per il rientro in pianta stabile nel roster della Nazionale, dove c'è bisogno di una centrale con il suo estro.

De Gennaro 6,5: buona partita della De Gennaro, che nel corso del terzo e quarto set firma tante difese importanti salvando palloni impossibili e saltando da un lato all'altro del campo. Per fare punto la Skowronska deve letteralmente abbatterla. Ministro della Difesa.

* Cella 6,5: entra prima nel terzo set e poi nel finale di quarto set per far rifiatare la Ortolani: mossa quest'ultima azzeccata perchè lei risponde subito presente con 2 punti consecutivi che riportano avanti l'Imoco e poi con il turno al servizio che vale l'allungo decisivo delle Pantere verso la conquista della Supercoppa.

*Costagrande 6: non è al massimo della forma e perciò Mazzanti deve gestirla, così la butta nella mischia nel decisivo quarto set al posto di una discontinua Tomsia per avere più solidità in seconda linea. Lei risponde presente e svolge appieno il suo compito con la solita classe che la contraddistingue.

*Malinov s.v.: entra per qualche scambi nel primo set quando l'Imoco è più in difficoltà e laSkorupa va in panchina a schiarirsi le idee.

Foppapedretti Bergamo

Lo Bianco 6: la classe e la sapienza pallavolistica sono quelle di sempre, ma stasera le sue compagne non la aiutano molto, e così, dopo un primo set molto buono, soffre le difficoltà nella correlazione muro/difesa mostrate dalla Foppa, e non ha più palle pulite da distribuire alle sue attaccanti. Buone le sue aperture sulla Partenio, ma non bastano per confermare gli ottimi standards del primo set.

Skowronska 6,5: è la top scorer della Foppa, chiude con 18 punti di cui 6 nel solo primo set, a testimonianza di quanto sia partita bene la Foppa in questo match; poi il muro dell'Imoco le prende bene le misure e lei non riesce più ad essere continua ed incisiva in attacco. Orribile il suo secondo set che chiude solo con il 10%, si riprende in parte nel terzo e nel quarto con qualche colpo da campionessa quale è, e cercando di essere presente anche a muro, firmandone due, ma la Foppa tutta è in difficoltà e subisce il gioco dell'Imoco, perciò neanche lei ha palloni puliti da giocare.

Partenio 6,5: per costanza e regolarità forse è la migliore delle sue, sfrutta bene l'intesa trovata con Lo Bianco e chiude con 11 punti, risultando uno dei punti di riferimento per l'attacco bergamasco. Ottima in ricezione ed in seconda linea, è l'unica delle bande che cerca di essere incisiva in difesa, ma qualche sbavatura la mette a segno pure lei.

Sylla 5,5: quando si accende potrebbe spaccare il mondo: parte bene come tutta la Foppa chiudendo il primo set con 5 punti messi a segno, più la solita energia, ma poi si spegne gradualmente, essendo praticamente inesistente in difesa e a muro e costringendo Lavarini a sostituirla con la Gennari. Torna per poco nel terzo set, ma continua a peccare in continuità alternando cose buone ad errori; ritorna ancora in campo nel quarto set e sembra accendersi nuovamente con due attacchi vincenti e un muro che sembrano poter portare la Foppa al tie break, ma poi il suo servizio finito addosso alla compagna Guiggi ci fanno capire che per lei non era proprio serata.

Guiggi 6: poco cercata dalla Lo Bianco, ha pochissime palle a disposizione per attaccare; si riprende in parte nel quarto set dove finalmente la Lo Bianco riesce a servirla con più regolarità. In difficoltà a muro, dove viene spesso lasciata sola dalle sue compagne costringendola a correre sotto rete in balia dei primi tempi di Folie e De Kruijf e degli attacchi di Bricio e Ortolani.

Popovic 6,5: ha le stesse difficoltà della Guiggi in difesa e a muro, ma lei sembra metterci più energia; è anche più cercata dalla Lo Bianco, perciò è lei la centrale della Foppa più incisiva nei primi tre set. Molto insidioso il suo servizio, ed infatti la centrale serba firma 2 aces che però poco hanno fruttato nell'economia complessiva del match.

Suelen 6: è costretta a fare gli straordinari per gli attacchi continui delle centrali dell'Imoco e di Bricio. Le sue compagne non l'aiutano molto in difesa, perciò soffre un po anche lei, ma mette a segno una serie di difese ottime riuscendo in più di un'occasione a salvare e tenere le bordate della Bricio.

*Gennari 5,5: entra al posto di una discontinua e fallosa Sylla, si presenta subito con un muro che fa ben sperare la Foppa, ma poi si spegne non riuscendo ad essere incisiva in attacco. Tutto sommato ordinata in difesa, ma pian piano inizia a soffrire molto anche lei le difficoltà della Foppa nella correlazione muro/difesa.

*Cardullo s.v. : qualche scampolo nel primo set.


Share on Facebook