Volley M - Vincono tutte e 3 le formazioni italiane in Cev Champions League

L'Azimut Modena supera i rumeni del Craiova e raggiunge i Playoff 12. La Lube si impone sul Resovia. Perugia regola ancora il Belgorod al quinto set.

Volley M - Vincono tutte e 3 le formazioni italiane in Cev Champions League
Volley M - Vincono tutte e 3 le formazioni italiane in Cev Champions League - Getty images

Questa giornata, valida per la fase a gironi della Cev Champions League, ha visto vincere ancora una volta tutte e 3 le compagini italiane impegnate: Azimut Modena, Lube Civitanova Marche e Sir Safety Perugia. Per gli emiliani e i marchigiani sono arrivati 2 successi netti, gli umbri si sono imposti al quinto set.

Scm U Craiova - Azimut Modena 0-3 (16-25, 19-25, 18-25). La reazione della formazione di Roberto Piazza, dopo la delusione patita nella Del Monte Coppa Italia, c'è stata. E' arrivata una vittoria netta, che ha sancito il primato nella pool D e la qualificazione degli emiliani ai Playoff 12 della Cev Champions League. Modena è stata letale al servizio, dove ha firmato 11 ace e poco fallosa, con soli 13 errori. L'autentico trascinatore gli emiliani lo hanno trovato in Luca Vettori, con il 70% di efficacia realizzativa offensiva.

Lube Civitanova Marche - Asseco Resovia 3-0 (25-21, 25-16, 25-16). La formazione di Gianlorenzo Blengini ha festeggiato nel migliore dei modi, davanti al suo pubblico, la vittoria nella Del Monte Coppa Italia, di domenica scorsa. La Lube ha brillato per la forza e la solidità del collettivo. Osmany Juantorena è un attaccante nato ma quando occorre sbarra pure la strada a muro, come nel finale del secondo set. Jenia Grebennikov è un libero di sicuro affidamento, capace di tenere quasi da solo in equilibrio la nave in seconda linea.

Belogorie Belgorod - Sir Safety Perugia 2-3 (19-25, 25-16, 26-24, 17-25, 11-15). Gli umbri di Lorenzo Bernardi in Europa continuano a vincere. Eppure questa volta erano privi di Ivan Zaytsev e del libero Tosi. Perugia ha la certezza di arrivare almeno seconda nella Pool E e di partecipare alla Final Four, come squadra organizzatrice. Luciano De Cecco spesso è stato illeggibile per il muro avversario. Il regista argentino ha mandato a segno 49 volte le sue principali bocche da fuoco: Atanasijevic, Berger e Russell. Al centro per gli umbri la musica è cambiata, quando nel terzo set è entrato in campo Emanuele Birarelli per Simone Buti. Il Belgorod alla lunga ha assomigliato a quello che è stata parecchie volte la nazionale del suo paese, forte fisicamente ma sfilacciata.

Ora gli appassionati italiani si aspettano che pure Modena e Civitanova Marche si qualifichino per la Final Four. Il tutto allo scopo di vedere una finale tutta tricolore.