Europei di pattinaggio, Italia medagliata

Si sono appena conclusi i Campionati Europei di pattinaggio di figura a Budapest. Tanta Italia sul ghiaccio, con la medaglia di bronzo di Carolina Kostner e l’oro di Anna Cappellini e Luca Lanotte.

Europei di pattinaggio, Italia medagliata
Web

È indubbio che il pattinaggio di figura parli russo. Agli europei di Budapest sono saliti sul podio in ogni categoria, ma anche l’Italia può vantare due successi nel proprio medagliere: fantastica Carolina Kostner, che ottiene la medaglia di bronzo, ed eccellenti Anna Cappellini e Luca Lanotte che, nella danza, vincono l’oro. Le sensazioni per le vicine Olimpiadi invernali sono ottime, la Campionessa altoaetesina può puntare molto in alto e lo stesso discorso vale per la coppia della danza, che con l’oro di Budapest arriva a Soci più carica che mai.

LA KOSTNER CEDE LA CORONA – Carolina Kostner, che arrivava a Budapest da detentrice del titolo europeo, ha dovuto abdicare a favore delle due “ragazzine” russe. Adelina Sotnikova, balzata al comando della classifica, si è dovuta “accontentare” della medaglia d’argento. L’oro è andato a Julia Lipnitskaia, quindici anni, al debutto europeo.

Nel programma corto, la Kostner ha incantato con la sua solita eleganza portando sul ghiaccio l’Ave Maria di Schubert. Ma tutto ciò non è bastato: con il punteggio di 68.97 (35.29 per il tecnico e 33.68 per la presentazione) si è piazzata solo in terza posizione. I primi due posti della classifica sono stati occupati dalle due russe, Lipnitskaia (con un totale di 69.97) eSotnikova (70.93), rispettivamente 2ª e 1ª. Ma è il programma libero che decide tutto. Carolina Kostner ha portato in scena il Bolero, ma una caduta nel salto triplo ha condizionato il suo splendido programma. Nonostante l’errore tecnico, ha ottenuto il miglior punteggio dal punto di vista della presentazione. La regina del ghiaccio è stata superata solo dalle due rivelazioni russe, Adelina Sotnikova e Julia Lipnitskaia. La prima dopo il suo programma è balzata in testa, salvo essere passata dalla seconda alla fine della gara. La Lipnistkaia, che a quindici anni è diventata campionessa europea all’esordio, ha ottenuto il secondo punteggio più alto nella storia del pattinaggio (209.72), meritando così medaglia d’oro. 202.36 è il punteggio ottenuto dalla Sotnikova, che è salita sul secondo gradino del podio, mentre la Kostner ha ceduto la corona alle due russe, non senza essersi guadagnata una splendida medaglia di bronzo dopo dieci anni di distanza dal suo primo campionato europeo.

Non da meno sono state le prestazioni delle altre due italiane in gara. Valentina Marchei, sesta dopo il programma corto con 57.38, si è confermata al sesto posto alla fine del libero. Roberta Rodeghiero, invece, che dopo il corto aveva ottenuto il punteggio di 48.52 piazzandosi al quindicesimo posto, dopo il programma libero ha scalato la classifica fino all’undicesima piazza.

CAPOLAVORO CAPPELLINI E LANOTTE – Erano passati ben tredici anni dall’ultimo oro europeo nella categoria della danza, con Barbara Fusarpoli e Maurizio Margaglio.  La coppia ha ormai i loro eredi. Anna Cappellini e Luca Lanotte, dopo il bronzo agli europei di Zagabria dell’anno scorso, hanno ottenuto la medaglia d’oro, portando in alto l’Italia nel nostro continente.

Il programma corto li ha portati immediatamente al comando con 4 punti di vantaggio sui diretti avversari, ma ciò non li ha intimoriti, anzi. Dopo il programma libero hanno confermato la loro leadership, mettendosi dietro i temuti russi, Elena Ilinykhe Nikita Katsalapov.

Con il loro Season Best, Anna Cappellini e Luca Lanotte hanno trionfato dopo aver portato sul ghiaccio l’overture del Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini. Prestazione che è valsa la medaglia d’oro. Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov hanno ottenuto “solo” la medaglia d’argento, mentre sul terzo gradino del podio è salita la coppia inglese Penny Coomes e Nicholas Buckland.

Sport Invernali