Biathlon - Hochfilzen 2017, Individuale maschile: Fourcade per l'ennesimo capolavoro

Il fuoriclasse transalpino parte con i favori del pronostico, Shipulin guida la concorrenza.

Biathlon - Hochfilzen 2017, Individuale maschile: Fourcade per l'ennesimo capolavoro
Biathlon - Hochfilzen 2017, Individuale maschile: Fourcade per l'ennesimo capolavoro -  Source: Stanko Gruden/Agence Zoom/Getty Images Europe

L'impresa di Laura Dahlmeier stuzzica un altro fenomeno del Biathlon, questa volta a livello maschile. La palla rimbalza dall'implacabile tedesca a Martin Fourcade. 20km, tempo di individuale a Hochfilzen, con il leader della generale pronto ad un'altra recita da protagonista. Il via anche quest'oggi alle 14.30, con Martin ovviamente super favorito. Guida la classifica di specialità Fourcade, con un discreto gruzzoletto di punti su Shipulin. In stagione, vittoria ad Oestersund e secondo posto ad Anterselva. Punto d'unione delle due prove, la straordinaria forza sci ai piedi e la carente precisione al poligono, fatale nella tappa italiana. 

Duello, non solo di pista. Le scaramucce con la Russia sono note, Fourcade è un paladino della lotta al doping e ha, alle sue spalle, diversi atleti di spessore. Di contro, Shipulin protegge e difende la sua nazione, è una sfida quindi a tutto tondo. I due accendono la competizione fin dalle prime battute, Fourcade ha infatti il quarto pettorale, Shipulin è il primo a partire. Scelte di diverso tenore, i big si diluiscono lungo l'arco della prova. Il bielorusso Chepelin, sorprendentemente terzo ad Oestersund, parte con l'otto, prima di lui Landertinger - 5 - e Fillon Maillet, 6. Beatrix ha il 13, Semenov il 15, la Germania entra in gara con Lesser - n.27. Qualche minuto di attesa e spazio a Schempp - 46 - Doll - 58 - e Peiffer - 77. 

 Source: Stanko Gruden/Agence Zoom/Getty Images Europe
Source: Stanko Gruden/Agence Zoom/Getty Images Europe

Fari sulla Norvegia, invece, nell'ultima porzione della prova. Pettorale alto per Bjoerndalen e compagni. L'eterno Ole scatta con il 95, il giovane Boe con il 96. Entrambi sul podio qui, cercano lo scacco al re. Svendsen ha l'81. 

Difficile ipotizzare un'Italia quest'oggi davanti. Il format ci penalizza, le gare di stagione confermano le difficoltà dei nostri nella specialità. 19° Hofer ad Oestersund, 24° Windisch ad Anterselva. Serve un feeling perfetto con il poligono, con un pizzico di fortuna. Quattro italiani al cancelletto: Bormolini con il 19, Montello con il 71, Hofer con l'88, Windisch con il 90. 

Diretta su Eurosport. 

L'ordine di partenza completo 


Share on Facebook