Lahti 2017 - Sci di fondo, 10km in tecnica classica femminile: sempre Bjoergen, Kalla è d'argento

La norvegese domina la prova e rifila distacco pesante alla svedese. Completa il podio Jacobsen.

Lahti 2017 - Sci di fondo, 10km in tecnica classica femminile: sempre Bjoergen, Kalla è d'argento
Source: Matthias Hangst/Getty Images Europe

Undicesimo titolo iridato individuale - il quindicesimo complessivo - Marit Bjoergen aggiorna il libro dei record e domina a Lahti la 10km in tecnica classica con partenza ad intervallo. Dopo l'approccio con la sprint in tecnica libera, percorso netto per la regina del fondo. Titolo nello skiathlon e replica quest'oggi, in una gara senza storia fin dalle prime battute. La resistenza di Charlotte Kalla si scioglie dopo i primi colpi, mentre intelligente è il ritorno di Astrid Jacobsen per il bronzo. A pagar dazio è così Heidi Weng, la leader di Coppa. Quarta, non trova un piazzamento in zona medaglia. Delude la Parmakoski, speranza di casa. 

Come da previsione, la prova si accende con la partenza delle due svedesi. Nilsson e Kalla forniscono i primi riferimenti d'eccezione e mettono in fila il gruppo in attesa delle principali rivali. 1.5km, primo stop e prima stoccata di Marit Bjoergen. L'azione è potente e continua, Bjoergen rifila 5 secondi a Kalla e stacca un pacchetto di quattro atlete che comprende anche Weng, Oestberg e Parmakoski. L'impressione d'equilibrio va in frantumi con i successivi riscontri, perché mentre Bjoergen macina chilometri con disarmante facilità, le avversarie patiscono un leggero calo. Kalla, ai 6km, concede qualcosa a una Jacobsen in crescita, mentre Parmakoski ed Ostberg crollano nettamente. Il vantaggio di Bjoergen su Kalla è di oltre 20 secondi, mentre Weng non riesce a rintuzzare il ritorno di Jacobsen. 

Il finale non riserva ulteriori sorprese, Kalla tiene di carattere il treno di Weng - partita molto dopo - e vola verso il traguardo fissando il miglior tempo. Bjoergen divora l'ultima ascesa con falcate che sottolineano una condizione ottimale e spinge a due mani fin oltre il traguardo. 41 secondi di differenza, con Kalla che corre ad abbracciare la più illustre rivale. Oro Norvegia, argento Svezia, mentre per il bronzo è di Astrid Jacobsen l'ultima parola. Weng perde ancora agli 8.5 e si consegna definitivamente alla connazionale. 

Quinta è Anna Haag, con Niskanen, sesta, che salta Parmakoski e diventa così la prima finlandese. Kowalczyk termina in ottava piazza, completano la top ten Oestberg - stesso tempo della polacca - e Boehler. La prima azzurra è la giovane Ganz, ventinovesima. 

Le prime dieci 

1) Bjoergen 25:24.9 

2) Kalla +41 

3) Jacobsen +55.5

4) Weng +1:13.8

5) Haag +1:22.7

6) Niskanen +1:23.7

7) Parmakoski +1:31.4

8) Kowalczyk +1:34.5

8) Oestberg +1:34.5

10) Boehler +1:35.8


Share on Facebook