Lahti 2017 - 30km femminile: Bjoergen oro, la Norvegia monopolizza il podio

Marit Bjoergen si mette al collo il terzo oro individuale a Lahti, anticipando Weng e Jacobsen. Quarta un'altra norvegese, Haga, quinta un'ottima Diggins.

Lahti 2017 - 30km femminile: Bjoergen oro, la Norvegia monopolizza il podio
Lahti 2017 - 30km femminile: Bjoergen oro, la Norvegia monopolizza il podio - Source: Giovanni Auletta/Agence Zoom

Marit Bjoergen conquista la 30km in tecnica libera con partenza di massa a Lahti. La regina del fondo si mette al collo il terzo oro individuale - dopo skiathlon e 10 in classico - e sfoglia un'ulteriore pagina nel libro dei record. Gara tattica, come da previsione, le migliori si trascinano verso il traguardo, in attesa dell'ultima ascesa, dove Bjoergen attacca e trova pronta risposta solo dalle connazionali, Weng e Jacobsen. Sono loro ad accompagnare Bjoergen sul podio, con Haga, quarta, a completare il valzer norvegese. Diggins anticipa Parmakoski ed è quinta, settima una sfortunata Kalla. L'Italia si ritaglia un piccolo spazio con Brocard e Debertolis. Quindicesima la prima, sedicesima la seconda, prestazione positiva. 

La partenza di massa rende la prova alquanto prevedibile. Le migliori del lotto sono, fin dai primi metri, davanti, ma nessuna forza l'azione. Ai 5km, 36 fondiste sono racchiuse in 9 secondi. Una lunga attesa, una sorta di passaggio obbligato alla fase cruciale di gara. Bjoergen, Kalla, Parmakoski e Weng, in quattro si alternano a dettare il passo, un ritmo regolare, che ovviamente crea una selezione minima. A 2/3 di gara, Kalla transita al comando, con l'austriaca Stadlober a chiudere il plotone di testa. Dieci unità a contatto. 

Il punto di volta dopo l'ultimo rilevamento. La salita che conduce all'arrivo è dura, impegnativa. Bjoergen non si fida della volata e aumenta la frequenza. Inesorabile, mette alla frusta la concorrenza. Il concitato epilogo non sorride a Kalla, problemi con il bastoncino e metri preziosi a separare la fuoriclasse svedese dall'eterna rivale. Salta Kalla, ci provano Weng e Jacobsen. Bjoergen gestisce un minimo margine, Weng si difende ed è d'argento, Jacobsen conferma la forma perfetta ed è bronzo. Haga - a 7.4 secondi - è quarta. Come detto, Diggins, Parmakoski e Kalla a seguire. Ottava Stadlober, nona Haag, Tchekaleva completa la top ten.  

LA CLASSIFICA FINALE    
1ª M. Bjoergen (NOR) 1:08:36.8
2ª H. Weng (NOR) +1.9
3ª A.U. Jacobsen (NOR) +1.9
4ª R. Haga (NOR) +7.4
5ª J. Diggins (USA) +10.4
6ª K. Parmakoski (FIN) +11.3
7ª C. Kalla (SWE) +13.9
8ª T. Stadlober (AUT) +15.5
9ª A. Haag (SWE) +20.3
10ª Y. Tchekaleva (RUS) +1:20.9

Le italiane:    
15ª E. Brocard +1:56.4
16ª I. Debertolis +1:56.4
28ª S. Pellegrini +3:48.1 
29ª C. Ganz +3:49.0 

Sport Invernali