A Wengen dietro a Kristoffersen l'Italia ruggisce con Razzoli e Gross

Wengen, Svizzera. La tensione non ha fatto bene a Hirscher, che esce dalla gara lasciando la vittoria a Henrik Kristoffersen. Festa azzurra per il podio di Giuliano Razzoli e Stefano Gross.

A Wengen dietro a Kristoffersen l'Italia ruggisce con Razzoli e Gross
Getty Images

A Wengen è andato in scena lo slalom speciale in cui Marcel Hirscher sapeva di dover dare quel qualcosa in più. I 180 punti conquistati da Aksel Lund Svindal nei due giorni precedenti non lo potevano lasciar tranquillo, e con il rivale Kristoffersen, leader provvisorio di specialità, le cose non sarebbero state per niente semplici. Per lui è andata peggio di come si pensava e torna a casa con un pesante 0, essendo uscito durante la seconda manche. La vittoria è andata ad Henrik Kristoffersen, con il resto del podio colorato di azzurro dai nostri Giuliano Razzoli e Stefano Gross.

Prima manche - Il pettorale numero uno è destinato all’italiano Stefano Gross, sfortunatamente poco incisivo. Kristoffersen è il secondo a scendere sotto la neve svizzera e si prende la testa con un vantaggio di quasi mezzo secondo. Dei piccoli errorini di Hirscher lo fanno arrivare al traguardo con 0.74 secondi di ritardo e l’austriaco dimostra che oggi non ha la solita convinzione e concentrazione del solito. Stupisce in positivo Giuliano Razzoli, che è dietro a Kristoffersen di soli 16 centesimi. Patrick Thaler non ha saputo affrontare bene il tracciato e, nonostante la mancanza di errori, l’azzurro ha chiuso la prima prova di giornata a quasi un secondo di ritardo dal primo. Brutto momento per Manfred Moelgg, che inforca ed esce di scena. Al contrario, grande prova di Riccardo Tonetti, che chiude a soli 41 centesimi dal leader Kristoffersen. Tutto è vanificato pochi secondi quando ci si accorge che Tonetti ha inforcato a due porte dal traguardo e quindi il suo tempo viene cancellato. Non è decisamente in forma Ted Ligety, che esce dalla gara dopo aver commesso un errore. Primo rimane Henrik Kristoffersen, secondo il nostro Giuliano Razzoli, terzo Felix Neureuther, davanti a Grange e Gross. Solo nono Marcel Hirscher.

Seconda manche – Ancora qualche fiocco di neve che scende in questa seconda prova. Il primo atleta a dar vita ad una prova degna di nota è Jens Biggmark, sceso nono e che rimane in testa per un bel po’, complice la condizione atmosferica che si è venuta a creare successivamente. Non bella la prova di Patrick Thaler, che al termine della gara sarà quindicesimo. Nel frattempo la visibilità è decisamente peggiorata, la neve è più fitta ed anche questo sta mettendo in difficoltà tutti quelli che devono ancora scendere. Proprio in queste situazioni scende Marcel Hirscher, che prima commette un errore e poi prende probabilmente un sasso sullo sci, che gli rovina la lamina ed esce dalla gara. Bellissimo Stefano Gross, che partiva con un vantaggio vistoso su Biggmark, ma che riesce s strappargli la prima posizione per 1 solo centesimo. Scende Neureuther e, dopo una buona partenza, chiude terzo quindi Gross è già sul podio! Tocca ad un altro italiano, Giuliano Razzoli, che riesce ad arrivare davanti al connazionale con 38 centesimi di vantaggio. Manca solo Kristoffersen e nessuno ha dei dubbi sul fatto che riesca, con fluidità, a mettersi davanti a tutti. Per 30 centesimi ce la fa, anche se ci eravamo illusi per qualche secondo che Razzoli potesse vincere.

CLASSIFICA

1 2 KRISTOFFERSEN Henrik NOR 47.89 1 +0.39 4 1:37.85
2 8 RAZZOLI Giuliano ITA +0.16 2 +0.53 6 1:38.15 +0.30
3 1 GROSS Stefano ITA +0.46 5 +0.61 7 1:38.53 +0.68
4 19 BYGGMARK Jens SWE +1.08 22 49.57 1 1:38.54 +0.69
5 7 NEUREUTHER Felix GER +0.35 3 +0.83 11 1:38.64 +0.79
6 15 PINTURAULT Alexis FRA +0.67 8 +0.63 8 1:38.76 +0.91
7 13 GRANGE Jean-Baptiste FRA +0.41 4 +0.90 14 1:38.77 +0.92
7 9 MYHRER Andre SWE +1.02 18 +0.29 2 1:38.77 +0.92
9 10 FOSS-SOLEVAAG Sebastian NOR +1.02 18 +0.40 5 1:38.88 +1.03
10 12 MUFFAT-JEANDET Victor FRA +0.74 10 +0.83 11 1:39.03 +1.18
11 39 BUFFET Robin FRA +1.40 27 +0.32 3 1:39.18 +1.33
12 41 KELLEY Tim USA +1.07 21 +0.79 10 1:39.32 +1.47
13 4 HARGIN Mattias SWE +0.53 6 +1.36 22 1:39.35 +1.50
14 26 SCHWARZ Marco AUT +0.74 10 +1.17 19 1:39.37 +1.52
15 16 THALER Patrick ITA +0.95 17 +0.98 16 1:39.39 +1.54
16 25 RYDING Dave GBR +0.77 14 +1.23 20 1:39.46 +1.61
17 42 HAUGEN Leif Kristian NOR +1.16 24 +0.87 13 1:39.49 +1.64
18 45 LYSDAHL Espen NOR +0.94 15 +1.15 18 1:39.55 +1.70
19 52 MERMILLOD BLONDIN Thomas FRA +0.73 9 +1.37 24 1:39.56 +1.71
20 17 CHODOUNSKY David USA +0.76 13 +1.36 22 1:39.58 +1.73
21 29 DIGRUBER Marc AUT +1.54 30 +0.65 9 1:39.65 +1.80
22 50 SAMSAL Dalibor HUN +1.47 29 +0.91 15 1:39.84 +1.99
23 43 READ Erik CAN +1.39 26 +1.01 17 1:39.86 +2.01
24 33 GINI Marc SUI +1.43 28 +1.29 21 1:40.18 +2.33
25 40 STEHLE Dominik GER +1.26 25 +7.25 25 1:45.97 +8.12
26 55 HADALIN Stefan SLO +1.11 23 +8.03 26 1:46.60 +8.75


Share on Facebook