Sci Alpino: al Sestriere appuntamento per le specialiste delle discipline tecniche

Un gigante e uno slalom in programma sulle nevi piemontesi. Gara di casa per Marta Bassino, l'Italia punta anche su una lanciata Sofia Goggia. Si riaccende la sfida Gut-Shiffrin, con la svizzera che si cimenterà anche in slalom.

Sci Alpino: al Sestriere appuntamento per le specialiste delle discipline tecniche
Sofia Goggia in azione. La bergamasca sta attraversando un bel periodo.

Giusto il tempo di riporre gli attrezzi da velocità, attraversare l'Oceano con un comodo volo intercontinentale e per le ragazze dello sci alpino è tempo di tornare in gara. Sulle nevi del Sestriere sarà ancora Gut contro Shiffrin, ormai diventato il dualismo della stagione per la Coppa del Mondo, mentre l'Italia sorniona attende di piazzare la zampata con Marta Bassino - che sulle piste del comprensorio piemontese è sciisticamente nata e cresciuta e che il podio in gigante lo ha già centrato a Sölden - e con la donna del momento, ovvero la bergamasca Sofia Goggia.

Sofia superstar - Tre podi in stagione in altrettante discipline, il tutto racchiuso in soli nove giorni di assoluta e pura goduria adrenalininca: Goggia sta cavalcando un ottimo momento di forma ed è diventata la stella dello sci azzurro al femminile in attesa che l'etoile designata, ovvero Federica Brignone, riesca a battere finalmente un colpo. Che quello della ragazza di bergamo fosse un talento puro era chiaro sin dalle sue prime uscite, da quel quarto posto ottenuto a Schladming nel folle Super G iridato che mandò in orbita Tina Maze e all'ospedale Lindsey Vonn, di fatto sancendo l'inizio del calvario di cui la fuoriclasse di Vail fatica a vedere la fine. Ora che finalmente la sfortuna che ha perseguitato Sofia nelle ultime stagioni sembra averle concesso un po' di tregua, l'azzurra sta facendo valere tutta la sua classe e si presenta come pericolosa mina vagante nella lotta fra le due regine che stanno monopolizzando la stagione a livello overall. 

Duello per la generale - Già Mikaela Shiffrin e Lara Gut. Le due sono separate da appena 28 punti alla vigilia di un week-end che sulla carta è favorevole proprio all'americana, che dello slalom è indiscussa regina e che in gigante lotta per la vittoria e per il podio a ogni gara. Anche se per la gara di sabato, quella fra le porte larghe, la favorita rimane la ticinese che per l'occasione tornerà anche ad "esibirsi" in slalom. Una risposta che la Gut vuole provare a dare alla Shiffrin e ai 33 punti che la ventunenne del Colorado ha messo in saccoccia nel trittico veloce di Lake Louise. E chissà che quei mattoncini accumulati nelle sue prime sortite in discesa - dove è sembrata scendere in sicurezza, badando più a prendere le misure alla nuova disciplina che non a gettarsi a tutti i costi all'attacco - non possano essere decisivi nel computo di fine stagione.

Altre carte azzurre - Saranno nove le azzurre in gara nella gara di sabato di slalom gigante (prima manche ore 10, la seconda alle 13.30). Alle già citate Sofia Goggia, Marta Bassino e Federica Brignone, si aggiungono anche Manuela Moelgg, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Irene Curtoni, Nadia Fanchini e Nicole Agnelli. Chanche anche in slalom (domenica 11 dicembre, stessi orari del sabato per le due manche) per Bassino, Brignone, Irene Curtoni e Moelgg, con Chiara Costazza a completare il quintetto.


Share on Facebook